Il portinaio virtuale di Amazon

Risponde al citofono quando siamo fuori casa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-10-2019]

amazon concierge

Uno degli ambiti di cui Amazon si sta interessando particolarmente è quello della domotica: dai dispositivi Echo con l'assistente Alexa fino ai campanelli smart, non c'è angolo della casa in cui Amazon non voglia intrufolarsi.

Già da tempo Ring, azienda controllata da Amazon, accanto a tutta una serie di videocamere di sicurezza offre Video Doorbell, un campanello dotato di videocamera che si può controllare dallo smartphone.

Così, dovunque ci si trovi si può sempre rispondere a chiunque si presenti davanti alla porta di casa: un'indubbia comodità, che non sempre però è possibile sfruttare.

Se si è al lavoro, o altrimenti impegnati e dunque impossibilitati a rispondere, avere uno smartphone che mostra ciò che è inquadrato dal citofono non serve a molto: ci vorrebbe un portinaio capace di sostituire il padrone di casa per lo meno in quei momenti.

All'inizio del prossimo anno quel portinaio diventerà realtà: si chiamerà Doorbell Concierge e sarà un'intelligenza artificiale offerta insieme al modello Ring Video Doorbell Elite.

Tramite la tecnologia Alexa Conversaions accoglierà chi dovesse suonare il campanello ponendo qualche domanda circostanziata (sullo scopo della visita, per esempio) e fornirà risposte appropriate: per esempio potrà indicare a un corriere il luogo migliore dove lasciare un pacco, oppure riferire messaggi personali a determinati visitatori.

Come è già accaduto quando Google ha presentato Duplex, la gente dovrà abituarsi all'idea che a rispondere al telefono o al citofono possa non essere una persona vera, ma un'intelligenza artificiale.

Il video dimostrativo che riportiamo qui sotto, ottenuto da Voicebot, mostra lo sconcerto che tale interazione può causare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Se l'ex ti molesta e spia tramite l'Internet delle Cose
Il campanello smart incontra l'auto smart
L'assistente di Google ora fa telefonate e prende appuntamenti
Analisi critica: il citofono

Commenti all'articolo (2)

E io sono ben contento di lasciarla fuori e senza bisogno dell'aiuto dell'intelligenza artificiale... :wink: Leggi tutto
5-10-2019 15:41

E aspetta aspetta,appena l'algoritmo pagherà per te e dirà che sei stato tu:no excuses...
2-10-2019 13:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1862 voti)
Gennaio 2020
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Tutti gli Arretrati


web metrics