La UE infligge a Google una multa da record per abuso di posizione dominante



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-07-2018]

google multa ue

Non sono gli 11 miliardi di euro minacciati, ma si tratta pur sempre di una cifra significativa: la Commissione Europea ha multato Google per 4,3 miliardi di euro.

La colpa? Violazione delle norme antitrust. Il gigante di Mountain View è stato riconosciuto colpevole di aver obbligato gli operatori telefonici e installare Chrome, il motore di ricerca e altre app Google come predefinite sulla maggior parte dei dispositivi venduti in Europa.

Per far sì che gli operatori collaborassero, Google li avrebbe pagati, imponendo loro allo stesso tempo di non vendere smartphone e tablet equipaggiati con fork di Android non approvati da Google stessa.

Ciò - sostiene la Commissione - ha allontanato dal mercato ogni altro concorrente, dato che nel Vecchio Continente Android ha una quota di mercato di circa l'80%.

La multa «tiene conto della durata e della gravità dell'infrazione» ha spiegato la Commission. «È stata calcolata sulla base del valore delle entrate di Google provenienti dai servizi pubblicitari sui motori di ricerca realizzate su dispositivi Android».

Sondaggio
Quando devo spostarmi, lo smartphone mi viene comodo soprattutto per...
Consultare le previsioni del tempo.
Navigare le mappe di una città online.
Consultare le informazioni relative a negozi, bar e ristoranti della zona.
Consultare le informazioni relative al trasporto pubblico (autobus, treni, aerei e via dicendo).
Prenotare un taxi o una macchina Uber o un car sharing.

Mostra i risultati (1009 voti)
Leggi i commenti (5)

Inoltre, «La decisione della Commissione impone a Google di porre un termine effettivo alla sua condotta illegale entro 90 giorni dalla data della decisione»: deve insomma consentire agli operatori di preinstallare app diverse da quelle made in Google.

C'è da dire che, sebbene la cifra della multa imposta sia da record, per Google si tratta appena dell'equivalente delle entrate di due settimane: l'impatto sull'azienda nel suo complesso è, quindi, minimo.

È facile inoltre prevedere che Google farà ricorso in appello, operazione che potrebbe portare a una riduzione dell'entità della sanzione.

googleapps

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Google accusa la UE: Android rischia di non essere più libero

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Finisce l'obbligo di installare Chrome su Android: Google piegata dalla multa UE
Google accusa la UE: Android rischia di non essere più libero
La UE minaccia Google: 11 miliardi di multa per abuso di posizione dominante
Google respinge tutte le accuse della UE
Google, 15 giorni per evitare megamulta dall'Unione Europea
Gli editori europei: l'Antitrust multi Google
Microsoft denuncia Google all'Antitrust europeo per Android
Google, guai in arrivo dall'Antitrust
Microsoft denuncia Google all'antitrust
Google ancora sotto la lente dell'Antitrust europeo

Commenti all'articolo (3)

Ovviamente non conosco i fatti se non per il poco che è stato pubblicato e quindi non posso sapere con certezza se Google ha pagato o meno gli operatori telefonici, se l'UE l'ha accusata e condannata avrà certo avuto le prove e non credo che la cosa sia sindacabile. In ogni caso, personalmente, ritengo, fino ad oggi, di aver ricevuto... Leggi tutto
21-7-2018 17:04

fatemi capire : la UE condanna Google per posizione dominante e chiede 4,2 miliardi di euro. Ma questi soldi li redistribuisce ai danneggiati (cioè tutti coloro che hanno smartphone con installato Android) oppure se li intasca per festeggiare a tarallucci e vino? Google è in posizione dominante, Apple, pure, Amazon idem : a me sembra... Leggi tutto
20-7-2018 07:34

Ridicolo!!!! 4,3 miliardi a fronte di un guadagno di quanto? Se il guadagno fosse anche solo di 50 miliardi (stiamo parlando di Google, queste cifre non sono assurde) si tratterebbe di meno del 10%, in pratica come dare la mancia al cameriere in un ristorante!!!!
19-7-2018 11:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5066 voti)
Settembre 2019
Gli utenti hanno il diritto di rivendere i giochi comprati su Steam?
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati


web metrics