WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10

Riproduce l'interfaccia del sistema di Microsoft nei minimi dettagli, facilitando la transizione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-07-2020]

Linuxfx Windowsfx
Sembra il desktop di Windows 10, ma è WindowsFX

Ci possono essere vari motivi che impediscono a un utente Windows di passare a Linux, e tra questi uno di quelli più spesso citati è che passare al sistema operativo del pinguino significa trovarsi all'improvviso in un ambiente sconosciuto, dove tutto ciò che si sapeva non vale più.

In aiuto a quanti vorrebbero tentare il salto ma temono un'interfaccia diversa (e generalmente spacciata come difficile) arriva la distribuzione brasiliana WindowsFX, che da poco è arrivata alla versione 10.3.

Basata su Ubuntu 20.04, WindowsFX non si limita a richiamare a grandi linee il sistema di Microsoft: esteticamente, è una riproduzione così perfetta che viene da chiedersi come mai da Redmond non abbiano già sguinzagliato gli avvocati (come avvenne ai tempi di Lindows).

L'ambiente desktop adottato è Cinnamon, ma a prima vista proprio non si direbbe: gli sviluppatori l'hanno personalizzato in modo da riprodurre in modo praticamente esatto l'aspetto di Windows 10, arrivando al punto da inserire le icone tipiche dei programmi Microsoft, da Cortana alle varie applicazioni di Office.

Chiaramente, anziché Word, Excel e compagnia ci sono gli equivalente di LibreOffice; per rendere meno traumatica la transizione da Office è stata però attivata come impostazione predefinita l'interfaccia a schede, analoga a quella introdotta nella suite di Microsoft a partire dalla versione 2007.

Inoltre, per quanti proprio non possono fare a meno dei software che abitualmente adoperano sotto Windows, WindowsFX offre nativamente la possibilità di lanciare gli eseguibili .exe e .msi tramite Wine.

È chiaro che, nonostante gli sforzi degli sviluppatori di Wine, la compatibilità non è ancora perfetta; ma in certi casi può essere sufficiente per far funzionare quella particolare applicazione indispensabile, mentre per il resto i software per Linux risultano perfettamente adeguati.

WindowsFX include poi altri software utili, come Chrome, Firefox, Vlc, Gimp, Inkscape, Skype e Kodi. Eventuali aggiunte si possono trovare grazie all'Ubuntu Software Center, la cui icona campeggia là dove, sotto Windows, c'è il Microsoft Store.

I requisiti minimi per installare WindowsFX parlano di un processore dual core e 2 Gbyte di Ram, anche se sono consigliati 4 Gbyte di Ram (e 16 Gbyte di spazio libero su disco).

WindowsFX può essere scaricata liberamente dal sito ufficiale.

Qui sotto, il video di prestazione della distribuzione e alcuni screenshot.

Linuxfx Windowsfx 2
Linuxfx Windowsfx 3
Linuxfx Windowsfx 4
Linuxfx Windowsfx 5

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
Linus Torvalds è preoccupato per il futuro di Linux
Anche Amburgo molla Microsoft per l'open source
Anche Windows ha il suo gestore di pacchetti in stile Linux
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Windows 10 perde utenti, Ubuntu li moltiplica
Se Linux ha più falle di Windows

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

@{Kabamaru} Non lo metto in dubbio, poi Deepin è molto bello da vedere, hanno creato un nuovo DE bello e moderno. Purtroppo le malelingue (distribuzione cinese con spyware) non mi fanno superare questo scoglio ed installarlo su hdd, e non conoscendolo bene non lo consiglio. L'ho comunque tenuto un po' in VirtualBox.
4-8-2020 11:41

{Kabamaru}
@Maary79 credimi, Deepin è una roccia. La uso da anni e l'unica volta che ho dovuto reinstallare il sistema è stato al passaggio da Debian sid a Debian stabile. A parte questa occasione straordinaria, ho sempre aggiornato ad oltranza tramite il sistema stesso, senza perdita di dati o altre seccature. Per questo la... Leggi tutto
29-7-2020 18:34

Io queste distribuzioni nate dalla sera alla mattina al massimo le testo per gioco in macchina virtuale, e nulla più. Opto per Ubuntu e derivate (Xubuntu, Kubuntu, Lubuntu, ecc..) su pc recenti, o anche vecchi ma con hardware buono per l'epoca. Oppure Mint, stesso ragionamento. Se il pc molto anziano MX o Antix. Ma col secondo bisogna... Leggi tutto
16-7-2020 12:35

Non ho provato questa distribuzione ma personalmente mi hanno sempre fatto ribrezzo le distribuzioni che cercavano di scimmiottare/inseguire windows , quindi a maggior ragione questa (vuole essere identica nella interfaccia ad uno dei peggiori windows della storia) . Ritengo che l'importante invece (in particolare per una distribuzione... Leggi tutto
16-7-2020 09:48

Io penso addirittura che queste scelte siano controproducenti. Cosa serve un'icona uguale se il sistema poi è completamente diverso e bisogna avere la volontà di conoscerlo e impararlo?
14-7-2020 11:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per quale servizio collegato a un prodotto per la smart home saresti più disposto a pagare fino a 15 euro al mese?
Lo scongiurare dei guasti dei prodotti smart, per esempio lavastoviglie, connettendoli ai fabbricanti, in modo da identificarli e anticiparne qualsiasi problema.
Collegamento alla compagnia assicuratrice che interviene in caso di allagamento, intrusione o allarme quando non sono in casa.
Assistenza nella vita di tutti i giorni per gli anziani.
Collegamento dei dati relativi alla salute al medico o al reparto ospedaliero per il monitoraggio dei parametri vitali chiave.
Collegamento alla società di sicurezza che intervenga quando l'allarme si spegne.
Nessuno di questi

Mostra i risultati (1002 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics