Verso una normalizzazione della comunità hacker

Cosa c'è dietro allo stereotipo dell'hacker?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-02-2019]

community

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Cosa c'è dietro allo stereotipo dell'hacker?

I tempi potrebbero però essere cambiati. Le aziende si stanno rendendo conto che lavorare con questi esperti di sicurezza rientra nel loro interesse, anche se questo comporta il chiudere un occhio sui loro metodi poco "convenzionali".

Una cultura, quella della "caccia al bug", che prevede la collaborazione di aziende con hacker che ricerchino eventuali falle nei loro sistemi informatici dietro compenso, foriera di un cambiamento di paradigma. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual Ŕ tra questi l'evento che attendi di pi¨?
CES, gennaio, Las Vegas
Mobile World, febbraio, Barcellona
CeBIT, marzo, Hannover
E3, giugno, Los Angeles
Computex, giugno, Taipei
IFA, settembre, Berlino
Smau, ottobre, Milano

Mostra i risultati (974 voti)
Leggi i commenti (2)
"Per difendere al meglio le loro infrastrutture, le società non esitano più a far capo ai servizi degli hacker" conferma Paul Fariello, confrontandosi cosi con le vulnerabilità presenti nei sistemi. Ma solo pochi sono preparati a comunicare questi accordi. Aziende del calibro di Société Générale, Qwant e Hewlett-Packard hanno dichiarato pubblicamente di essersi avvalse di strategie "bug bounty". Ma è ancora difficile trovare dati in proposito.

I grandi cybercriminali di ieri, come Kevin Mitnick e Brett Johnson, lavorano oggi come consulenti di sicurezza per le aziende. Informatori come Julian Assange e Edward Snowden sono ancora considerati dei criminali - c'è chi li definisce addirittura traditori della patria (come Snowden negli USA), cosa che dimostra che il processo di normalizzazione voluto da alcune persone è lontano dall'essere completo e che gli hacker rimarranno una figura controversa ancora per molto tempo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa pensi della domotica?
Se ne parla da almeno dieci anni ma di applicazioni pratiche ne ho viste ben poche.
I prodotti disponibili sono troppo costosi, non hanno mercato.
E' il futuro ma qualcosa si vede giÓ oggi.
Si possono ottenere dei discreti risultati senza svenarsi: basta la propensione al "fai da te" e un po' di hacking.
Prima che io finisca di rispondere a questo sondaggio... il frigorifero avrÓ fatto la spesa on line da solo e il forno avrÓ deciso la mia cena sulla base dei miei gusti e degli ingredienti che ho in casa, mentre sullo smartphone mi sarÓ apparsa l'immagine di un venditore di aspirapolveri che ha appena suonato al citofono. Ma ovviamente a pulire i pavimenti ci pensa il robottino.

Mostra i risultati (1416 voti)
Gennaio 2020
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati


web metrics