MacOS 11 Big Sur blocca i MacBook più vecchi

Durante l'aggiornamento lo schermo diventa nero e il computer non risponde più ad alcun comando.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-11-2020]

macos big sur brick macbook pro 2013 2014

Se è vero che "mal comune, mezzo gaudio", gli utenti di Windows possono ora dire di essere in buona compagnia.

Alcuni giorni fa Apple ha rilasciato macOS 11 Big Sur, una versione particolarmente importante del suo sistema operativo (come la decisione di cambiare il nome da macOS 10 a macOS 11 segnala): essa accompagna infatti il debutto di Apple Silicon, i nuovi chip basati su architettura Arm che d'ora innanzi equipaggeranno i Mac.

Big Sur è però compatibile anche con i sistemi già in circolazione, e può essere installato anche sui Mac basati su Intel più recenti: purtroppo, pare che non sempre l'aggiornamento vada a buon fine e, anzi, a volte le cose possono andare molto male.

Da più parti giungono infatti segnalazioni di utenti che, durante il processo di aggiornamento a Big Sur, appare una schermata nera e il Mac smette di rispondere a ogni comando: anche quelli che di norma vengono utilizzati per il ripristino del sistema non funzionano più.

Tale comportamento sembra verificarsi in modo particolare con i MacBook Pro con schermo da 13 pollici prodotti tra la fine del 2013 e la metà del 2014, ma le vere cause del problema non sono ancora note: è quindi presto per dire che soltanto i possessori di questi modelli debbano preoccuparsi.

Sui forum di Apple si può tuttavia leggere che i tecnici dell'azienda avrebbero scovato la radice di questo malfunzionamento, ed è quindi possibile che presto una correzione venga integrata in Big Sur.

Nell'attesa che ciò avvenga, la raccomandazione per i possessori di Mac è quella valida ogni volta che viene rilasciato un nuovo software: è meglio rimandare l'aggiornamento siano a che almeno i problemi più grossi - sempre presenti in caso di un nuovo rilascio - non saranno risolti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple dice addio a Intel: ecco MacBook Air, MacBook Pro e Mac Mini basati su Arm
È ufficiale: Apple abbandona i processori Intel

Commenti all'articolo (5)

Evidentemente anche Apple ha iniziato a risparmiare nel testing delle nuove release con l'aggravante che non può dare la colpa alle configurazioni personalizzate degli utenti o a quello che loro installano poiché, su questo fronte, è assai meno permissiva di M$... Leggi tutto
20-12-2020 17:00

1. non capisco i "molluschi massificati": si può guidare una automobile senza conoscerne n dettaglio il funzionamento, non vedo perchè si debba per forza saper smanettare per usare un computer. E usare macos è molto facile 2 @duilio: se funziona come prima ti propone l'aggiornamento e poi ti dice eventualmente "niente da... Leggi tutto
23-11-2020 00:21

{Duilio}
C'è qualcuno che possa avvisare delle avvenute correzioni? Mi interessa avendo un iMac late 2013, 21"5 che, pare, non sia supportato da Big Sur
18-11-2020 09:42

{von gol}
Credo che se una persona vissuta nel secolo scorso riprendesse vita e leggesse queste cose, penserebbe che la nostra è diventata una società di molluschi massificati. E io che ci vivo in questa società non potrei essere più d'accordo.
17-11-2020 14:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale di queste previsioni si realizzerà per prima?
La maggior parte degli acquisti avverrà attraverso il web.
Ci sarà in media uno smartphone per ogni abitante del pianeta.
Le aziende utilizzeranno Facebook e Twitter come mezzo principale di assistenza ai clienti.
La maggior parte dei nostri dati saranno sul cloud, non sui nostri Pc.
La maggior parte degli utenti accederanno al web tramite rete mobile.

Mostra i risultati (2166 voti)
Gennaio 2021
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Tutti gli Arretrati


web metrics