Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug

Un ex dipendente di Microsoft rivela la vera causa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-09-2019]

windows 10 berg bug

Il fatto che quasi ogni aggiornamento di Windows - specialmente se si prendono in considerazione quelli più corposi - sembri causare più problemi di quanti ne risolva è ormai oggetti di battute, ironie e soprattutto di varie ipotesi sulle cause di questo curioso fenomeno.

Per esempio Paul Thurrott, popolare blogger esperto di "tutto ciò che è Microsoft", ha ipotizzato che la causa di tutto sia da ricercarsi nello spostamento degli sviluppatori migliori da Windows 10 ad Azure.

L'idea è sensata: in fondo, l'obiettivo a lungo termine di Microsoft è arrivare un giorno ad abbandonare il sistema operativo desktop per sostituirlo con un sistema minimale - adatto giusto ad avviare il computer o poco più - che tragga la maggior parte delle funzionalità dalla Rete, dove server con Azure siano pronti a servire i vari utenti - che pagano un canone periodico - in giro per il mondo.

Dunque, dal punto di vista di Microsoft è importante fare in modo che Azure funzioni nel miglior modo possibile e offra i servizi più all'avanguardia grazie al lavoro dei più bravi. Invece, un sistema operativo legacy come Windows può accontentarsi di programmatori che non sono necessariamente mediocri ma che nemmeno sono i primi della classe.

C'è però un altro punto di vista che non va ignorato, anche perché proviene da un ex dipendente di Microsoft, qualcuno che ha lavorato all'interno del gigante di Redmond per 15 anni fino all'uscita di Windows 8.1 e ha una conoscenza intima dei processi che portano dalla nascita fino alla distribuzione del software.

Questi è Jerry Berg, gestore del canale YouTube Barnacules Nerdgasm e del relativo profilo Twitter, il quale sulle cause del calo della qualità in Windows ha realizzato un video, che riportiamo in calce all'articolo.

Dalle parole di Berg scopriamo innanzitutto che cosa succedeva fino al 2015 quando Microsoft si preparava a rilasciare un aggiornamento del sistema operativo.

Esisteva allora un grande laboratorio, contenente un'infinità di computer in varie configurazioni hardware, sui quali venivano effettuati i test delle nuove versioni di Windows.

Grazie alla varietà lì rappresentata era possibile individuare anche i bug più oscuri e, sebbene qualcosa potesse comunque sfuggire (poiché avere a disposizione davvero tutte le combinazioni di hardware e software era ovviamente impossibile), molti problemi venivano individuati prima del rilascio.

Ogni giorno, poi, gli addetti ai test si incontravano e discutevano dell'andamento delle prove, riferendo agli sviluppatori le difficoltà incontrate.

Poi, tra la fine del 2014 e l'inizio del 2015, questo sistema è cambiato. I tre team che si occupavano dello sviluppo di Windows, Windows Phone e Xbox sono stati fusi, con l'obiettivo di dar vita a un'unica piattaforma software basata sul kernel di Windows per tutte e tre le linee, e l'intero team che seguiva i test venne licenziato.

Sondaggio
Qual è stata secondo te la scoperta tecnologica più imponente, tra queste?
La fotografia
La riproduzione dei suoni
Il laser
L'elettromagnetismo
Il motore diesel
I computer
I raggi X
I robot
Vorrei suggerirne un'altra, nei commenti qui sotto

Mostra i risultati (2045 voti)
Leggi i commenti (10)

Da allora i test sono stati condotti in due modi. Il primo è l'uso di macchine virtuali in sostituzione della moltitudine di PC presenti un tempo nel laboratorio, una soluzione che ovviamente non è in grado di riprodurre la varietà di combinazioni hardware.

L'altro è l'affidamento agli iscritti al programma Windows Insider e ai dati ricevuti dalla telemetria. Anche in questo caso, però, la varietà hardware ottenuta è inferiore a quella che era presente in Microsoft anni fa, e la telemetria non è sempre così affidabile.

