Intel Project Athena, 4 ore di autonomia con appena mezz'ora di ricarica

E 9 ore di autonomia reale complessiva.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-05-2019]

intel project athena

Si chiama Project Athena la visione di Intel per i laptop di domani, che promettono di consentire di lavorare sul serio in tutta comodità per ore anche lontano da una presa di corrente.

Oggigiorno esistono portatili che offrono oltre 20 ore di autonomia, ma il calcolo viene effettuato con carichi di lavoro molto leggeri; invece, Intel vuole realizzare computer che possano restare accesi a lungo anche in uno scenario d'utilizzo tipico, che comprenda lo streaming video, la navigazione web e l'utilizzo di diverse applicazioni di Office.

Il sogno di Intel è che un portatile compatibile con le specifiche del Project Athena riesca a offrire 9 ore di autonomia reale e anche una funzionalità particolare: ottenere 4 ulteriori ore di autonomia con una ricarica di appena 30 minuti.

Per raggiungere questo obiettivo la soluzione non passa semplicemente dall'adozione di processori a voltaggio bassissimo, dato che un portatile Athena dovrà anche offrire delle buone prestazioni, anche perché il suo prezzo si aggirerà intorno agli 800 dollari.

Perciò, le soluzioni devono essere molteplici. Così a giugno apriranno i Project Athena Open Labs, cui i vari produttori di hardware potranno sottoporre i propri prodotti e cercare di ottenere da Intel una certificazione Athena, in vista di un rilascio del primo portatile nel corso del 2020.

In attesa dei suggerimenti, Intel ha avanzato già alcune idee proprie. Per esempio, l'utilizzo della videocamera integrata insieme ad algoritmi di intelligenza artificiale permetterà di gestire il consumo energetico di uno dei componenti più "affamati", ossia lo schermo.-

La videocamera infatti, restando sempre attiva, adatterà automaticamente la luminosità dello schermo (che, stando ai test, durante la riproduzione di un video in HD può arrivare a rappresentare oltre il 50% del consumo totale di energia di un portatile) a seconda che rilevi o meno la presenza dell'utente, e non solo in base alla luce ambientale.

Sondaggio
Cosa manca nel tuo notebook attuale e vorresti che fosse presente? Aggiungi eventualmente la risposta nei commenti.
Una maggiore risoluzione del display
L'uscita VGA
Un processore più veloce
Più memoria Flash
La possibilità di utilizzare una batteria più capace
La porta LAN
Almeno una porta USB supplementare o una USB 3.0
Più memoria RAM
Il touchscreen

Mostra i risultati (1700 voti)
Leggi i commenti (18)

La videocamere sempre attiva permetterà di usare anche le funzionalità di Windows Hello senza dover interagire direttamente col portatile: basterà presentarsi davanti a esso per venire immediatamente riconosciuti, e allontanarsi perché il sistema presenti la schermata di blocco.

Oppure, all'apparire di un volto sconosciuto lo schermo potrà diventare improvvisamente sfocato e, per quanto riguarda la salute dell'utente, un software potrebbe analizzare la postura e il tempo passato al computer, suggerendo una pausa o un cambio di posizione al momento giusto.

Al momento, in ogni caso, tutto ciò è solo teoria. I primi prototipi dovrebbero mostrarsi nella seconda metà di quest'anno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Red Hat e Lenovo scommettono sui portatili con processore ARM e sistema Linux
Project Precog, il notebook con doppio schermo che predice ciò che farà l'utente
Nel 2009 le batterie dei laptop dureranno 20 ore
Il portatile con 24 ore di autonomia

Commenti all'articolo (4)

Oso sperare che, comunque, l'utente possa disattivare la telecamera a suo piacimento e non che essa rimanga sempre attiva punto... Leggi tutto
18-5-2019 18:27

Ma veramente le lampade e l'inverter negli schermi LED non si sono, perché ci sono... I LED! Leggi tutto
11-5-2019 18:59

{tommaso}
La videocamera sempre attiva, un'idea davvero sopraffina, che fa il paio con il webserver sempre attivo dei computer dell. Ora, direi che queste idee sono a dir poco bizzarre (è criminale mettere gli utenti alla mercè di chiunque voglia combinare disastri), mi sento autorizzato a pensare che, o c'è un... Leggi tutto
10-5-2019 19:27

{micky}
Forse sarò ignorante, ma se davvero lo schermo è uno dei componenti che consumano più energia e posto che questi portatili debbano costare tanto, non si potrebbe partire dal dotarli di pannelli OLED, considerando che questi, per quanto ne sappia, richiedono molta meno energia rispetto ai tradizioneli LED, visto che... Leggi tutto
10-5-2019 10:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2487 voti)
Febbraio 2020
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics