I Google Glass protagonisti a Digiarte 2013

La decima edizione della manifestazione artistica mostra come si è trasformata la fotografia nell'era degli occhiali di Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-10-2013]

google glass digiarte

Prenderà il via il prossimo primo novembre la decima edizione di Digiarte, il progetto dell'Associazione Culturale Simpatico Mimetico di Sesto Fiorentino.

Il tema di quest'anno è Uno sguardo altrove: parteciperanno artisti «che hanno in comune una visione internazionale o insolita della realtà».

Nella giornata di apertura ci sarà un incontro particolare presso la Sala Conferenze della Scuola Internazionale Lorenzo de' Medici, a Firenze, alle 10.00. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
La tecnologia attuale rende già possibile avere dei ''superpoteri'' che un tempo sembravano appannaggio solo dei personaggi di fantasia. Quale non vedi l'ora di avere?
La capacità di respingere i proiettili, come Superman.
La resistenza alla fatica e alle ferite, come Batman.
Il "senso di ragno" di Spider-Man.
L'armatura di Iron Man.
L'invisibilità, come la Donna Invisibile.
Il "senso radar" di Daredevil.
La telecinesi, come Jean Grey degli X-Men.
Il governo dell'elettricità, come Fulmine Nero.
La vista di Robocop.

Mostra i risultati (2225 voti)
Leggi i commenti (2)
In quell'occasione, riservata ai media, saranno mostrati due esemplari di Google Glass grazie alla partecipazione delle aziende Rokivo e Vidiemme che fanno parte della Google Explorer Experience.

Durante l'incontro si parlerà di che cosa è possibile fare con gli occhiali e delle sperimentazioni che si vorrebbero avviare in ambito sociale, turistico, di viabilità.

In seguito, alle 15.00, presso l'Ipercoop di Sesto Fiorentino ci sarà una Demo che mostrerà al pubblico le capacità degli occhiali.

I Google Glass saranno anche presenti negli spazi espositivi dell'evento tramite il progetto A step haed che riguarda proprio la fotografia ai tempi dei Google Glass. L'articolo continua dopo il video.

Sarà infatti allestita una mostra fotografica con immagini scattate attraverso gli occhiali di Google e alla quale parteciperanno due artisti internazionali: Richard Koci Hernandez e Harper Reed.

La decima edizione di Digiarte proseguirà sino al 16 novembre. Ogni ulteriore è disponibile sul sito ufficiale della manifestazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2769 voti)
Novembre 2022
Da Intel i processori con gli optional a pagamento
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 novembre


web metrics