Terahertz, la tecnologia italiana che rivoluzionerà l'elettronica

Avremo radiografie non dannose per la salute e potremo prevenire i tumori.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-02-2015]

terahertz papaveri

Se un giorno non lontano potremo abbandonare i raggi X in favore di una soluzione priva di effetti collaterali lo dovremo a Miriam Serena Vitiello, ricercatrice del CNR che ha scoperto come usare praticamente la radiazione Terahertz.

Grazie a queste radiazioni elettromagnetiche, caratterizzate da una lunghezza d'onda tra i 30 e 300 micrometri, sarà possibile per esempio sviluppare nuove tecniche di imaging che non hanno effetti collaterali per chi vi è sottoposto: «è una regione dello spettro elettromagnetico molto importante perché può penetrare materiali come carta e tessuti, ma senza rischi per la salute» spiega la dottoressa Vitiello.

Fino a oggi le proprietà di queste radiazioni erano note ma non era ancora stato trovato un modo per utilizzarle in pratica. Lo studio della dottoressa Vitiello, condotto in collaborazione con colleghi italiani e francesi e pubblicato su APL Materials, spiega come fare.

Gli scienziati hanno sviluppato dei sensori basati su transistor a effetto di campo (FET) che utilizzano dei nanofili semiconduttori e disposti in varie architettura; nel corso di questo lavoro hanno anche sviluppato i primi sensori a THz composti da uno e da due strati di grafene.

«Il nostro lavoro» - spiega la dottoressa Vitiello - «mostra che la tecnologia dei nanofili FET è sufficientemente versatile per permettere la progettazione tramite la litografia dei parametri del sensore e delle sue funzionalità principali».

Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2655 voti)
Leggi i commenti (24)

Il risultato è un nanorilevatore che offre «una prospettiva concreta verso un utilizzo orientato all'applicazione, dato che lavora a temperatura ambiente, raggiungendo frequenze di rilevamento superiori ai 3 THz, con la massima velocità di modulazione nell'intervallo dei MHz, e potenze equivalenti di rumore che sono già competitive con le migliori tecnologie disponibili sul mercato»:il nanosensore raccoglie le radiazioni Terahertz prodotte da un emettitore.

Le applicazioni di questa tecnologia sono estremamente ampie: vanno dalla diagnostica alla sicurezza (per esempio realizzando body scanner innocui dal punto di vista delle radiazioni), dal rilevamento di esplosivi o agenti biologici o chimici ai processi di controllo della qualità sino alla trasmissione di dati wireless ad alta velocità.

Le radiazioni Terahertz saranno utili ai restauratori che potranno "guardare" sotto la superficie di un dipinto per scoprire gli strati di pittura o eventuali disegni preesistenti e anche aiutare nella prevenzione dei tumori, permettendo di scoprire un eventuale contenuto d'acqua anomalo nei tessuti: «la fotografia dell'acqua di un tessuto può fornirci indicazioni sullo sviluppo di tumori» spiega la dottoressa Vitiello.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{sender}
Purtroppo, devo prendere le parti dei pessimisti del forum, dopo aver letto l'articolo in un noto quotidiano che riguarda proprio l'inquinamento elettromagnetico, a questo indirizzo: link
28-2-2015 20:56

{ffige}
@zoomx Hai ragione, ovviamente. Ma c'è un piccolo "ma". La luce non passa attraverso il corpo umano (lo riscalda dall'esterno) mentre le onde radio (sotto il rosso) e le vere e proprie radiazioni ionizzanti (sopra il viola) lo fanno, in misura più o meno grande. 3THz, visti nell'intero spettro... Leggi tutto
23-2-2015 14:24

non so la natura della tecnologia presentata magari c'Ŕ un metodo per non farrla rendere persicolosa ma non me ne intendo e non voglio passare per ignorante con chi ne sa di pi¨ come te. per le radiazioni siamo invasi di wifi e cancelli, cellulari ecc... non possiamo vincere.. Leggi tutto
20-2-2015 23:03

Se 3THz fossero veramente radiazioni ionizzanti saremmo tutti morti visto che la luce visibile ha frequenze ancora pi¨ alte tra 428 THz e 749 THz.
20-2-2015 22:13

{ffige}
Mi chiedo se qualcuno si è accorto dell'incongruenza di quanto viene riportato. Già i 5 GHz del wireless sono considerati con sospetto (specie negli ospedali) perché iniziano ad entrare nella gamma, indefinita ma via via che si sale sempre più pericolosa, delle radiazioni ionizzanti. 3THz sono radiazioni... Leggi tutto
20-2-2015 13:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa ne pensi del ritocco digitale dei film classici (non solo di fantascienza)?
E' un falso storico; i film vanno visti come furono girati.
E' necessario, per evitare che certi film vengano dimenticati.
Va bene, basta che sia indicato chiaramente.
Non me ne pu˛ fregar di meno.

Mostra i risultati (3299 voti)
Settembre 2022
Windows 11 2022 Update, meglio non avere fretta di installarlo
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 settembre


web metrics