In trent'anni il 50% dell'energia mondiale arriverà da fonti rinnovabili

L'ambiente ringrazia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-06-2018]

bloomberg 2050 rinnovabili 50 percento

Secondo un rapporto pubblicato da Bloomberg New Energy Finance, il boom delle rinnovabili cui stiamo assistendo darà risultati veramente tangibili entro il 2050.

In poco più di trent'anni, infatti, il 50% dell'energia elettrica mondiale sarà prodotto in modo pulito, mentre le centrali a carbone vedranno ridursi la loro importanza ad appena l'11%.

Aggiungendo poi alla quota di rinnovabili anche l'energia prodotta da centrali idroelettriche e nucleari, la porzione di elettricità generata senza emettere gas serra salirà nel 2050 al 71% del totale mondiale.

Il merito di tutto ciò - secondo Bloomberg - sta nella rapida caduta dei prezzi degli impianti fotovoltaici, degli impianti eolici e delle batterie: ciò sta già portando a un cambio degli investimenti, poiché costruire nuovi impianti per generazione da fonti rinnovabili è più conveniente che investire in una nuova centrale a carbone o a gas.

Parallelamente, Bloomberg prevede un calo del consumo di gas in Europa e un lieve aumento in Stati Uniti, Cina e India, dove aiuterà la transizione verso le energie pulite.

Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1761 voti)
Leggi i commenti (23)

Nel quadro così delineato bisogna poi aggiungere l'impatto dei veicoli elettrici, che saranno sempre più diffusi e causeranno un aumento della domanda mondiale di elettricità pari a 3.461 TWh.

Tuttavia, gli analisti ritengono che almeno metà di questa domanda venga soddisfatta «dinamicamente»: in altre parole le auto verranno ricaricate quando la disponibilità di energie rinnovabili sarà ampia. Per esempio, i veicoli potranno essere messi in carica durante l'orario di lavoro diurno e utilizzare l'energia solare.

Tutto ciò avrà conseguenze sul clima: il modello prevede che le emissioni globali di anidride carbonica raggiungano il picco nel 2027 e quindi, se le previsioni saranno rispettate, inizieranno a calare del 2% ogni anno, soprattutto grazie al pensionamento degli impianti a carbone in India e Cina.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mobilità elettrica, la Lombardia è la regione più avanti
Utenti tedeschi pagati per consumare elettricità
La centrale elettrica che brucia vestiti H&M
Dieci anni per salvare la Terra
Finlandia, il partito dei Verdi a favore del nucleare
Una centrale solare sulle rovine di Chernobyl
Troppa energia rinnovabile, bollette in negativo in Germania
Rinnovabili forniranno il 26% dell'energia mondiale nel 2020
Dutch Windwheel, 72 appartamenti in una turbina eolica
La Grecia ripagherà il debito grazie all'energia solare?
Fotovoltaico, l'Italia conquista il terzo posto al mondo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 17)

Inguaribile! :lol:
6-7-2018 10:38

Ottimista eh? :wink:
5-7-2018 19:12

probabilmente a quel punto converrà avere un contratto di fornitura separato... :roll:
5-7-2018 11:08

In casa mia il contratto energia è ancora di 3 kW e tale resterà ancora per molto tempo, almeno fino a che non mi toccherà di comprare un auto elettrica la cui ricarica mi richiederà, per tenere almeno il frigorifero acceso, di passare a 6 kW o più... :wink:
4-7-2018 18:46

Naturalmente ci sono sempre molte persone dotate di buon senso. In questo caso sostituiscono le lampadine tradizionali con quelle LED e basta. Sfortunatamente ci sono sempre moltissime persone che, per mille motivi (magari anche solo perché illuminare la casa dall'esterno è più scenografico), aumenteranno il numero di lampade. Per non... Leggi tutto
3-7-2018 22:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3837 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics