Datagate, spiato anche il governo italiano

I file sottratti da Snowden rivelano che USA e Regno Unito intercettavano anche le comunicazioni di politici e aziende italiane.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-10-2013]

Edward Snowden

La rivelazione, a dire il vero, era prevedibile: la NSA, l'ente americano "spione" al centro del datagate, intercettava anche l'Italia.

Ad affermarlo è Gleen Greenwald, il giornalista statunitense che è in possesso dei file sottratti da Edward Snowden e che ne ha parlato al settimanale L'Espresso.

«La NSA porta avanti molte attività spionistiche anche sui governi europei, incluso quello italiano» ha dichiarato Greenwald, il quale nelle prossime settimane rivelerà i dettagli circa il controllo delle comunicazioni italiane da parte degli americani.

Peraltro, pare che la NSA non fosse l'unica a darsi alle intercettazioni: Greenwald afferma che accanto a PRISM agiva anche Tempora, un programma analogo creato dai servizi segreti britannici.

I due software tenevano sotto controllo tre cavi sottomarini a fibre ottiche attraverso i quali passano telefonate e dati - SeaMeWe 3, SeaMeWe 4 e FEA - grazie anche a un «accordo di terzo livello» che esisteva tra i servizi segreti britannici e quelli italiani, i quali dunque erano a conoscenza di quanto avveniva.

Sondaggio
La NSA non spiava solo i cittadini USA ma anche i governi di Francia, Germania e Italia. Qual è la tua reazione di fronte a questa notizia? (se vuoi dare risposte multiple o commentare ulteriormente, usa il forum)
Sono profondamente indignato: come si sono permessi?
Sono stupito che gli USA siano arrivati a questo punto.
In fondo lo fanno per prevenire gli attentati; quindi li giustifico, almeno parzialmente.
Non mi sorprende. E' da un po' che l'Europa non conta più un tubo.
Accidenti! Avranno ascoltato anche le telefonate con la mia fidanzata/o.
I nostri politici non hanno nulla di più importante di cui preoccuparsi?
Lo so perfino io che i telefoni sono spiati, figuriamoci i terroristi.
Avevano ragione quelli di Zeus News, quando già nel 2001 scrivevano di Echelon.

Mostra i risultati (2912 voti)
Leggi i commenti (15)

I britannici setacciavano gli scambi di informazioni a caccia di qualcosa che consentisse loro di capire «le intenzioni politiche dei governi stranieri» anche e soprattutto su «questioni militari», contrastare la proliferazione di armi nucleari, batteriologiche o chimiche, ma anche trovare dati per avvantaggiare «il benessere economico dell'Inghilterra», contrastare il traffico di droga e individuare «gravi reati economici».

Quanto agli statunitensi, il presidente Obama avrebbe ordinato che la raccolta di informazioni in Europa si limitasse allo spionaggio antiterroristico, evitando quello politico e industriale.

Sul caso è già intervenuto il Copasir per bocca del proprio presidente, Giacomo Stucchi, il quale ha dichiarato: «La NSA ci ha spiegato che i loro filtri impediscono che ci sia una raccolta massiva di comunicazioni nel nostro Paese che riguardano cittadini italiani che parlano tra di loro. Siamo stati anche a Washington e i vertici della NSA l'hanno escluso. Ora il governo italiano ci ha confermato che tutto ciò è stato ribadito dagli organi competenti americani. E la conferma è arrivata anche dai servizi italiani».

«L'unica cosa su cui non c'è ancora chiarezza» - ha aggiunto Stucchi - «sono i metadati generati da comunicazioni da e per gli USA in partenza o in arrivo dall'Italia. Ma solo metadati».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Perzo e la sicurezza nelle comunicazioni
Spiare il Papa? È quasi la norma
L'ipocrisia dei politici alle prese col Datagate
La NSA spiava il governo italiano, quindi...
Russia, l'ex KGB controllerà tutto il traffico Internet
Garante privacy: il Governo indaghi sul datagate
Letta e Monti, i soli che non hanno protestato contro la NSA
La chat a prova di NSA viaggia sul torrent
Google smentisce coinvolgimento in datagate e annuncia più crittografia
La NSA può violare ogni crittografia
Microsoft collaborava con i servizi segreti USA
Eppure Snowden è più Radicale di Emma
Letta e Tavaroli hanno passato i nostri dati agli americani?
Tim Berners-Lee attacca i governi del datagate

Commenti all'articolo (2)


Metadati? C***o é metadati??? :D ..m****ia boh...
24-10-2013 23:34

beati coloro che credono. Leggi tutto
24-10-2013 21:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1213 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics