Amazon Pantry chiude i battenti

Ma probabilmente nessuno lo rimpiangerà.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-05-2020]

amazon pantry chiude

Non è mai stato uno dei servizi più apprezzati, ma ormai il suo destino è segnato: il prossimo 30 giugno, Amazon Pantry chiuderà definitivamente i battenti.

Creato per gli utenti di Amazon Prime che desideravano acquistare prodotti "da supermercato" non deperibili - dai biscotti secchi alle bibite, dai cereali alle patatine - ha sempre sofferte di modalità un po' penalizzanti per gli acquirenti.

Per ogni ordine richiede infatti una spesa minima di 15 euro, e ogni consegna richiede il pagamento di una tariffa fissa pari a 4,99 euro: quest'ultimo dettaglio, in particolare, l'ha sempre reso un po' antipatico agli iscritti ad Amazon Prime (ossia i soli che potevano adoperare il servizio), abituati a non pagare spese di spedizione.

Tutto ciò finirà tra poco più di un mese, ma ciò non significa che Amazon smetterà di commerciare quei prodotti: semplicemente, saranno disponibili attraverso i normali canali di Amazon, senza che sia necessario raggiungere un minimo d'ordine.

Amazon non si sbilancia troppo sui motivi che l'hanno spinta a decidere la chiusura: «Lavoriamo sempre per garantire la migliore esperienza di acquisto possibile. La maggior parte degli articoli più venduti su Amazon Pantry sarà presto disponibile su Amazon.it con una consegna più rapida e nessun valore minimo d'ordine, insieme a migliaia di altri articoli per la spesa già disponibili» è tutto ciò che si legge come risposta alla domanda «Perché interrompete il servizio Amazon Pantry?».

Pare insomma di capire che Amazon abbia deciso di abbandonare il marchio Pantry perché è pronta a superare i limiti che essa stessa vi aveva imposto, e che non desidera siano più associati all'acquisto di cibi e bevande tramite il proprio sito.

Gli utenti che vogliano sfruttare Amazon Pantry sino all'ultimo momento non hanno di che preoccuparsi: tutti gli ordini piazzati entro le 23:59 del 30 giugno verranno consegnati normalmente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il supermercato online di Amazon

Commenti all'articolo (2)

Mai utilizzato, nemmeno ricordavo che esistesse, forse che lo chiudono perché non ha avuto successo? Leggi tutto
14-6-2020 14:42

{Raptor}
Nessuno lo osa perché a volte trovavi gli stessi prodotti in versione "plus" o prime a prezzi più bassi. Amazon plus era molto più allettante, prezzi bassi e minimo 19¤ ad acquisto. Poi se vai su spesasicura.com trovi gli stessi prodotti ma costano molto meno.
29-5-2020 16:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5170 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics