Due smartphone con Firefox OS

ZTE Open e Alcatel One Touch Fire sono i primi smartphone a meno di 100 dollari con il sistema operativo di Mozilla.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-02-2013]

ZTE Open Orange

Mozilla ha scelto il Mobile World Congress, in pieno svolgimento, quale vetrina perfetta per mostrare al mondo il proprio Firefox OS, il sistema operativo per smartphone di cui si parla come imminente sin dallo scorso settembre.

Dato che un sistema operativo per cellulari è però inutile senza un cellulare che lo mostri in azione, ecco che a Barcellona due produttori hanno svelato le proprie proposte.

La prima è quella di ZTE, e si chiama Open: disponibile in due colorazioni - blu o arancio - è uno smartphone di fascia bassa basato sul processore Qualcomm Snapdragon S1 MSM7225A single core a 600 o 800MHz (basato su Cortex A5) con 256 Mbyte di RAM.

La memoria interna ammonta a 512 Mbyte ed è espandibile tramite microSD, la risoluzione dello schermo arriva a 480x430 pixel e la fotocamera monta un sensore da 3,2 megapixel. Il supporto alla connettività comprende UMTS, Wi-Fi 802.11a/b/g/n e Bluetooth 2.1; non mancano GPS e radio FM.

Sondaggio
Che cos'è che valuti maggiormente quando acquisti uno smartphone?
La dimensione dello schermo
Il processore
La durata della batteria
Il prezzo
La velocità di connessione

Mostra i risultati (3858 voti)
Leggi i commenti (15)

L'idea - propagandata da Mozilla - è che la qualità del sistema sia tale da rendere fluido e scattante l'utilizzo di hardware anche piuttosto modesto, permettendo così agli utenti di contenere i costi e avere allo stesso tempo un telefono moderno. Il lancio dello ZTE Open dovrebbe avvenire nel secondo trimestre di quest'anno (ma non negli Stati Uniti, che pare debbano attendere il 2014)

L'altra proposta è quella di Alcatel, e prende il nome di One Touch Fire.

alcatel one touch fire
Alcatel One Touch Fire

Anche in questo caso si tratta di un'offerta entry level. Il One Touch Fire si basa su un processore a 1 GHz con 256 Mbyte di RAM; lo spazio interno ammonta a 512 Mbyte (espandibili tramite microSD) e la fotocamera ha un sensore da 3,2 megapixel.

Non mancano il supporto a Wi-Fi 802.11b/g/b, Bluetooth 3.0, GPS, radio FM e HSPA (fino a 7,2 in download e 5,76 in upload).

I prezzi di entrambi gli smartphone saranno al di sotto dei 100 dollari; la destinazione primaria di questi prodotti sono i mercati emergenti, in particolare America Latina ed Europa Orientale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mozilla uccide Firefox OS e licenzia
Smartphone con Firefox OS in vendita a 69 euro
In arrivo il tablet di Mozilla, basato su Firefox OS
Mozilla regala smartphone a sviluppatori per Firefox OS
Firefox OS, ci prova anche Sony
Samsung Galaxy Note 8, il tablet che è anche smartphone
Slate 7, il tablet di HP con Android
Arriva Firefox 19, legge anche i PDF
Mozilla lancia Firefox OS Simulator
Firefox OS, ecco come sarà

Commenti all'articolo (2)

Potrei anche decidere di tornare a possedere un alcatel!
25-2-2013 23:25

prevedo un buco nell'acqua "epico" :D
25-2-2013 19:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2167 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics