Amazon Pantry chiude i battenti

Ma probabilmente nessuno lo rimpiangerà.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-05-2020]

amazon pantry chiude

Non è mai stato uno dei servizi più apprezzati, ma ormai il suo destino è segnato: il prossimo 30 giugno, Amazon Pantry chiuderà definitivamente i battenti.

Creato per gli utenti di Amazon Prime che desideravano acquistare prodotti "da supermercato" non deperibili - dai biscotti secchi alle bibite, dai cereali alle patatine - ha sempre sofferte di modalità un po' penalizzanti per gli acquirenti.

Per ogni ordine richiede infatti una spesa minima di 15 euro, e ogni consegna richiede il pagamento di una tariffa fissa pari a 4,99 euro: quest'ultimo dettaglio, in particolare, l'ha sempre reso un po' antipatico agli iscritti ad Amazon Prime (ossia i soli che potevano adoperare il servizio), abituati a non pagare spese di spedizione.

Tutto ciò finirà tra poco più di un mese, ma ciò non significa che Amazon smetterà di commerciare quei prodotti: semplicemente, saranno disponibili attraverso i normali canali di Amazon, senza che sia necessario raggiungere un minimo d'ordine.

Amazon non si sbilancia troppo sui motivi che l'hanno spinta a decidere la chiusura: «Lavoriamo sempre per garantire la migliore esperienza di acquisto possibile. La maggior parte degli articoli più venduti su Amazon Pantry sarà presto disponibile su Amazon.it con una consegna più rapida e nessun valore minimo d'ordine, insieme a migliaia di altri articoli per la spesa già disponibili» è tutto ciò che si legge come risposta alla domanda «Perché interrompete il servizio Amazon Pantry?».

Pare insomma di capire che Amazon abbia deciso di abbandonare il marchio Pantry perché è pronta a superare i limiti che essa stessa vi aveva imposto, e che non desidera siano più associati all'acquisto di cibi e bevande tramite il proprio sito.

Gli utenti che vogliano sfruttare Amazon Pantry sino all'ultimo momento non hanno di che preoccuparsi: tutti gli ordini piazzati entro le 23:59 del 30 giugno verranno consegnati normalmente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il supermercato online di Amazon

Commenti all'articolo (2)

Mai utilizzato, nemmeno ricordavo che esistesse, forse che lo chiudono perché non ha avuto successo? Leggi tutto
14-6-2020 14:42

{Raptor}
Nessuno lo osa perché a volte trovavi gli stessi prodotti in versione "plus" o prime a prezzi più bassi. Amazon plus era molto più allettante, prezzi bassi e minimo 19¤ ad acquisto. Poi se vai su spesasicura.com trovi gli stessi prodotti ma costano molto meno.
29-5-2020 16:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (964 voti)
Luglio 2020
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics