Dieci anni fa lo Shuttle Columbia cadde dal cielo

L'ala si era spezzata e il velivolo spaziale privo di controllo si era disintegrato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-02-2013]

2003 Space Shuttle Columbia disaster

Ricordo una voce del Controllo Missione che cercava ripetutamente, oltre ogni buon senso e ogni speranza, di avere risposta alle sue chiamate via radio dallo Shuttle Columbia che stava rientrando sulla Terra al termine della propria missione.

Ricordo le prime immagini di quei frammenti brillanti che solcavano in gruppo il cielo, tracciando scie bianche che non lasciavano spazio a conclusioni alternative.

crew orbit

Ricordo la voce rotta del direttore di volo che dava l'ordine che nessun direttore vorrebbe mai dare: chiudere a chiave le porte della sala controllo e sigillare i computer. L'ordine significa che la missione si è conclusa in tragedia e che ora bisogna congelare la situazione per capire cosa è andato terribilmente storto.

Sette astronauti erano morti: Rick Husband, William McCool, Michael Anderson, Kalpana Chawla, David Brown, Laurel Clark, Ilan Ramon. Di loro restavano soltanto le immagini, a quel punto amaramente fuori luogo, dei loro sorrisi e dei loro sereni resoconti degli esperimenti svolti durante la missione, trasmesse a terra prima del rientro.

C'era persino un video, recuperato fra i rottami, che mostrava l'equipaggio durante le fasi iniziali del rientro, ignaro di quello che sarebbe accaduto pochi minuti più tardi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
L'uomo presto ritornerà sulla Luna, ci si prepara all'esplorazione umana di Marte, la stazione spaziale internazionale sta per essere completata. Cosa pensi degli elevati costi che tale tipo di ricerca comporta?
La natura umana ci spinge a conoscere ed esplorare. Non ci sono costi troppo alti quando questi sono gli obiettivi.
L'esplorazione spaziale (come ogni altra forma di ricerca scientifica) ha i suoi costi, ma le ricadute tecnologiche e quindi i benefici di tali investimenti possono essere enormi.
Può certamente essere interessante sapere se qualche millennio fa c'erano forme di vita unicellulare su Marte, ma la Terra e i suoi abitanti hanno problemi ben più seri che necessitano di tutta l'attenzione e i fondi possibili.
Secondo me non siamo neanche stati sulla Luna, quindi...

Mostra i risultati (3892 voti)
Leggi i commenti (53)
Durante il decollo, lo Shuttle era stato colpito all'ala sinistra da un frammento della schiuma isolante dei supporti del grande serbatoio di propellente che accompagnava la navetta.

Il danno sembrava a prima vista trascurabile e la fase orbitale della missione era stata completata normalmente, ma l'impatto aveva in realtà aperto un varco nell'ala attraverso il quale, durante il rientro, era penetrato un getto dell'aria rovente che circondava il velivolo, fondendo la struttura dall'interno.

L'ala si era spezzata e il velivolo spaziale privo di controllo si era disintegrato mentre correva a venti volte la velocità del suono, a circa 70 chilometri di quota.

724120main 2441 946 710
Credit: NASA/Bill Ingalls. Le lapidi sono quelle di Gus Grissom e Roger Chaffee (Apollo 1), amici di Aldrin.

All'epoca erano circolate le storie più strane e alcuni giornali avevano pubblicato falsi scoop sul disastro. Nel 2008 fu pubblicato il rapporto finale sulle cause della perdita dell'equipaggio e del veicolo.

Questo secondo incidente mortale con uno Shuttle (dopo quello del Challenger nel 1986) fu l'inizio della fine per questo veicolo straordinario.

Il 1° febbraio la NASA ha ricordato quel giorno e gli altri astronauti perduti (di Apollo 1 e del Challenger) con numerose cerimonie. Qui sopra vedete l'astronauta lunare Buzz Aldrin insieme a Charlie Bolden, amministratore generale della NASA, al cimitero di Arlington. Altre foto sono qui.

Su Marte ci sono le Columbia Hills, battezzate con questo nome in onore dell'equipaggio perduto. Emily Lakdawalla, della Planetary Society, ha segnalato le immagini qui sotto, che le mostrano come le vedeva il robot Spirit: un anno e mezzo più tardi quello stesso robot si arrampicò sulla più alta di quelle colline, la Husband Hill.

columbia hills PIA05200 f840

Ecco la vista panoramica di Spirit dalla Husband Hill, al termine dell'arrampicata:

Summit 360 L2456atc f840

Per aspera ad astra.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Marte, lo spirito continua
Shuttle, ci mancava solo Nostradamus

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Danielix, secondo come la vedo io il valore della vita di un uomo sia che si chiami Gasparri , sia che è un campione di formula 1 , sia che è un lavoratore in nero che cade da un' impalcatra vale alla stessa maniera .
8-2-2013 01:26

Eh, vabbé... sono modi di dire... Pensa che l'altro giorno m'è scappato un "madoooonna, mi son fatto una scopata come dio comanda!!" :oops: (quale faccina volevi che ti mettessi accanto ad amen perché si vedesse che era sarcastico? =) ) Leggi tutto
6-2-2013 17:07

@stx Quoto! Solo che l'operaio che cade da una impalcatura e una mancanza di sicurezza sul lavoro di tutti, ovvero può capitare al Tizio, Caio, me, te, lui, ecc.. Anche se facciamo lavori diversi! Dovremmo prestare più considerazione per quelli che per lo spettacolo degli eroi... Ciao
6-2-2013 13:58

Questa, poi, detta da te.. :shock: :shock: Leggi tutto
6-2-2013 11:09

Nessuna vita è banale, nessuna vita dovrebbe andare sprecata. Sia quella di un astronauta che quella di un muratore ucraino che lavora in nero su un impalcatura. Dovremmo discutere di opportunità, ma ci allungheremmo troppo, di come l'astronauta sia diventato tale e del perchè invece il muratore non lo abbia potuto fare. La mia... Leggi tutto
6-2-2013 07:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hanno suscitato polemiche in Abruzzo alcuni manifesti pubblicitari con una ragazza in bikini e la scritta: "La diamo a tutti... l'Adsl dove non c'è". Alcuni hanno proposto di farli rimuovere perché lesivi della dignità della donna. Cosa ne pensi?
Sono contrario al ritiro dei manifesti perché sono incisivi e divertenti.
Li trovo volgari ma non credo che si possano proibire.
Bisogna farli rimuovere perché sono vergognosi.
Non penso che aumenteranno gli abbonamenti Adsl, anzi...
Altri gestori hanno fatto di peggio.

Mostra i risultati (3999 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics