Moto Z, lo smartphone modulare di Lenovo

Grazie ai Moto Mods espandere le funzionalità dello smartphone non è mai stato così semplice.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-07-2016]

Motorola Moto Z Force Droid Edition Front Back Com

Sono due le versioni con cui Motorola, marchio appartenente alla Lenovo, si appresta a lanciare sul mercato il suo nuovo top di gamma: si tratta del Moto Z e del Moto Z Force.

Sono la risposta dell'azienda cinese all'ultima tendenza nel settore degli smartphone: la creazione di dispositivi modulari, nel senso che le loro funzioni sono espandibili tramite moduli aggiuntivi.

Non si tratta quindi di prodotti "modulari" nel senso del Project Ara di Google, in cui ogni componente è su un modulo separato e può essere sostituito all'occorrenza. Invece, siamo più nella linea del G5 di LG.

Sin dall'aspetto, il Moto Z si distacca dagli altri smartphone della serie Moto, caratterizzati da un retro incurvato. Il motivo è evidente: proprio sul retro si trova il connettore magnetico per agganciare i moduli, chiamati Moto Mods, che ovviamente saranno più stabili se appoggiati a una superficie piana.

A causa di questa forma l'obiettivo della fotocamera deve sporgere, una caratteristica resta ancora più evidente dal ridotto spessore del resto del corpo: appena 5 millimetri. L'installazione di uno dei moduli pareggia il retro, facendo sparire la sporgenza.

Sia il Moto Z che il Moto Z Force sono basati sul SoC quad-core Qualcomm Snapdragon 820 (a 1,8 GHz per il Moto Z; a 2,2 GHz per il Moto Z Force) con 4 Gbyte di RAM. Dispongono di 32 o 64 Gbyte di memoria interna, espandibili via microSD fino a 2 Tbyte.

Sondaggio
Cosa fai se non usi un'applicazione da molto tempo?
La lascio nel dispositivo, potrei averne bisogno un giorno
La eliminano. Quando ne avr˛ bisogno, la scaricher˛ di nuovo

Mostra i risultati (1133 voti)
Leggi i commenti (4)

Lo schermo è un display Amoled da 5,5 pollici con risoluzione Quad HD (2560x1440 pixel) e, mentre quello del Moto Z adotta a protezione un vetro Gorilla Glass 4, quello del Moto Z Force adotta invece la seconda generazione della tecnologia ShatterShield di Motorola, composta da cinque strati sovrapposti il cui più esterno è di plastica.

La dotazione comprende una porta USB di Tipo-C, un lettore di impronte digitali sul davanti e il sistema operativo Android 6.0.1 con poche personalizzazioni fornite da Motorola, quali le notifiche Moto Display e Moto Voice per le ricerche vocali.

connettore
Il connettore magnetico

La fotocamera posteriore ha un sensore da 13 megapixel ed è dotata di flash a LED, stabilizzatore ottico e autofocus al laser, mentre quella frontale è da 5 megapixel e anch'essa dispone di flash a LED.

La batteria (da 2.600 mAh per il Moto Z; da 3.500 mAh per il Moto Z Force) è compatibile con il sistema di ricarica rapida TurboCharger di Qualcomm, mentre non è presente la possibilità di una ricarica wireless. In nessuna delle due versioni c'è il jack da 3,5 millimetri.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
I Moto Mods: proiettore, altoparlante e batteria aggiuntiva

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Oppo, uno smartphone con schermo pop-up e uno con display scorrevole
Motorola Moto Z Play, il mid-range evoluto
Intel: USB Tipo-C ucciderà il jack per le cuffie
LG G5, perché è così innovativo
Project Ara, il telefonino modulare di Google

Commenti all'articolo (2)


{prindell}
Mah, finora ho l'impressione che la modularità sia un espediente di marketing per aumentare il ventaglio di offerte e forse per aumentare i prezzi in futuro, quando la modularità potrebbe aver preso piede. Quanto alla fotocamera da 13 megapixel, come negli altri smartphone il sensore è troppo piccolo, mentre la... Leggi tutto
30-7-2016 18:38

Continuo ad essere assai scettico su questi tipi di smartphone modulari in primis per gli elevati costi di acquisto del dispositivo e dei vari accessori e, in seconda istanza, anche per l'affettiva utilitÓ di molti di questi accessori. In questo caso il proiettore, pur avendo un costo non trascurabile, sembra avere, in base alle... Leggi tutto
30-7-2016 16:40

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ stata secondo te la scoperta tecnologica pi¨ imponente, tra queste?
La fotografia
La riproduzione dei suoni
Il laser
L'elettromagnetismo
Il motore diesel
I computer
I raggi X
I robot
Vorrei suggerirne un'altra, nei commenti qui sotto

Mostra i risultati (1982 voti)
Settembre 2019
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Tutti gli Arretrati


web metrics