Demonoid censurato in Italia

Ancora una volta una misura sproporzionata che mette offline un intero sito.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-10-2014]

demonoid censura italia

La storia di Demoind è costellata di chiusure, resurrezioni sospette e, più di recente, di un ritorno in grande stile che sta riportando il tracker all'apice della popolarità.

Tutto ciò ovviamente non poteva passare inosservato alle associazioni che difendono il copyright e in particolare alla nostra FIMI, che rappresenta diverse case discografiche.

La FIMI s'è rivolta all'AGCOM lamentando la condivisione tramite Demonoid di opere di vari artisti italiani, tra cui Laura Pausini, Max Pezzali e Vasco Rossi.

L'AGCOM è intervenuta ma, anziché richiedere la rimozione dei contenuti resi disponibili illegalmente, ha deciso di bloccare l'intero sito: attualmente Demonoid non è più raggiungibile dall'Italia, anche se i soliti sistemi per aggirare i divieti sono sempre validi.

Come al solito, la reazione è stata sproporzionata rispetto alla violazione.

Sondaggio
Secondo te qual Ŕ tra questi il miglior smartphone del momento? Confronta i risultati con quelli del sondaggio precedente (primavera/estate 2014)
Apple iPhone 5S - 8.2%
Apple iPhone 6 - 14.2%
BlackBerry Q10 - 3.2%
Google Nexus 5 - 10.9%
HTC One M8 - 6.8%
LG G3 - 9.3%
Nokia Lumia 1020 - 4.1%
Nokia Lumia 1520 - 4.9%
OnePlus One - 6.5%
Samsung Galaxy Note 4 - 11.0%
Samsung Galaxy S5 - 20.9%
  Voti totali: 1762
 
Leggi i commenti (13)

Come fa notare l'avvocato Fulvio Sarzana, il Tribunale di Roma ha già emesso una sentenza che va proprio in questa direzione, in base alla quale si indica come preferibile il blocco dei singoli contenuti e non degli interi siti che li ospitano; eppure l'AGCOM ha ignorato questo precedente.

Sebbene la FIMI festeggi, Demonoid può in teoria fare ricorso contro la decisione dell'AGCOM e ottenere lo sblocco (eccettuati ovviamente i contenuti in violazione), sperando in una risposta da parte della Corte Costituzionale.

Il Tribunale di Roma le ha infatti trasmesso le lamentele ricevute da diverse associazioni di consumatori proprio in merito ai blocchi "esagerati" ordinati dall'AGCOM; la Corte ora dovrà decidere se tali blocchi violino la libertà di espressione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Pi¨ che illegalitÓ sarei propenso a dire incostituzionalitÓ ma oramai si vede bene cosa sia l'AGCOM, altro che regolazione e garanzia. :cry:
8-10-2014 19:07

{ishhbou}
Il fatto che agcom possa "ordinare" la chiusura di siti è una tragedia di illegalità, ma non mi stupisce niente ormai. Sappiamo tutti chi sono i padroni e chi i servi...
7-10-2014 21:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
╚ la solitudine che spinge le persone a usare "pi¨ tecnologia".
╚ l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1468 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 ottobre


web metrics