Personal number portability

Che cos'è la personal number portability e qual è la situazione attuale in Italia? Facciamo il punto sull'argomento sottolineando cosa funziona e cosa potrebbe funzionare meglio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-04-2003]

La personal number portability (o semplicemente number portability) è la possibilità di cambiare il gestore del proprio telefono senza essere costretti a cambiare numero, ma continuando a utilizzare il vecchio. Ci occuperemo di questo argomento nell'ambito della sola telefonia mobile, promettendoci di ritornare a parlarne in futuro anche per quanto riguarda la telefonia fissa.

La number portability viene sancita in Italia da una delibera dell'Authority per le Comunicazioni nel giugno 2001, prima ancora che fosse stabilita dall'Unione Europea per tutti i paesi comunitari.

Deve passare però quasi un anno perché i quattro gestori italiani di telefonia mobile giungano a un accordo in merito alle modalità del passaggio da un gestore all'altro. Infatti, mentre Tim e Vodafone Omnitel, che gestiscono un quasi duopolio dei telefonini, frenano adducendo motivi tecnici, Wind e H3G (l'attuale "3", il gestore di telefonia mobile UMTS) spingono invece per un'accelerazione e una semplificazione dei passaggi.

Possiamo dire che tuttora "3" partirà solo assegnando nuovi numeri, perché considera le condizioni poste dagli altri gestori inaccettabili sotto il profilo economico; Wind invece ha avviato una forte campagna pubblicitaria per strappare concorrenti con la number portability ai concorrenti, con offerte vantaggiose (fino a 100 euro di traffico gratis) per chi volesse "tradire" il suo vecchio gestore.

Chi vuole cambiare gestore in ogni caso deve seguire una procedura standard, che inizia con il recarsi presso uno dei punti di vendita del "nuovo" gestore e sottoscrivere un altro contratto. Sarà poi il nuovo gestore a comunicare al vecchio il passaggio (è previsto un tempo tecnico di almeno 5 giorni) e al cliente sarà consegnata una nuova Sim. Il cambio è gratuito per il cliente, mentre il nuovo gestore deve pagare un piccolo "riscatto" al vecchio.

In Italia sono attivi oltre 50 milioni di numeri mobili: secondo la statistica ci sarebbe quindi una Sim per ciascun abitante (compresi i neonati). Tuttavia al 2 ottobre 2002 solo 156.000 utenti avevano approfittato della possibilità della number portability, sebbene in un mercato praticamente saturo come quello italiano gli unici cambiamenti possano essere solo il passaggio da un gestore all'altro; consideriamo infatti che il gestore Blu è scomparso prematuramente e i suoi clienti sono passati prevalentemente a Wind.

Una delle cause che probabilmente non incentivano un forte utilizzo della number portability è che passando a un altro gestore non ci si può portare dietro il credito residuo: in pratica lo si perde, poco o tanto che sia. Su questo punto le associazioni dei consumatori hanno chiesto un intervento dell'Authority perché si possa trasferire il credito insieme al numero.

Un altro fattore potrebbe essere che spesso i clienti hanno formule come "Duetto" di Tim o "You and Me" di Vodafone Omnitel, che offrono un forte sconto per le telefonate dirette verso un telefonino dello stesso gestore: in caso di passaggio di uno dei due a un altro gestore si perde tale vantaggio, come si perdono i dati della vecchia Sim, e ancora la possibilità di utilizzare i servizi del vecchio gestore. Infatti in Italia i servizi di news, giochi e informazioni varie di un determinato gestore non sono "universali", cioè accessibili ai clienti di un altro gestore.

Molto concretamente, le tariffe dei due più importanti gestori mobili non differiscono quasi in nulla: si è parlato spesso di "cartello" e c'è stata anche una sentenza e una forte multa da parte dell'Authority a Tim e Vodafone Omnitel per aver "concordato" le tariffe. Chi avrebbe interesse a cambiare gestore, se le cose stanno così?

Uno degli effetti concreti della number portability è che, mentre la tariffa per chiamare i telefonini del proprio gestore è generalmente la meno cara, questa può anche raddoppiare se si chiama un telefonino di un altro gestore. Prima della number portability il cliente poteva riconoscere dal prefisso il gestore telefonico (347-348-349 per Vodafone Omnitel e via dicendo); molti si dotavano appositamente di Sim di diversi gestori proprio per risparmiare. Ora, con la number portabilty, può accadere di chiamare un cliente con prefisso Omnitel e invece appartenente a un cliente Wind (e quindi pagare molto di più). Per questo Tim, Vodafone Omnitel e Wind hanno istituito dei numeri gratuiti che si possono chiamare per conoscere con certezza a quale gestore appartiene un dato numero.

Le associazioni dei consumatori hanno chiesto anche l'attivazione di un servizio automatico vocale che, al momento della composizione del numero, informa l'utente di quale sia il gestore; l'Authority non si è espressa su tale richiesta. Nel frattempo Tim ha lanciato la "tariffa unica", che prevede un unico costo per le chiamate verso tutti i telefonini, qualunque sia il loro gestore (anche se chiamare un altro telefono Tim in questo modo costa un po' di più che con le altre tariffe Tim).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

Paolo
cambio gestore Leggi tutto
29-11-2004 11:52

francesco
il cambio di gestore non è gratuito Leggi tutto
18-4-2003 13:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando guidi in cittÓ, chi non vorresti incontrare nel traffico?
La Scuola Guida
Il neopatentato
La donna che si trucca in coda
Il manager che legge un quotidiano in coda
L'imbranata: parte in terza e si spegne il motore
L'avvoltoio dei parcheggi: continua a girare fino trovarne uno
La mamma con il SUV davanti alla scuola
L'indeciso sulla strada da prendere
Il vecchio col cappello
Il camion della nettezza urbana

Mostra i risultati (2339 voti)
Maggio 2021
TIM, parte da Trento l'addio al rame in favore della fibra
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Windows 10, arriva l'Eco Mode per far tornare scattante il Pc
Microsoft pronta a lanciare Cloud PC, il desktop in streaming
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 maggio


web metrics