I nuovi MacBook Pro pensionano la Touch Bar

Era una buona idea, ma non è mai stata sfruttata a dovere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-07-2021]

mac pro touchbar pensione

Non era affatto una brutta idea la Touch Bar introdotta da Apple sui MacBook Pro quasi cinque anni fa.

In luogo della solita riga di "tasti funzione", i MacBook Pro iniziarono a montare un touchscreen completamente configurabile: in questo modo poteva adattarsi alle necessità di ogni applicazione offrendo i comandi più utili e, nelle pause, consentire di giocare a Doom.

Perché ciò funzionasse e affinché la Touch Bar potesse esprimere tutte le proprie potenzialità, però, era necessario il supporto degli sviluppatori e, a cinque anni di distanza, si può dire che tale supporto è stato quantomeno incostante.

Così, come sostengono gli analisti di Display Supply Chain Consultants, la prossima generazione di MacBook Pro - il cui debutto è atteso per il prossimo mese di settembre - manderà in pensione la Touch Bar e ripristinerà i tasti funzione, più tradizionali e meno complicati da gestire da parte degli sviluppatori dei vari software.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple lancia i nuovi MacBook Pro con display barra Touch

Commenti all'articolo (1)

In questo caso, probabilmente, si trattava di una caratteristica interessante, peccato che non sia stata adeguatamente supportata.
14-7-2021 19:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5386 voti)
Settembre 2022
Windows 11 2022 Update, meglio non avere fretta di installarlo
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 settembre


web metrics