Bambino compra un monster truck da oltre 20.000 euro su eBay

Il padre aveva salvato nel laptop le credenziali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-08-2020]

monster truck ebay

Di tanto in tanto si fa strada la notizia di un bambino che, usando con il telefono o il computer dei genitori, fa acquisti per migliaia di euro sui giochi freemium.

Quanto accaduto a Mohammad Faraji però, pur seguendo la stessa falsariga, è di un livello superiore.

Faraji, che abita a Wallsend, in Inghilterra, ha lasciato il proprio laptop - acceso e con le credenziali eBay memorizzate - nelle mani del figlio di sei anni, Ario.

Detto figlio è un fan dei monster truck e quel giorno era il suo compleanno. Se a questo quadro si aggiunge che su eBay si trova praticamente di tutto, quello che è successo è facilmente immaginabile.

Ario ha visto un veicolo che gli piaceva molto, tanto da essere irresistibile, e ha seguito l'impulso di acquistarlo. eBay, diligente, che chiesto un pagamento tramite PayPal; anche se il conto non aveva fondi sufficienti, l'acquisto è stato considerato concluso.

A quel punto sono arrivati i guai. Il signor Faraji ha ricevuto un conto di 19.000 sterline (oltre 21.000 euro) e, ripresosi dallo shock, ha immediatamente ricostruito quant'era successo.

Ha contattato il venditore, cercando di spiegare che era stato il figlio a fare l'acquisto, ma quello ha risposto semplicemente che il monster truck era pronto per il ritiro.

Faraji, non avendo i soldi per pagare, s'è trovato nei guai anche perché nel frattempo PayPal ha ingaggiato una società di recupero crediti.

Così l'uomo s'è rivolto ai giornali. «È incredibile che PayPal approvi un pagamento senza mandarmi una notifica o contattarmi per capire se davvero voglia pagare una cifra tanto alta. Non hanno tenuto il pagamento in sospeso, né chiesto una conferma» ha dichiarato.

PayPal, dal canto proprio, ha ribattuto che per ogni acquisto viene inviata una conferma via email e che dal suo punto di vista è tutto regolare; ogni controversia circa l'acquisto accidentale dovrebbe essere sottoposta a eBay.

Faraji però non ci sta. «Nessuno può obbligarmi a comprare un monster truck da 19.000 sterline. PayPal dovrebbe comportarsi più come la carta di debito, dovrebbe verificare se ho davvero i soldi, o se ci sono attività sospette. L'ho usato per 10 anni ma ho sempre comprato oggetti da 4, 10, 20 sterline; mai cose del genere».

PayPal - sostiene l'uomo - dovrebbe sorvegliare le attività dei propri utenti in modo da rilevare eventuali comportamenti anomali.

Si potrebbe sostenere anche che un genitore deve sorvegliare il comportamento dei figli, specie se - come afferma Faraji - Ario «ha solo sei anni ma è un bambino sveglio per la sua età e bravo con i computer».

Mohammad Faraji riconosce il proprio torto - «So che è stata colpa mia per non aver controllato il portatile e aver salvato la password» - però vorrebbe vedere un po' di comprensione per la propria situazione: «È stato un mio errore e pagherò una multa, se devo. Ma non l'ammontare completo».

«La gente usa PayPal perché pensano che i loro soldi siano al sicuro» conclude l'uomo. «Pensi che se qualcosa va storto puoi annullare tutto e riavere i tuoi soldi, ma non è questo quel che è successo».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Edge, arriva il Kids Mode per i bambini
Bimbo di sei anni spende oltre 16.000 dollari in un gioco per iPad
Ragazzina spende oltre 5.000 euro su Roblox, convinta fossero soldi falsi

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

Paypal non dovrebbe confirmare un pagamento di 21000$ se non ci sono in banca. Dovrebbe contatare il cliente prima. Paypal e peggio delle banche vuole solo prendere la sua percentuale :D Leggi tutto
27-9-2020 10:10

Che poi basterebbe lasciare giocare i figli con il pc/tablet/smartphone offline e il problema non sussiste più. Le 'trappole' sono tutte in rete. :roll: Certo però che la tutela dei consumatori, diritto di recesso...boh...
31-8-2020 00:17

Basta attivare il 2FA su Paypal e, per ogni login, oltre alla password dell'account (che mai nella vita salverò...) serve il codice che viene mandato via SMS. Ovviamente non avrebbbe dovuto lasciare anche il cellulare sbloccato vicino al PC... :D
27-8-2020 09:12

A volte mi domando se non sia il concetto stesso di "adulto" ad essere illusorio. Per tutti.
26-8-2020 22:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1592 voti)
Ottobre 2021
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 ottobre


web metrics