Google, un super-database per combattere la pornografia infantile

Contiene le ''impronte digitali'' delle immagini di abusi, per evitare che le copie si diffondano e facilitare il lavoro della polizia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-06-2013]

google database abuso

Un grande database, aperto a diverse agenzie, per combattere la pornografia infantile: conterrà i dati a identificare le immagini degli abusi su minori scovate in Rete e permetterà di bloccare tempestivamente la diffusione di copie.

È questa l'idea che Google vuole rendere operativa entro un anno e che ha pubblicizzato con un post sul proprio blog ufficiale.

Per realizzare il progetto, il cui fine ultimo è annullare completamente la presenza di immagini pedopornografiche online, Google ha deciso di stanziare 5 milioni di dollari che in parte finiranno ai partner impegnati nella stessa battaglia.

L'idea del database è l'evoluzione dell'hashing introdotto nel 2008 e che viene utilizzato per identificare le foto che contengono abusi sessuali sui bambini, prevenendo così la diffusione dei duplicati.

Con l'introduzione del database, che conterrà le "impronte digitali" di tali immagini, per le autorità, la polizia, le aziende e tutti i soggetti che lavorano in questo campo sarà più facile intervenire.

Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5367 voti)
Leggi i commenti (44)

«Il nostro business» - spiega Google - «consiste nel rendere le informazioni disponibili a tutti, ma ci sono certe "informazioni" che non dovrebbero mai essere create o trovate. Facciamo molto per assicurarci che non siano disponibili online - e che le persone che cercano di condividere questi contenuti disgustosi siano catturate e perseguite».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)


Il problema dell'evasione fiscale credo che dipenda unicamente dalla convenienza. Non è questione di rischio detentivo, è che è sicuro che ci guadagni. Se fosse sicuro, o quasi sicuro che ci si rimette il doppio di soldini, non evaderebbe nessuno o quasi nessuno. Ma sono i grandi evasori a dominare la società in cui viviamo e, di... Leggi tutto
19-6-2013 11:44

Sono un po' scettico. Va bene che prevenire è meglio che curare ma cercare di arginare un fenomeno di diffusione su internet assomiglia molto a tentare di fermare un corso d'acqua con le mani. Credo che finché non si mettano delle sanzioni detentive FORTI, ma proprio forti forti, nei nostri ordinamenti, tutti i metodi di questo tipo... Leggi tutto
19-6-2013 11:07

Speriamo che serva davvero a questo e non ad altro. Ma può funzionare? O è solo una pia illusione?
19-6-2013 10:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo browser preferito?
Internet Explorer
Firefox
Chrome
Safari
Opera
Un altro

Mostra i risultati (12147 voti)
Giugno 2022
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 giugno


web metrics