Disney brevetta il motore di ricerca che filtra la pirateria

Secondo il colosso dell'animazione, soltanto i risultati autenticati dalle major hanno il diritto di apparire.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-11-2014]

Disney motore ricerca pirateria

Che alle grandi aziende detentrici dei diritti sulle opere cinematografiche i motori di ricerca attuali non stiano troppo simpatici non è un mistero per nessuno.

Google, per esempio, è subissata da richieste di rimozione eppure le major non sembrano mai soddisfatte: a non piacere è il funzionamento stesso dei motori di ricerca, che restituiscono i risultati in base alla loro popolarità e che in questo modo troppo spesso avvantaggiano i contenuti pirata.

Disney ha deciso così di progettare da sé il motore di ricerca ideale che fa piazza pulita dei risultati pirata, mettendo invece ai primi posti i siti delle aziende stesse.

Nasce così il Sistema di ordinamento dei contenuti online basato su valori indicativi dell'autenticità per gli elementi del web», descritto in un apposito brevetto da poco concesso.

Tale sistema «permette di filtrare i risultati indesiderabili, come quelli che rimandano a siti pirata».

La chiave di tutto sta nei criteri di attribuzione dell'autenticità. Secondo Disney, il criterio di popolarità adottato dai motori attuali può essere facilmente aggirati con intenti illeciti: «Per esempio, una pagina manipolata per la vendita non autorizzata di medicinali, film etc può riuscire a ottenere un'alta popolarità, ma ciò che l'utente medio vorrà vedere è una pagina più autentica».

Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi pi¨ pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual Ŕ il pi¨ pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2399 voti)
Leggi i commenti (5)

Ecco quindi che l'azienda preferisce affidarsi a un «indice di autenticità», il quale promuove i siti maggiormente «autorevoli», eliminando quelli «indesiderabili».

Il problema è capire come si debba creare l'indice. Secondo Disney, al primo posto vanno messi i siti ufficiali relativi a una determinata proprietà.

Per esempio, se qualcuno cerca il film Biancaneve e i sette nani non deve vedere come primo risultato la pagina relativa di Wikipedia o dell'Imdb, ma la pagina ufficiale del film sul sito Disney, perché è Disney la titolare dei diritti su quest'opera.

Così non solo la pirateria ma tutto ciò che non ha a che fare con il marchio scivola fatalmente nelle posizioni più basse dell'elenco dei risultati.

Il fatto che tutto ciò sia stato trasformato in un brevetto non significa che presto lo vedremo implementato all'interno di qualche motore di ricerca realmente esistente; è tuttavia un'indicazione preziosa per capire in che direzione vogliono muoversi i detentori dei diritti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google, rimossi mezzo miliardo di link pirata
Disney accusata di pirateria
Pirateria, Bing non è nel mirino
Senza DRM i brani musicali venderebbero il 10% in più
Inizia la crociata dell'industria cinematografica contro Mega

Commenti all'articolo (4)

SarÓ sufficiente non usare questo motore di ricerca e amen, morirÓ da se... In quanto ad obbligarne l'uso la vedo ancora molto dura per fortuna.
15-11-2014 14:18

Se per legge veramente apparissero solo i risultati autenticati diventerebbe impossibile cercare in rete "Biancaneve" eccetto che quella della Disney sul sito Disney, e questo lo vedo un po' improbabile. :roll: Se invece verranno forzosamente messi ai primi posti i siti delle major... giÓ da adesso basta, per levarseli di... Leggi tutto
12-11-2014 18:00

{taishan}
Sarà sicuramente un sulcesso, ma è anche un'avvisaglia di quel che sarà il web domani. Mi aspetto l'avvento di un comitato di salute pubblica, che corregga i cittadini devianti. Le regole, senza un cuore, producono mostri...
12-11-2014 12:12

sarÓ sicuramente un successone
11-11-2014 16:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La tecnologia attuale rende giÓ possibile avere dei ''superpoteri'' che un tempo sembravano appannaggio solo dei personaggi di fantasia. Quale non vedi l'ora di avere?
La capacitÓ di respingere i proiettili, come Superman.
La resistenza alla fatica e alle ferite, come Batman.
Il "senso di ragno" di Spider-Man.
L'armatura di Iron Man.
L'invisibilitÓ, come la Donna Invisibile.
Il "senso radar" di Daredevil.
La telecinesi, come Jean Grey degli X-Men.
Il governo dell'elettricitÓ, come Fulmine Nero.
La vista di Robocop.

Mostra i risultati (2110 voti)
Aprile 2021
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 aprile


web metrics