Samsung: attenti a quello che dite, le nostre Smart TV vi ascoltano

I televisori intelligenti possono registrare parti delle conversazioni e inviarle all'azienda.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-02-2015]

samsung smart tv spia comandi vocali

Se avete intenzione di passare una tranquilla serata davanti alla televisione, fate attenzione a quello che dite: il televisore, infatti, vi ascolta e registra le vostre parole.

Fino a oggi, quella della Smart TV spiona poteva passare per una leggenda metropolitana alimentata dal proliferare di elettrodomestici sempre più "intelligenti", ma adesso le cose sono cambiate: è Samsung stessa, uno dei maggiori produttori di televisori, a confermare che si tratta di realtà.

A scoprirle è stato inizialmente il sito The Daily Beast scorrendo la policy sulla privacy relative alle Smart TV di Samsung in grado di connettersi a Internet e di rispondere ai comandi vocali.

Nel paragrafo intitolato Riconoscimento vocale si può infatti leggere: «Tenete presente che, qualora le parole pronunciate includano informazioni personali o sensibili, tali informazioni saranno comprese tra i dati acquisiti e trasmessi al fornitore esterno, per il fatto che l'utente impiega il Riconoscimento Vocale».

Insomma: attenzione a quello che dite davanti al televisore perché qualcun altro - di cui non vi sveliamo l'identità - riceverà le registrazioni.

Il motivo di tale comportamento è spiegato nella frase precedente: «Samsung potrà, inoltre, raccogliere - e il dispositivo potrà acquisire - i comandi vocali e i testi associati in modo da fornire, valutare e migliorare le funzionalità di Riconoscimento Vocale».

A ben pensarci, non è una pratica tanto inedita: molti software (tra cui alcuni browser molto diffusi, per esempio, come Chrome o Firefox) invita l'utente ad acconsentire all'invio di informazioni al produttore, così da permettere lo studio di eventuali malfunzionamenti e di migliorare le versioni successive.

Con buona probabilità, quindi, le registrazioni servono al fornitore del servizio di comprensione dei comandi vocali per migliorare il proprio software.

C'è tuttavia una bella differenza tra le informazioni tecniche che può raccogliere un browser dal sistema e le registrazioni di spezzoni di conversazioni captate dal televisore. E ovviamente gli utenti saranno per lo più ignari di ciò, dato che quasi nessuno legge le policy.

Sondaggio
Qual Ŕ il momento tra questi in cui avverti il maggior bisogno di privacy?
Leggo gli annunci di lavoro in ufficio
Spio un/una mio/a ex sui social network
Utilizzo i social network in ufficio
Consulto l'online banking
Guardo foto o filmati a luci rosse
Invio o guardo foto private
Faccio shopping online

Mostra i risultati (1581 voti)
Leggi i commenti (4)

La trasmissione di certe frasi è d'altra parte inevitabile perché la traduzione dei comandi vocali più complessi non avviene certo all'interno del televisore ma viene fatta dai server dell'azienda, esattamente come capita con gli assistenti virtuali quali Siri o Cortana; è chiaro quindi che, se si vogliono adoperare certe funzioni, la rinuncia a controllare una certa parte della propria privacy è sostanzialmente obbligatoria.

Il vero problema, insomma, sta forse nel fatto che gli utenti non sono informati in maniera più chiara di tutto ciò, in modo che possano decidere con consapevolezza.

Non appena la notizia di questo comportamento dei televisori s'è sparsa, Samsung ha rilasciato un commento ufficiale in cui in sostanza afferma che, se l'invio delle registrazioni dà tanta noia, l'utente può anche smettere di usare il riconoscimento vocale e tornare al telecomando. E se ancora non basta può fare a meno di usare il Wi-Fi col televisore (e rinunciare quindi alle funzioni Smart).

Per la precisione, la comunicazione dice: «Samsung prende molto sul serio la privacy dei consumatori. In tutte le nostre Smart TV adottiamo sistemi di sicurezza e pratiche che sono standard nell'industria, compresa la crittografia dei dati, per tenere al sicuro le informazioni personali dei consumatori ed evitare la loro raccolta o l'utilizzo non autorizzato».

«Il riconoscimento vocale» - continua la nota dell'azienda - «che consente all'utente di controllare la TV usando comandi vocali è una caratteristica delle Smart TV Samsung che può essere attivata o disattivata dall'utente. Il proprietario del TV può anche scollegare la TV dalla rete Wi-Fi».

Samsung ha inoltre specificato che il «fornitore esterno» altri non è che Nuance Communications, azienda che da tempo sviluppa software per il riconoscimento vocale, e che le registrazioni ad essa inviate servono proprio per quei fini di miglioramento del servizio di cui parlavamo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Giocattoli ''smart'' pettegoli e spioni
I giocattoli intelligenti che spiano i bambini
Google brevetta giocattoli intelligenti che interagiscono coi bambini
Ma quanto sono spione le ''smart TV''?
Smart TV vulnerabili, zero controlli
Smart TV vulnerabili, stavolta è il turno di Philips
Il televisore che vi ascolta

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 25)

{W3C_Freedom}
Quando nel 2004 gestivo (ed ero l'unico titolare di) link[/url] misi sul mio website, che all'epoca era solo un server virtuale, differente documentazione, che a causa della mancanza di rinnovo del dominio andò persa. Anni dopo fu linkato sul website: [url=http://forum.zeusnews.com/link/157031]link[/url] c'era un... Leggi tutto
27-2-2015 07:58

{W3C_Freedom}
Per coloro che non sanno cosa sia lo GNU'S Not Unix Project! consiglio la lettura di The GNU Operating System link[/url] The GNU Project by Richard Matthew Stallman [url=http://forum.zeusnews.com/link/157020]link[/url] Overview Of The GNU System [url=http://forum.zeusnews.com/link/157021]link[/url] The Initial Announcement... Leggi tutto
27-2-2015 04:15

{W3C_Freedom}
vedasi a tal proposisto: Mail Archive link[/url] Samsung (L)GPL violation (FFmpeg/SmartTV) [url=http://forum.zeusnews.com/link/156953]link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/156954]link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/156955]link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/156956]link[/url]... Leggi tutto
26-2-2015 06:21

{W3C_Freedom}
La GNU Gneral Public License Ŕ una licenza che Ŕ stata scritta da Richard Matthew Stallman fondaotre della Free Software Foundation di Boston link[/url] con il supporto del docente della Columbia University Eben Moglen, docente di diritto. La GNU General Public License Version 1 Ŕ stata pubblicata nel 1989, La GNU General Public License... Leggi tutto
25-2-2015 18:25

Una piccola nota a tema GPL (per i profani la licenza open source, non i gas di petrolio liquefatti :P) tanti produttori rispettano la GPL v2 distribuendo le source (un pelo nascoste sui loro siti ma presenti) ma non forniscono la toolchain di build e fan di tutto per impedire l'install di fw non loro. In altri termini "danno il... Leggi tutto
18-2-2015 22:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertÓ d'opinione ma c'Ŕ un limite a tutto.

Mostra i risultati (1376 voti)
Febbraio 2020
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Tutti gli Arretrati


web metrics