Chrome OS Flex trasforma i vecchi PC in Chromebook

Il sistema di Google è meno esigente di Windows e consente così di recuperare hardware altrimenti obsoleto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-02-2022]

Chrome OS Flex

Sebbene Windows sia ampiamente il sistema operativo più diffuso e non sembri in alcun modo voler cedere lo scettro, non sono pochi gli utenti che vorrebbero un'alternativa più stabile, meno imprevedibile, meno esigente in termini di risorse, e possibilmente anche più sicura.

Linux è la prima possibilità che in questi casi viene in mente ma purtroppo soffre della fama di sistema "difficile" e, nonostante ciò non sia necessariamente vero, la voce diffusa scoraggia gli utenti dal concedergli una chance. Il sistema del pinguino non è però l'unica alternativa.

Di recente abbiamo parlato della decisione presa dalla catena di alberghi Nordic Choice Hotels di passare da Windows a Chrome OS adducendo ragioni legate alla sicurezza, un'operazione che finora non l'utente comune non poteva però pensare di affrontare a cuor leggero.

Ora Google ha però rilasciato una "variante" di Chrome OS chiamata Chrome OS Flex e sviluppata proprio con l'intento di rendere il passaggio il più indolore possibile.

Chrome OS Flex nasce dall'esperienza di Neverware, azienda acquisita da Google nel 2020 e che s'era fatta notare per la propria soluzione per l'abbandono di Windows in favore di Chrome OS denominata CloudReady, di cui Chrome OS Flex è l'edizione "made in Google".

Chrome OS Flex può essere installato su qualsiasi PC o Mac, sostanzialmente trasformandolo così in un Chromebook: data la "leggerezza" del sistema di Google, questa operazione consente di recuperare hardware vecchio e non più in grado di tenere dietro alle richieste di Windows in termini di risorse.

«Chrome OS Flex» - spiega Google - «ha la stessa base di codice e lo stesso ritmo di rilasci di Chrome OS. Contiene il browser Chrome, Google Assistant e le caratteristiche accessibili su più dispositivi tramite la stessa interfaccia utente di Chrome OS. Inoltre, con l'aggiornamento Chrome Enterprise for Education, i reparti IT possono gestire i dispositivi Chrome OS Flex e i dispositivi Chrome OS fianco a fianco nella console di Google Admin».

Da queste parole, scritte da Thomas Riedl, dirigente di Google, si capisce come Google Flex OS sia una soluzione pensata soprattutto per le aziende e, ancora più in particolare, per le scuole e le istituzioni educative, ossia le realtà in cui i Chromebook hanno conosciuto il maggior successo e che spesso dispongono di un parco hardware non troppo recente di cui non vorrebbero disfarsi.

Bisogna inoltre tenere presente che, allo stato attuale, Chrome OS Flex non è del tutto identico a Chrome OS: per esempio non ha accesso al Play Store, né può eseguire le app per Android, anche se la situazione dovrebbe cambiare in un prossimo futuro.

Infine, è forse bene ricordare che Chrome OS Flex non è consigliabile a chi sia intenzionato a lasciare Windows per ragioni che potremmo definire ideologiche: se ciò che non soddisfa del sistema di Microsoft è la dipendenza che impone all'utente dalle scelte proprietarie di una grande azienda, scambiare una multinazionale per un'altra non è esattamente la soluzione.

In ogni caso, chi volesse mettere alla prova questa possibilità sappia che può anche provare Chrome OS Flex eseguendolo da una chiavetta USB, tenendo tuttavia a mente che il sistema ancora non è considerato in versione definitiva: i più coraggiosi possono quindi iscriversi sulla pagina ufficiale per ottenere le istruzioni ufficiali di installazione o consultare la pagina di supporto relativa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
I Chromebook eseguiranno le app Android

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 27)

Non conosco la sequenza cronologica degli eventi: non so se auspicava un computer di riserva e, ricevuto un Chromebook, ha reagito diversamente o meno alle aspettative o se l'ha espressamente invocato. Leggi tutto
28-2-2022 08:05

Di solito chi inamovibile in certe opinioni ha comunque una certa et ed esperienza. molto pi facile dialogare con giovani o persone che proprio esperienza non hanno e tendono a fidarsi. Leggi tutto
25-2-2022 23:28

Comunque un po di confusione o, quantomeno, di mancata conoscenza delle caratteristiche di base di un chromebook ce le aveva direi... Leggi tutto
25-2-2022 17:28

Era semplicemente speranzosa che si risolvesse in un prodotto pi conforme alle sue aspettative; poi a caval donato... Per la cronaca, ho fin qui spinto la mia discrezione all'omettere che il parente in questione una lei. Non volevo si pensasse all'episodio in termini sciovinisti, parliamo di una professionista qualificata nel suo... Leggi tutto
25-2-2022 08:33

La gente strana, o forse confusa. Se era solo un backup, le bastava un disco esterno, se voleva il cloud, lo usava dal browser. Un pc che solo un browser a me pare inutile, occupa spazio per niente, e magari dopo un po' finisce in un cassetto.
24-2-2022 16:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa fai quanto ricevi una richiesta d'amicizia da una persona che non conosci?
Di solito accetto tutte le richieste d'amicizia. Pi amici ho, meglio
Accetto l'amicizia solo di persone con cui ho conoscenze in comune
Sui social, aggiungo come amici solo le persone che conosco personalmente

Mostra i risultati (1150 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 11 agosto


web metrics