Datagate, spiato anche il governo italiano

I file sottratti da Snowden rivelano che USA e Regno Unito intercettavano anche le comunicazioni di politici e aziende italiane.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-10-2013]

Edward Snowden

La rivelazione, a dire il vero, era prevedibile: la NSA, l'ente americano "spione" al centro del datagate, intercettava anche l'Italia.

Ad affermarlo è Gleen Greenwald, il giornalista statunitense che è in possesso dei file sottratti da Edward Snowden e che ne ha parlato al settimanale L'Espresso.

«La NSA porta avanti molte attività spionistiche anche sui governi europei, incluso quello italiano» ha dichiarato Greenwald, il quale nelle prossime settimane rivelerà i dettagli circa il controllo delle comunicazioni italiane da parte degli americani.

Peraltro, pare che la NSA non fosse l'unica a darsi alle intercettazioni: Greenwald afferma che accanto a PRISM agiva anche Tempora, un programma analogo creato dai servizi segreti britannici.

I due software tenevano sotto controllo tre cavi sottomarini a fibre ottiche attraverso i quali passano telefonate e dati - SeaMeWe 3, SeaMeWe 4 e FEA - grazie anche a un «accordo di terzo livello» che esisteva tra i servizi segreti britannici e quelli italiani, i quali dunque erano a conoscenza di quanto avveniva.

Sondaggio
La NSA non spiava solo i cittadini USA ma anche i governi di Francia, Germania e Italia. Qual è la tua reazione di fronte a questa notizia? (se vuoi dare risposte multiple o commentare ulteriormente, usa il forum)
Sono profondamente indignato: come si sono permessi?
Sono stupito che gli USA siano arrivati a questo punto.
In fondo lo fanno per prevenire gli attentati; quindi li giustifico, almeno parzialmente.
Non mi sorprende. E' da un po' che l'Europa non conta più un tubo.
Accidenti! Avranno ascoltato anche le telefonate con la mia fidanzata/o.
I nostri politici non hanno nulla di più importante di cui preoccuparsi?
Lo so perfino io che i telefoni sono spiati, figuriamoci i terroristi.
Avevano ragione quelli di Zeus News, quando già nel 2001 scrivevano di Echelon.

Mostra i risultati (2980 voti)
Leggi i commenti (15)

I britannici setacciavano gli scambi di informazioni a caccia di qualcosa che consentisse loro di capire «le intenzioni politiche dei governi stranieri» anche e soprattutto su «questioni militari», contrastare la proliferazione di armi nucleari, batteriologiche o chimiche, ma anche trovare dati per avvantaggiare «il benessere economico dell'Inghilterra», contrastare il traffico di droga e individuare «gravi reati economici».

Quanto agli statunitensi, il presidente Obama avrebbe ordinato che la raccolta di informazioni in Europa si limitasse allo spionaggio antiterroristico, evitando quello politico e industriale.

Sul caso è già intervenuto il Copasir per bocca del proprio presidente, Giacomo Stucchi, il quale ha dichiarato: «La NSA ci ha spiegato che i loro filtri impediscono che ci sia una raccolta massiva di comunicazioni nel nostro Paese che riguardano cittadini italiani che parlano tra di loro. Siamo stati anche a Washington e i vertici della NSA l'hanno escluso. Ora il governo italiano ci ha confermato che tutto ciò è stato ribadito dagli organi competenti americani. E la conferma è arrivata anche dai servizi italiani».

«L'unica cosa su cui non c'è ancora chiarezza» - ha aggiunto Stucchi - «sono i metadati generati da comunicazioni da e per gli USA in partenza o in arrivo dall'Italia. Ma solo metadati».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Perzo e la sicurezza nelle comunicazioni
Spiare il Papa? È quasi la norma
L'ipocrisia dei politici alle prese col Datagate
La NSA spiava il governo italiano, quindi...
Russia, l'ex KGB controllerà tutto il traffico Internet
Garante privacy: il Governo indaghi sul datagate
Letta e Monti, i soli che non hanno protestato contro la NSA
La chat a prova di NSA viaggia sul torrent
Google smentisce coinvolgimento in datagate e annuncia più crittografia
La NSA può violare ogni crittografia
Microsoft collaborava con i servizi segreti USA
Eppure Snowden è più Radicale di Emma
Letta e Tavaroli hanno passato i nostri dati agli americani?
Tim Berners-Lee attacca i governi del datagate

Commenti all'articolo (2)


Metadati? C***o é metadati??? :D ..m****ia boh...
24-10-2013 23:34

beati coloro che credono. Leggi tutto
24-10-2013 21:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1353 voti)
Gennaio 2021
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Tutti gli Arretrati


web metrics