Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-07-2020]

windows10 problemi connessione

Non era uno scherzo: l'aggiornamento rilasciato alcuni giorni fa da Microsoft prometteva davvero di risolvere tutti i bug noti di Windows 10 versione 2004.

Purtroppo, con tutta evidenza Microsoft è stata troppo ottimista.

Il gigante di Redmond ha infatti dovuto ammettere che esiste almeno ancora un problema che sta infastidendo gli utenti, e che a quanto pare colpisce solo quanti hanno aggiornato il proprio sistema operativo all'ultima versione, quella rilasciata a maggio.

I sintomi sono semplici da descrivere: Windows segnala che non c'è alcuna connessione a Internet, apponendo un rettangolo giallo all'icona della connessione della system tray.

Il guaio è che non è vero: se si apre un browser, si riesce a navigare tranquillamente.

Se il problema fosse tutto qui, si potrebbe semplicemente ignorare il falso avvertimento in attesa di una patch. Invece c'è dell'altro.

Infatti quei programmi e servizi che per contattare i propri server fanno affidamento sullo stato della connessione a Internet segnalato da Windows - come Cortana, il Microsoft Store, Spotify e il Feedback Hub - non riescono a funzionare.

Il bug che causa questa situazione non è in realtà nuovissimo: era già presente in alcune versioni di sviluppo di Windows, ma pareva essere stato risolto. Il lato positivo della faccenda è che c'è una possibilità di aggirarlo, agendo sul Registro di Sistema.

Occorre quindi aprire l'Editor del Registro di Sistema cercandolo nel menu Start (appare scrivendo semplicemente regedit nella barra di ricerca).

Poi bisogna raggiungere la chiave Hkey_Local_Machine\ System\ CurrentControlSet\ Services\ NlaSvc\ Parameters\ Internet.

Nel pannello di destra ci saranno diverse voci, tra cui EnableActiveProbing. Qualora essa sia impostata a 0, deve essere impostata a 1, operazione che si compie cliccandovi sopra due volte con il tasto sinistro del mouse e inserendo il valore 1 nel campo Dati valore della finestra che si aprirà.

Infine bisogna premere Ok, chiudere l'Editor del Registro e riavviare il computer.

Molti utenti hanno segnalato che, dopo aver eseguito questa modifica, Windows ha smesso di riportare il maniera errata le condizioni della rete. Purtroppo non c'è la garanzia che funzioni su tutti i computer.

Microsoft ha fatto sapere che sta indagando sulla questione, e che inserirà la correzione definitiva in uno dei prossimi update cumulativi.

win10 2004 errori rete editor registro

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Windows 10, aggiornamenti fuori programma per due falle gravi
Windows 10, patch d'emergenza per risolvere i problemi con le stampanti
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10: e adesso la pubblicità

Commenti all'articolo (5)

{giuliano}
bravi ha funzionato perfettamente !!!
15-10-2020 15:05

C'era forse qualcuno che ne dubitava??? Ma la parte più bella è che, se il workaround funziona tanto meglio, altrimenti a piangere fino a data da destinarsi, minimo altri 6 mesi. Sempre meglio M$. Leggi tutto
24-8-2020 15:37

{aldo}
con win10 il wifi funziona quando ha voglia. router di solito va , ma quando inizia a sganciarsi servono un tot di reboot. hotspot del telefonino cade in pochi secondi sempre .
16-8-2020 05:41

{pgb}
Il gigante di Redmond è schizofrenico, come la maggior parte dei giganti; più crescono le dimensioni, più crescono la burocrazia, lo scoordinamento, i costi di gestione, i mangia-mangia, gli arrivismi disastrosi e quant'altro. Gli utenti dei giganti virtuali, sono invece persone fisiche, le uniche reali, e... Leggi tutto
19-7-2020 10:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (400 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 settembre


web metrics