Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''

''Eravamo dal lato sbagliato della storia, ma ora abbiamo capito''.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-05-2020]

microsoft open source

Che il rapporto tra Microsoft e l'open source sia decisamente cambiato dai tempi di Steve Ballmer - il quale aveva definito Linux «un cancro» - non dovrebbe essere più un mistero per nessuno.

Fa comunque piacere vedere che l'ascia di guerra è stata definitivamente sotterrata.

A esplicitare il cambiamento di rotta avvenuto negli ultimi anni è stato il presidente di Microsoft, Brad Smith, che durante un evento al MIT ha dichiarato: «Microsoft era dal lato sbagliato della storia quando l'open source esplose, all'inizio del secolo, e posso dirlo anche di me personalmente».

L'ammissione di colpa fatta da Smith si accompagna al riconoscimento di tutto il lavoro fatto da allora, e di come il gigante di Redmond sia diventato, a suo modo e per certi casi, un sostenitore del software a sorgente aperto.

«La buona notizia» - ha continuato Smith - «è che, se la vita è sufficientemente lunga, si può imparare... che bisogna cambiare».

Non si tratta soltanto di parole: Microsoft è una delle realtà che maggiormente contribuiscono allo sviluppo di vari progetti open source, molto più di Google o Facebook, che non hanno i trascorsi negativi di Microsoft con questo mondo.

Anche l'acquisizione di GitHub, avvenuta nel 2018, va secondo Smith letta in quest'ottica: «Quando pensiamo a GitHub, lo consideriamo come la casa dello sviluppo open source, e riteniamo nostra responsabilità, in quanto padroni di casa, renderla una residenza sicura e produttiva».

Certamente nessuno ha posto la fatidica domanda: «Ma se l'open source è "il lato giusto della storia", perché non rendere pubblico il codice sorgente di Windows e Office?», ma non si può mai dire mai.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Linux compie trent'anni
Un assaggio del nuovo Office, riprogettato per Windows 11
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Microsoft mette a disposizione 60.000 brevetti per difendere Linux e l'open source
Microsoft compra GitHub e i programmatori scappano

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Sfrutterà l'open source come ha fatto Google, Android ha solo il kernel di Linux, tutto il resto è chiuso o quasi.
7-6-2020 14:56

Certo, come ho detto, nulla di strano o di cui stupirsi e certamente anche un comportamento onesto da parte di M$, è un'aziende che deve fare profitto e ha deciso di farlo anche tramite l'open source. Poi se uno non vuole installare l'open source di M$ è libero di farlo e di scegliere ciò che più gli aggrada.
7-6-2020 10:07

beh non potete pretendere che una multinazionale diventi una organizzazione non-profit e onestamente preferisco la certezza di sapere che qualunque cosa dicano, lo fanno per vendere qualcosa. in fin dei conti, mi sembra onesto.
6-6-2020 16:14

Quoto anch'io. Siccome pecunia non olet, e siccome M$ ha visto un modo per guadagnare ulteriormente ed allargare il proprio mercato anche tramite l'open source, ora è disponibile a sconfessare parte del suo pensiero del passato pur di aumentare i ritorni del presente e del futuro. Non c'è nulla di strano né nulla di cui stupirsi... Leggi tutto
6-6-2020 14:12

{gipo}
M$ vuole creare un silos come quello di Apple, e diventare fornitrice di tutto. Dichiarazioni oneste da parte di una jena non ce ne possono essere; se dice qualcosa di condivisibile vuol dire che sta strumentalizzando una verità per ottenre un vantaggio, di solito poco visibile perché strategico e quindi sinergico con altre... Leggi tutto
22-5-2020 19:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1794 voti)
Ottobre 2021
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 21 ottobre


web metrics