Google Foto, si va verso il servizio a pagamento

Addio ai backup gratuiti illimitati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-11-2020]

google foto addio backup gratuiti

Poco più di sei mesi: è questo il tempo a disposizione degli utenti per mettere ordine tra le immagini di Google Foto prima che la scure si abbatta su quelle in sovrannumero.

Al momento Google segue una politica abbastanza generosa per quanto riguarda il salvataggio delle fotografie e dei video: il materiale caricato in risoluzione originale viene conteggiato ai fini di calcolare lo spazio occupato, ma il backup dello stesso (eseguito in formato compresso e in qualità ridotta) no.

A partire dal primo giugno 2021 ciò cambierà. Anche le copie di backup verranno conteggiate all'interno dello spazio a disposizione di ogni account, che ammonta a 15 Gbyte per quelli gratuiti.

L'annuncio della novità è stato dato con un post sul blog ufficiale, dove si cerca anche di indorare la pillola sottolineando come il backup del materiale caricato entro il termine del prossimo primo giugno non sarà comunque considerate ai fini del conteggio dello spazio libero.

C'è dell'altro: Google ha anche fatto sapere che dall'anno prossimo cancellerà i file degli utenti che saranno rimasti inattivi per almeno due anni: chi ha foto a cui tiene conservate in un account aperto molto di rado farà bene a ricordarsi di fare una visitina di tanto in tanto.

A motivo di queste novità, che gli utenti probabilmente non ameranno, Google chiama la quantità di materiale che quotidianamente viene caricata: «Google Foto conserva oltre 4 miliardi di fotografie, e ogni settimana vengono caricati 28 miliardi di foto e video». Il limite serve quindi «a tenere il passo con la domanda, che è in continua crescita».

Infine, forse non si sbaglia se si pensa che dietro a questa mossa ci sia anche un fine non dichiarato: convincere gli utenti, rimuovendo una parte dell'abbondante spazio concesso loro sino a oggi, a sottoscrivere un abbonamento Google One a pagamento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google Foto, i backup infiniti stanno per terminare

Commenti all'articolo (5)

Direi più probabile la seconda, forse i 4 miliardi citati nell'articolo sono un errore di trascrizione. Leggi tutto
20-12-2020 16:33

Anch'io utilizzo normalmente NAS e HDD esterni per il backup ma le foto dello smartphone in effetti le ho sempre salvate su Google per ragioni di comodità del settaggio del backup che è sostanzialmente automatico e, finché era costo 0, era perfetto. A dir la verità però la decisione di Google non mi scandalizza, anzi, la ritengo giusta,... Leggi tutto
20-12-2020 16:32

I conti non tornano: 28 miliardi settimanali e 4 miliardi totali? Da altre fonti leggo che sono 4000 miliardi in totale. . Leggi tutto
16-11-2020 17:14

Pure io ho vari backup fra hdd esterni ed interni. Ma ammetto di avere un backup anche su Google foto e One drive.
15-11-2020 09:19

Forse sono vecchio, all'antica, ma personalmente non ho mai usato nessun servizio cloud per il backup. Ho un Nas e qualche HD esterno dove risiedono le 2-3 copie dei file a cui tengo. Certo non sono coperto al 100% dalla possibilità di perdere dati, ma lo sono dai cambiamenti di "idee" che i fornitori dei servizi possono avere... Leggi tutto
14-11-2020 18:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per quale servizio collegato a un prodotto per la smart home saresti più disposto a pagare fino a 15 euro al mese?
Lo scongiurare dei guasti dei prodotti smart, per esempio lavastoviglie, connettendoli ai fabbricanti, in modo da identificarli e anticiparne qualsiasi problema.
Collegamento alla compagnia assicuratrice che interviene in caso di allagamento, intrusione o allarme quando non sono in casa.
Assistenza nella vita di tutti i giorni per gli anziani.
Collegamento dei dati relativi alla salute al medico o al reparto ospedaliero per il monitoraggio dei parametri vitali chiave.
Collegamento alla società di sicurezza che intervenga quando l'allarme si spegne.
Nessuno di questi

Mostra i risultati (1159 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics