Microsoft presenta Surface 2 con Windows 8.1

La linea di tablet si rinnova: offre più potenza, 10 ore di autonomia e una vasta gamma di accessori per mandare in pensione i PC portatili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-09-2013]

surface 2 2

È passato ormai quasi un anno da quando Microsoft ha messo in vendita i tablet Surface, lanciati insieme a Windows 8.

Ora che Windows 8.1 si prepara al debutto, è giunto il momento di svelare Surface 2, diretta evoluzione dei modelli del 2012 dei quali, purtroppo per l'azienda di Redmond, non si può dire che abbiano brillato al di sopra di ogni concorrente.

La rinnovata famiglia di tablet targati Microsoft si ripresenta in due versione: c'è infatti Surface 2, dotato di Windows RT, e Surface Pro 2, dotato di Windows 8.1.

I due tablet differiscono nello stesso modo in cui differivano i progenitori: il primo è basato su un processore con architettura ARM, e utilizza la versione di Windows 8.1 non compatibile con i software per architettura x86; l'altro, invece, ha processore Intel ed è pensato per essere un sostituto degli ultrabook.

Rispetto alla generazione precedente, entrambi offrono una potenza di calcolo superiore, un'autonomia maggiore (fino al 75% in più, dice Microsoft: ora si può lavorare per 10 ore consecutive).

Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6524 voti)
Leggi i commenti (71)

Nel dettaglio Surface 2 - dedicato all'utilizzo personale - si basa sul SoC nVidia Tegra 4 e offre uno schermo HD ClearType da 10,6 pollici con risoluzione di Full HD (1920 x 1080 pixel).

La porta USB standard ora è una porta USB 3.0; la fotocamera anteriore ha un sensore da 3,5 megapixel, mentre quella posteriore arriva a 5 megapixel. Dal punto di vista non è cambiato molto, a parte il fatto che il tablet ora è più sottile e leggero rispetto al predecessore.

Windows RT 8.1 incorpora i miglioramenti di questo aggiornamento di Windows e offre l'accesso a Xbox Music per la riproduzione in streaming dei brani musicali. La dotazione software inoltre include Office 2013 RT con Outlook RT.

surface pro 2 3
Surface Pro 2

Surface 2 sarà commercializzato in versioni da 32 e 64 Gbyte di memoria interna, con prezzi che partono da 439 euro.

Surface Pro 2 è invece destinato a un'utenza più esigente e si presenta esplicitamente come un «sostituto del computer portatile». Si basa su un processore Intel Core i5 con 4 o 8 Gbyte di RAM ed è compatibile con tutti i software normalmente utilizzati su PC, Office compreso.

surface pro 2 1
Surface Pro 2

I prezzi di Surface Pro 2 sono ovviamente superiori rispetto a quelli di Surface 2. Si parte da 889 euro per la versione con 64 Gbyte di spazio e 4 Gbyte di RAM; i prezzi salgono con l'aumentare delle caratteristiche: è infatti possibile portare la memoria interna a 128, 256 o 512 Gbyte e la RAM a 8 Gbyte.

Entrambi i modelli saranno in vendita a partire dal prossimo 22 ottobre, ma è possibile pre-ordinarli già a partire dalle 14.00 di oggi tramite il sito apposito.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Surface 2, le cover e gli accessori

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)


ennesimo fail di vendite all'orizzonte....allora non hanno imparato dal surface 1! :D @luca: non sono assolutamente d'accordo con la tua analisi, la microsoft sta sperimentando con ARM perchè ha dei vantaggi significativi sul consumo che x86/x64 attualmente non hanno. D'altronde come hai detto te, se vuoi misurarti con Android,... Leggi tutto
26-9-2013 08:48

anche questa volta si sono dimenticati il 3g (o simili telefonici)? Sul pro si ovvia con una chiavetta, ma è veramente scomodo
25-9-2013 13:20

{W3C_PDB}
Premesso che la cpu Tegra è una cpu ARM, una cpu ARM, essendo una cpu RISC, non può esser compatibile con la cpu CISC (i386; i486; i586; i686).... Il sistema è interamente concepito per far funzionare solo windows 8.1 su architettura RISC e chi fino ad oggi ha comprato CISC, non lascerà un'architettura CISC, per seguire i disegni... Leggi tutto
25-9-2013 11:15

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (2614 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 ottobre


web metrics