Il carrello intelligente di Amazon che evita la coda alla cassa

Dash Cart riconosce ogni acquisto, prepara lo scontrino e gestisce i pagamenti tramite account Amazon.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-07-2020]

dash cart 02

Non sono più una novità i negozi Amazon Go, dove si può entrare e fare la spesa senza doversi mettere in coda, né fermarsi alla cassa, né incontrare personale, perché tutto viene gestito automaticamente tramite l'account Amazon e alle telecamere sparse dovunque.

Ora però il gigante dell'e-commerce ha deciso di fare un passo ulteriore con Dash Cart, un carrello della spesa dotato di sensori e videocamere che scansiona e riconosce ogni oggetto inserito al suo interno (o rimosso e posto nuovamente sullo scaffale), tenendo aggiornato in tempo reale il conto della spesa, mostrato su un touchscreen interattivo.

I clienti possono quindi girare per le corsie prendendo ciò di cui hanno bisogno e mettendolo nel carrello, il quale provvederà a gestire ogni prodotto e ad aggiungerlo allo scontrino virtuale a mano a mano che questo viene scelto.

L'unica particolarità riguarda l'acquisto dei prodotti freschi - come frutta e verdura - per i quali è necessario inserire sullo schermo un codice a quattro cifre, indicare la quantità e pesare il prodotto acquistato sulla bilancia integrata nel carrello.

Uno scanner utilizzabile dall'utente permette poi di utilizzare i vari coupon e buoni sconto, certi che tutto verrà conteggiato nell'account Amazon.

La logica è sempre la stessa dei negozi Amazon Go - ossia fare a meno del personale che interagisce coi clienti, incentivare i pagamenti elettronici, eliminare le code, e racchiudere tutti sotto all'ombrello di Amazon - ma in questo caso non c'è bisogno di attrezzare un intero punto vendita: è sufficiente che qualsiasi negozio "normale" abbia una flotta di carrelli Dash Cart.

Stringendo un accordo con Amazon, ogni supermercato potrà infatti dotarsi dei carrelli "intelligenti" senza dover affrontare una ristrutturazione, e gestirà i Dash Cart sostanzialmente nello stesso modo in cui viene gestita la corsia delle casse self-service, solo che in questo caso la cassa fa già parte del carrello.

La sperimentazione dei Dash Cart avverrà entro la fine dell'anno negli Stati Uniti (a Woodland Hills, Los Angeles), in un negozio di proprietà di Amazon ma non facente parte della catena Amazon Go; vi sono invece delle casse tradizionali, che i Dash Cart affiancheranno come opzione "rapida" per chi voglia evitare code e cassieri.

dash cart 01

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Sarei curioso di sapere quanto costa uno di questi Dash Cart poiché penso che Amazon, in quanto sviluppatore e promotore, sia disposta a puntarci comunque, ma un qualsiasi supermercato di altre catene, che è sempre assai attento ai costi immediati e non vuole spendere mai un centesimo in più, potrebbe non essere poi così attratto... Leggi tutto
24-8-2020 15:45

Boh, un articolo scritto in italiano è senza dubbio diretto a italiani. E allora ci starebbe bene la precisazione che i negozi Amazon Go sono solo in USA. https://en.wikipedia.org/wiki/Amazon_Go#Locations
20-7-2020 21:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cifra complessiva che spendi ogni mese per il tuo smartphone? Comprende tutto: telefonate, piano dati, Sms, rata telefono e via dicendo.
Sotto i 10 euro
Tra i 10 e i 20 euro
Tra i 20 e i 30 euro
Tra i 30 e i 50 euro
Tra i 50 e i 100 euro
Oltre i 100 euro
Non ne ho idea

Mostra i risultati (5357 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 novembre


web metrics