Adolescenti: sempre meno Facebook, sempre più Instagram, Snapchat e YouTube

Quasi la metà di loro è su Internet ''quasi costantemente''.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-06-2018]

teenagers social media meno facebook

Agli adolescenti Facebook piace sempre meno: mentre un tempo i teenager preferivano il social network in blu, oggi lo stanno abbandonando in favore di una molteplicità di alternative.

È questo il primo dato che emerge con chiarezza dall'ultimo studio del Pew Research Center, mirato proprio a conoscere l'impatto dei social media e dell'uso degli smartphone sui più giovani.

Già nel 2015 era stato realizzato qualcosa di analogo. Allora, il Pew Research Center aveva scoperto che il 71% dei ragazzi tra i 13 e i 17 anni usava Facebook, circa il 50% adoperava Instagram e il 41% Snapchat.

Il social network di Mark Zuckerberg era la piattaforma principale con la quale si tenevano in contatto ed era il più utilizzato nel'arco della giornata.

Ora, appena tre anni dopo, il panorama è cambiato. L'uso di Facebook nella medesima fascia d'età è sceso al 51%, mentre l'85% degli intervistati afferma che oggi il social medium più usato è YouTube (che nel 2015 non era stato preso in considerazione); il 72% poi usa Instagram, e il 69% Snapchat.

YouTube è il sito che, nel 2018, i ragazzi usano maggiormente per il 33% degli intervistati, mentre per il 15% il primato spetta a Instagram; Facebook è il sito più visitato appena per il 10%.

Percentuali ancora minori spettano a Twitter, Reddit e Tumblr, che si limitano a raccogliere il 3%, l'1% e meno dell'1% rispettivametne.-

«L'ambiente dei social media tra gli adolescenti è molto cambiato rispetto a tre anni fa» commenta Monica Anderson, una dei ricercatori. «Allora, l'uso dei social media da parte degli adolescenti riguardava più che altro Facebook. Oggi, invece, le loro abitudini non contemplano più l'uso di una sola piattaforma».

Sondaggio
Quale di questi consigli daresti per primo a tuo figlio?
Comunica solo con persone che conosci.
Non condividere messaggi o immagini offensive.
Scegli un nome utente appropriato.
Non condividere informazioni personali.
Seleziona le foto con attenzione.
Ricorda che tutto ciò che condividi è permanente.
Segnala tutto ciò che ti mette a disagio.
Il mio consiglio è un altro: lo esprimo utilizzando i commenti nel forum qui sotto.

Mostra i risultati (1643 voti)
Leggi i commenti (31)

Ovviamente, buona parte dell'interazione tra teenager e social network avviene attraverso lo smartphone: il 95% degli intervistati ne possiede uno o per lo meno riesce ad avere accesso a uno di questi dispositivi; nel 2015 la percentuale era del 73%.

Anche a causa di ciò, il 45% confessa di adoperare Internet «quasi costantemente», mentre solo per il 24% l'uso è rimasto agli stessi livelli del 2015.

In generale, infine, il 31% ritiene che i social media abbiano avuto un effetto positivo sulle loro vite; il 24% crede invece che l'effetto sia stato per lo più negativo, e il 45% è convinto che l'influenza non sia stata né positiva né negativa.

Tra i lati positivi, gli adolescenti riconoscono soprattutto la possibilità di tenersi facilmente in contatto con gli amici e i famigliari, mentre quelli che vedono soprattutto lati negativi indicano il bullismo e la diffusione di pettegolezzi.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Giovanissimi in fuga da Facebook

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Adolescenti, passare troppo tempo con lo smartphone danneggia l'attenzione
Facebook lancia il Portale degli adolescenti per diffondere l'importanza della privacy in Rete
Non togliete lo smartphone ai bambini
L'insonnia digitale dei preadolescenti italiani
Giovani e studenti sono i più incapaci di riconoscere le bufale
La moda del selfie indossando solo la borsa della spesa
Cyberbullismo, amicizie online con adulti, informazioni personali

Commenti all'articolo (3)


{botor}
La maggior parte dei sondaggi di ogni genere, e anche di studi statistici che i giornali riportano, sono americani e questo storpia la percezione di chi vive in parti diverse del mondo. Ma credo che ai giornalari non interessi molto delle conseguenze sociali del loro 'lavoro', a parte casi eclatanti quanto ristretti. Quanto... Leggi tutto
22-10-2018 20:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In che modo salvi informazioni importanti affinché nessuno le possa vedere sul tuo computer?
Salvo tutti i dati più importanti in una cartella protetta da password
Nessuno accede al mio computer
Il mio dispositivo è protetto da una password
I dati più importanti sono protetti da crittografia
Proteggo i miei dati quando presto il computer a un'altra persona
Elimino tutti i dati che non voglio che nessuno veda
Non ho dati importanti da proteggere

Mostra i risultati (1404 voti)
Maggio 2019
Sedicenne si uccide dopo sondaggio su Instagram
Falla in WhatsApp: basta una telefonata per ritrovarsi uno spyware sul telefono
Il primo processore completamente inviolabile
Il ransomware che ti regala l'antivirus (mentre cripta i file)
Windows 10 disporrà di un vero kernel Linux
Apple beccata a barare sulla durata delle batterie (ma non è la sola)
Ricaricate lo smartphone di notte? La batteria durerà meno
Programmatore autodidatta risolve puzzle del MIT con 15 anni d'anticipo
Aprile 2019
Windows 10, aumentano i requisiti minimi di sistema
Mark Zuckerberg: entro cinque anni avremo due Facebook
Windows, si allunga la lista di antivirus che bloccano il Pc
Aspen, il browser per navigare in sicurezza secondo Avast
Ex studente distrugge i computer della scuola con un USB killer
Galaxy Fold, lo schermo pieghevole si rompe quasi subito
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
Tutti gli Arretrati


web metrics