Intel, le CPU Raptor Lake arrivano a 6 GHz

Con l'overclock, i Core di tredicesima generazione raggiungono addirittura gli 8 GHz.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-09-2022]

intel raptor lake 6 ghz

I processori AMD saranno anche in grado di raggiungere una frequenza di clock massima pari a 5,7 GHz, ma Intel non ha intenzione di lasciare la rivale in vantaggio in questa riedizione della corsa ai GigaHertz.

Durante il Technology Tour 2022, il gigante di Santa Clara ha infatti affermato che i processori basati sull'architettura Raptor Lake (ossia i Core di tredicesima generazione) sono in grado di operare nativamente a 6 GHz e che, se sottoposti a overlock e dotati di un adeguato raffreddamento ad azoto liquido, sono persino in grado di arrivare a 8 GHz.

Sebbene Intel sia in teoria in grado di sfornare processori che superano di 300 MHz quelli di AMD, però, ancora non è dato sapere quando la prima CPU capace di tali prestazioni sarà in commercio, né se si tratterà di un modello standard o se magari apparterrà alla serie speciale KS (processori dedicati ai desktop e con moltiplicatore sbloccato).

Sempre durante la presentazione, Intel ha affermato che i Raptor Lake, rispetto alla generazione precedente, migliorano le prestazioni durante le operazioni a singolo thread del 15%, e di ben il 41% durante lo operazioni a thread multiplo.

Com'è ormai abituale, infine, le CPU Raptor Like adottano sia E core (core che privilegiano l'efficienza) e P core (core che invece privilegiano le prestazioni), attivati a seconda delle necessità di elaborazione; in questa generazione di processori il numero di E core è raddoppiato, rispetto alla generazione precedente, le cache di livello 2 e 3 sono di dimensioni maggiori, e si introduce ufficialmente il supporto alle RAM DDR 5-5600.

La presentazione ufficiale dei processori Raptor Lake è fissata per il 27 settembre, mentre i primi esemplari dovrebbero arrivare sul mercato nel corso di ottobre.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Intel Core i9, 18 core e clock fino a 4,5 GHz
La legge di Moore è morta davvero

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

Allora più che altro dipende da quel che vale per te il tuo passato, se ci tieni o meno a conservarne le vestigia. :cappello: Leggi tutto
9-10-2022 09:22

Ci puoi mettere su un museo dell'informatica... :wink:
8-10-2022 15:04

si lo sapevo. io ad esempio altre ai c64 ho tante periferiche come datassete e stampanti mps801 ( ma non i monitor) una cinquantina di cartucce originali ed addiritttura un sistema completo PLUS4 +1531+1551+mps802! poi il c16, alcuni MSX, un TI99/4A conuna trentina di cartucce alcuni Sinclair ZX82 Spectrum e relativi accessori e un C128... Leggi tutto
6-10-2022 16:46

Beh oggi un Commodore 64 funzionante potrebbe anche non valere poco... ma non è detto.
26-9-2022 19:04

Si può sempre rimediare, io ne ho due di cui uno funzionante, ma forse sono un caso a parte avendo una collezione completa degli 8 bit.....
25-9-2022 14:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1334 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics