Mark Zuckerberg: entro cinque anni avremo due Facebook

L'uno privato, l'altro pubblico.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-04-2019]

zuck due facebook

Ci vorranno cinque anni «o magari di più» ma Facebook, nelle intenzioni di Mark Zuckerberg, è destinato a trasformarsi profondamente, dividendosi in due.

L'idea era già stata ventilata nel lungo post del 6 marzo scorso, quando il fondatore del social network più famoso del mondo annunciò di volersi concentrare sulla difesa della privacy degli utenti.

Ora Zuckerberg è tornato in argomento in occasione di un'intervista, durante la quale ha ribadito la sua visione di due Facebook: l'uno pubblico, che sia una sorta di «piazza cittadina»; l'altro privato e crittografato, che possa essere considerato come «un soggiorno».

Che cosa ciò significhi con esattezza non è per nulla chiaro, ma secondo Zuckerberg questo progetto «Sarà il cuore di ogni sforzo per la nostra azienda nei prossimi cinque anni, o anche più a lungo». In questo periodo saranno consultati esperti oltre a rappresentanti delle forze politiche e delle forze dell'ordine per assicurarsi che soprattutto il servizio "chiuso" non finisca col generare polemiche.

Secondo Zuckerberg, questo modo di procedere è anche il segno di quanto Facebook sia maturato: «Qualche anno fa» - ha commentato - «probabilmente avremmo lanciato la novità e avremmo cercato di gestire i problemi a mano a mano che fossero apparsi, ma adesso una parte importante del nostro nuovo modo di cercare di essere maggiormente proattivi sulle questioni sociali è cercare di costruire da zero, muovendoci nel modo giusto sin dall'inizio».

Sondaggio
Sei mai stato escluso da una bacheca Facebook di un amico?
No, mai.
Sì, da un mio ex partner.
Sì, da una donna o da un uomo che ho corteggiato insistentemente.
Sì, per le mie idee in politica.
Sì, per un commento relativo al calcio.
Sì, per una critica.
Sì, senza un motivo apparente.
Non uso Facebook.

Mostra i risultati (1706 voti)
Leggi i commenti (28)

Ulteriori dettagli in proposito dovrebbero essere svelati in occasione dell'annuale conferenza per sviluppatori F8, in programma quest'anno nei giorni 30 aprile e 1 maggio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Instagram, le password tenute in chiaro erano milioni
Mark Zuckerberg: servono nuove leggi per regolamentare Internet
Facebook ha tenuto centinaia di milioni di password in chiaro. Per anni
Intel, nei nuovi processori c'è la mano di Facebook
Facebook, Zuckerberg annuncia i messaggi che si autodistruggono
Facebook: tutti possono trovarvi dal numero di telefono, anche nascosto
Hai criticato Mark Zuckerberg? Allora forse Facebook ti sta già tracciando
Ricerca USA su Facebook: più si è vecchi, più si condividono notizie false

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 26)


Credevo (o dovrei dire speravo) che fossero una risicata minoranza... Mi ricordano quelli che hanno chiesto indietro i soldi dell'IMU per la lettera del Berlusca, che non era più al governo: Perché l'INPS non segnala questi idioti all'ufficio elettorale, per togliere loro il diritto di voto per manifesta stupidità? Ogni tanto una... Leggi tutto
8-5-2019 16:54

Non hai sentito della faccenda del sito Facebook di assistenza dell'INPS per il reddito di cittadinanza? :lol: Gente che va lì con nome e cognome a chiedere "io ho sempre lavorato in nero, quindi ora cosa devo fare?", e l'INPS che risponde "ti devo denunciare". :lol: Leggi tutto
8-5-2019 09:36

Gli utonti fanno questo ed altro. In particolare le persone anziane, quelle che non hanno avuto basi informatiche, credono che fessbuk sia internet. E' già dato che non vogliano accedere al sito della banca con le credenziali di fessbuk, o accedere da fessbuk con le credenziali della banca per inviare bonifici o fare ricariche. Sono... Leggi tutto
7-5-2019 14:21

Più che creare 2 FB, sarebbe ora che capisse l'importanza delle "cerchie" di amici. Tanto Google+ ha chiuso, quindi non dovrebbe avere problemi di copyright. E' risapuoto che cosa si dice e si fa con un certo gruppo di persone, non si farebbe e direbbe mai con altri gruppi: lo disse già Pirandello decenni fa (Uno, nessuno e... Leggi tutto
7-5-2019 09:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1610 voti)
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Tutti gli Arretrati


web metrics