L'inaffidabilità è dovuta al fatto che, da un lato, i dati inviati a Microsoft sono soltanto quelli strettamente relativi al componente che cessa di funzionare (o inizia a funzionare male) a seguito di un problema; ma se la causa profonda sta in un prodotto di terze parti, gli sviluppatori non lo sapranno mai.

Dall'altro lato i sondaggi hanno dimostrato che chi partecipa al programma Insider generalmente segnala solo i bug più catastrofici: i semplici malfunzionamenti - come la mancanza dell'audio nei giochi o il cessato funzionamento degli altoparlanti Bluetooth- semplicemente non vengono ritenuti sufficientemente rilevanti da meritare una segnalazione.

Insomma: licenziando il vasto team che si occupava dei test, Microsoft ha fatto un pessimo servizio alla qualità dei propri prodotti, come i vari bug che a ogni rilascio di aggiornamenti vengono rilevati dimostrano.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10, l'aggiornamento causa più problemi di quanti ne risolva
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Windows 10, Cortana consuma troppa CPU dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, che cosa fare se dopo l'update gli altoparlanti Bluetooth non funzionano
Surface, il processore rallenta fino ai livelli di un vecchio Pentium II
Microsoft: Windows 10 è il migliore Windows di sempre
Bug in Windows 10, i dispositivi USB rallentano lo spegnimento
Usi una vecchia versione di Windows 10? Microsoft ti obbligherà ad aggiornarla
La visione di Microsoft per un sistema operativo davvero moderno
Windows 10, l'aggiornamento di maggio fa cadere la connessione Wi-Fi
Microsoft ritira l'aggiornamento che mandava in freeze Office 2016
Windows 10, l'aggiornamento non si installa se c'è una chiavetta

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

Personalmente ho sempre pensato che la mossa di M$ fosse per risparmiare sul testing e riversare questa attività sui clienti paganti, però anche il fatto di favorire Azure, soprattutto in un ottica di scoraggiare gli utenti dal SO legacy per poi dirigere le mandrie su di esso (Azure), devo dire che non mi pare poi campato in aria. Alla... Leggi tutto
28-9-2019 14:50

E chi te lo fa fare di incasinarti con Gentoo, in 17 anni non l'ho mai fatto , o con Arch e hai ragione, Pacman per me fa c...e tutto il contrario dell'intutivo. Ti scegli una bella distribuzione ready out of the box e vai! Qualche hint a prova di utonto? Questa va bene per utonti utonti con 2GB di ram anche se 1GB già basta... Leggi tutto
26-9-2019 19:23

{gipo}
@utente anonimo Io uso Linux da decenni (ho iniziato in una grande azienda telecom negli anni '90) e direi che super partes hai centrato perfettamente la "questione Linux". Il fatto è che una azienda ha una strategia unica, nel bene o nel male, mentre il bello/brutto di Linux è che questo non esiste proprio. Con l'avvento del... Leggi tutto
26-9-2019 18:43

{utente anonimo}
Il grosso problema di Linux è, ironicamente, il suo punto di forza, la customizzabilità pressoché illimitata. All'utente medio serve qualcosa di facile ed intuitivo che funzioni "out of the box", su questo Windows e re indiscusso ma Linux ha molte distribuzioni e ciò già frammenta la... Leggi tutto
26-9-2019 13:43

Assumano personale per fare i test. Sono alla frutta e non possono? Chiudano! Leggi tutto
26-9-2019 13:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Un sito Internet richiede che la password sia più complicata. Cosa fai per ricordarla?
La scrivo su un foglio di carta
Faccio di tutto per memorizzarla
La salvo sul browser e utilizzo il Completamento automatico
La salvo sullo smartphone
La salvo come nota sul computer
Impiego una utility specifica per l'immagazzinamento password

Mostra i risultati (2673 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics