iPhone vulnerabili da due anni: per l'infezione bastava visitare un sito



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-08-2019]

iphone violati falle

Per almeno due anni, alcuni siti web sono stati in grado di violare gli iPhone degli utenti che li visitavano, sfruttando falle che sono rimaste aperte fino allo scorso febbraio.

La rivelazione si deve a Ian Beer, esperto di sicurezza del Google Project Zero, il quale racconta di come l'attacco verso gli iPhone adottasse la tecnica di diffusione denominata watering hole.

Watering hole è un'espressione inglese che significa pozza per abbeverarsi e fa riferimento a certe tecniche di caccia del regno animale, in cui il predatore prende di sorpresa la preda proprio nel momento in cui questa si avvicina all'acqua per dissetarsi.

Seguendo il medesimo principio, chi studia questo tipo di attacchi informatici viola siti molto popolari e aspetta che le vittime vengano a lui. Nel caso specifico, si stima che i siti adoperati ricevessero migliaia di visitatori alla settimana.

Il codice presente nei siti sfruttava poi quattordici diverse falle, presenti in iOS 10 e successivi fino a iOS 12 e ignote a Apple per lo meno sino a che il Project Zero non le ha individuate.

Una volta preso il controllo degli iPhone tramite le vulnerabilità, gli autori dell'attacco entravano in possesso di dati, immagini e contatti, con le immaginabili conseguenze per la sicurezza degli utenti.

Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2136 voti)
Leggi i commenti (7)

Il lato positivo di questo scenario dell'orrore è che, in seguito alla segnalazione di Google, Apple lo scorso 7 febbraio ha rilasciato un aggiornamento massiccio che chiudeva tutte le falle scoperte: è l'aggiornamento che ha dato vita a iOS 12.1.4.

Si potrebbe quindi pensare che, giunti ormai alla fine di agosto, tutti i problemi siano risolti. In realtà ci sono in circolazione moltissimi iPhone che non adottano gli ultimi aggiornamenti di iOS 12, e spesso addirittura usano ancora versioni precedenti del sistema: per costoro, dunque, il pericolo è tutt'altro che cessato.

Chiunque possieda un iPhone farà bene a verificare lo stato di aggiornamento di iOS e, se scopre di essere rimasto indietro, dovrà premurarsi di riportarsi in pari il prima possibile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Il cavo USB per violare qualsiasi iPhone
iPhone, cambiare la batteria diventa ancora più difficile
Il designer dell'iPhone (e dell'iMac) lascia Apple

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Strano vero? :wink: Lo fanno sicuramente per noi e per semplificarci la vita... :twisted: Leggi tutto
3-9-2019 19:21

L'errore sta nella mancanza di una standardizzazione dei soc e dei device a contorno. Su un PC (x86/x64) il sistema operativo può essere sostituito in toto (windows <---> linux) e può essere aggiornato entro certi limiti anche su hardware obsoleto, invece sui device "embedded" basati in genere su ARM (smartphone, ma... Leggi tutto
3-9-2019 09:11

@milux Che nessun terminale sia esente da vulnerabilità non lo dico io ma mi pare piuttosto comprovato dal fatto che le vulnerabilità vengono trovate di continuo su tutti i SO. Il problema degli aggiornamenti è che, ad un certo punto, a imprescindibile giudizio del produttore, gli aggiornamenti, compresi quelli di sicurezza, per certi... Leggi tutto
2-9-2019 19:19

Quindi se il tuo ragionamento vale per Iphone, Samsung ecc ecc praticamente nessun terminale è esente da vulnerabilità. Per ora comunque Apple e Blackberry sono gli unici che rilasciano aggiornamenti costanti e frequenti sui terminali. Gli aggiornamenti delle APP sono un'altra cosa.
2-9-2019 07:31

E se l'iPhone non si può più aggiornare, comperatene uno nuovo con grande gaudio di Apple... p.s. allo scopo di evitare incomprensioni questo commento vale anche per Android, Samsung e tutti quanti gli altri poiché il problema è il medesimo, a un certo punto per i dispositivi troppo vecchi non vengono più rilasciati gli aggiornamenti e... Leggi tutto
1-9-2019 15:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2136 voti)
Dicembre 2019
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Tutti gli Arretrati


web metrics