La serratura intelligente di Sony

Si chiama Qrio e si aziona a distanza dallo smartphone.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-12-2014]

qrio04

Sony continua nel tentativo di reinventarsi e, dopo aver proposto sotto mentite spoglie uno smartwatch e-ink, ora ci riprova con una serratura intelligente.

Visti i recenti avvenimenti, forse l'azienda giapponese non è la prima cui si accorderebbe fiducia per mettere in sicurezza la casa, ma in ogni caso la proposta - affidata anche questa volta alla piattaforma di crowdfunding Makuake - pare avere riscosso un ottimo successo.

Qrio - questo il nome della serratura intelligente - ha infatti già superato il proprio obiettivo, raccogliendo oltre 7,5 milioni di yen (oltre 50.000 euro) a fronte di una richeista di 1,5 milioni (circa 10.200 euro). L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Quanti cellulari hai cambiato negli ultimi cinque anni?
Nessuno, ho sempre lo stesso
Uno
Due
Tre
Quattro
Cinque
Tra sei e dieci
Più di dieci

Mostra i risultati (3563 voti)
Leggi i commenti (17)
Creata insieme a World Innovation Lab, Qrio è un apparecchio che si monta senza bisogno di utensili e va a coprire la serratura vera e propria; per azionarla, si adopera un'apposita app per smartphone mentre l'alimentazione è fornita da due batterie CR123A, che dovrebbero garantire sino a 500 ore di autonomia.

Volendo, è anche possibile inserire in Qrio quattro batterie e raddoppiare così la durata. L'articolo continua dopo il video.

Via smartphone si può anche condividere la chiave crittografica che permette di azionare la serratura (anche tramite servizi come Facebook o Line), potendo scegliere se tale condivisione deve essere valida per una sola volta oppure in via definitiva.

Il prezzo di vendita previsto da Sony, una volta che Qrio sarà in commercio, è di 15.000 yen (poco più di 100 euro) tasse escluse.

qrio01
qrio02
qrio03

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Hiris, lo smartwatch italiano alla conquista di Las Vegas
Sony, migliaia di password in una cartella chiamata ''Password''
Da Sony uno smartwatch che è tutto e-ink, anche il cinturino
Il chiavistello smart a prova di scassinatore
Chiavi stampate 3D, un business per i topi d'appartamento
Porte aperte con gli smartphone
iKey, e l'iPhone apre tutte le porte
Per aprire la serratura basta il contatto della mano
Per duplicare una chiave basta una foto

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

{Dal Col Luigi}
Forse avrebbero fatto meglio a mettere in sicurezza i loro files.
26-12-2014 22:15

Ma è ovvio! A questo mondo i matti sono la maggioranza delle popolazione.
26-12-2014 20:26

{saw}
Roba da matti. sony che si finanzia attraverso il crowdfunding. Allocchi che le danno i loro soldi Allocchi che comperano i loro dispositivi. Roba da matti.
23-12-2014 10:16

Forse Sony produce anche le batterie... :lol:
22-12-2014 18:34

Lasciamo perdere che non mi da' molta fiducia, lasciamo perdere che cambiare le batterie ogni 20 giorni e' una palla mostruosa, ma facciamo due conti.. usa 2 batterie CR123A, con un autonomia dichiarata di 500 ore (quella reale sara' anche meno) una batteria CR123A costa circa 4.60 euro (l'ho comprata qualche settimana fa) 500 ore sono... Leggi tutto
22-12-2014 17:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3514 voti)
Luglio 2021
Rinunciare allo smartphone
Windows 10, svelato l'aggiornamento 21H2
Zitto zitto, il Parlamento Europeo vara la sorveglianza di massa di tutte le email
La UE ci riprova col caricabatterie unico
Stuxnet, il virus informatico più distruttivo della storia
Windows 11, niente update da Windows 7 e 8.1
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Giugno 2021
Windows 11, il mio PC riuscirà a eseguirlo?
Windows 11, non abbiate fretta di installarlo
Un blackout informatico molto, molto canadese
Windows 11 sarà più veloce di Windows 10
Windows 11, l'update da Windows 7 e 8 sarà gratis
Windows 11, l'ISO del sistema finisce in Rete
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 luglio


web metrics