L'intelligenza artificiale che capisce se il compito è stato copiato

Ghostwriter sa distinguere se il testo non è farina del sacco dello studente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-06-2019]

ghostwriter

Trovare uno studente che, almeno in un'occasione, non abbia imbrogliato inun compito o in un compito in classe è cosa rara: un recente studio condotto negli Stati Uniti ha per esempio rivelato che il 95% degli studenti delle superiori ha ceduto alla tentazione, una volta o l'altra.

Con l'avanzare della tecnologia, l'altro lato della barricata s'è attrezzato se non per prevenire quantomeno per individuare i frutti dell'imbroglio: così in Danimarca è stata adottata la piattaforma Lectio, che fornisce un supporto in questo senso agli insegnanti.

Lectio è utile, ma ha dei limiti: è in grado di rilevare somiglianze tanto sospette (tra gli elaborati di due studenti diversi, per esempio) da essere praticamente un plagio, ma non può far nulla se un compito viene scritto non da chi dovrebbe eseguirlo, ma da un'altra persona (o magari viene pescato da un sito web).

È per colmare questa lacuna che l'Università di Copenhagen ha creato Ghostwriter adoperando tecniche di intelligenza artificiale, apprendimento automatico e reti neurali.

Analizzando gli elaborati prodotti dagli studenti nel corso della loro carriera, Ghostwriter è in grado di elaborare una sorta di profilo dell'autore basato sul modo di scrivere, gli errori abituali, la lunghezza e la struttura delle frasi, le espressioni adoperate abitualmente e via di seguito.

Sondaggio
Sei a cena fuori e decidi di pagare con la carta di credito/debito. Quale tra queste situazioni preferisci?
Il cameriere porta la carta di credito/debito alla cassa e poi, dopo il pagamento, torna con la carta e lo scontrino
Il cameriere porta il terminale al tavolo dove viene effettuata la transazione
Il cameriere copia le informazioni della carta di credito/debito ed effettua il pagamento successivamente così non c'è bisogno di aspettare

Mostra i risultati (2441 voti)
Leggi i commenti (14)

«Il nostro programma» - spiega il dottor Stephan Lorenzen, del Dipartimento di Informatica - «identifica le discrepanze nello stile di scrittura confrontando i testi recenti con quelli più vecchi».

In questo modo i professori possono avere un'indicazione abbastanza sicura sul fatto che quell'ultimo compito sia stato effettivamente svolto dallo studente cui era stato assegnato, oppure no.

Tuttavia, nonostante Ghostwriter abbia raggiunto un'accuratezza del 90% durante i test (eseguiti analizzando oltre 130.000 compiti), Lorenzen si sente in dovere di precisare: «Ogni risultato ottenuto dal programma non dovrebbe essere l'unico elemento preso in considerazione, ma fungere da supporto e prova quando si sospetta un imbroglio».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Liberare spazio? Basta cancellare tutti i dati e gli account
Violano i computer della scuola per cambiare i voti sul registro
La scuola che sorveglia le classi con il riconoscimento facciale
Usare il riconoscimento facciale per scoprire gli studenti annoiati
Lo smartphone a scuola e le sanzioni agli studenti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

A me è capitato di peggio. Aldo: Come è andato il compito? Beppe: Bene, sono riuscito a copiarlo tutto da Gigi Professoressa (alla cosegna): Come mai Gigi mi ha consegnato due compiti e Beppe nemmeno uno? Leggi tutto
28-6-2019 10:05

Non è detto che sia in positivo, in Italia potrebbe anche essere che siamo talmente somari che nemmeno ci rendiamo conto di averne bisogno... Leggi tutto
8-6-2019 13:56

Ma non eravamo noi quelli arretrati d'Europa? :roll: :lol: In #USA che sono più intelligenti stanno già applicando la mia soluzione :D link Ma visto che non hanno sganciato un :twocents: per i diritti mi sa che dovrò fargli causa. :lol: Leggi tutto
8-6-2019 12:31

:malol: :malol: :malol: Leggi tutto
8-6-2019 12:24

In Italia non so, in Danimarca parrebbe di sì... :wink: Leggi tutto
7-6-2019 18:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Facebook è un gran bel social network, però...
... genera dipendenza e condiziona la mia vita reale.
... mi rende più ansioso o più depresso del solito.
... non c'è nessun "però".
... non lo uso.

Mostra i risultati (2504 voti)
Giugno 2021
Gli hard disk al grafene sono 10 volte più capienti
Microsoft nasconde la fotocamera sotto lo schermo che forma il logo di Windows
Il nuovo Windows 10 si svela a fine mese
Nuova tecnica contro il ransomware: ingannare il sistema di pagamento
Maggio 2021
Malvivente condannato grazie a una foto delle dita pubblicata online
Annunciata la prossima generazione di Windows
Guidi male? Forse è un primo segno di demenza
Scarsità di chip, televisori più cari del 30%
Arriva Android 12, più veloce, più personalizzabile e più attento alla privacy
Nella Tesla schiantatasi con “nessuno” al volante c’era qualcuno al volante
WhatsApp, funzionalità ridotte se non si vogliono regalare i dati a Facebook
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 12 giugno


web metrics