Poste Italiane porterà la fibra a case e aziende

La banda ultralarga viaggerà sia sulla rete di Tim che su quella di Open Fiber.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-07-2020]

poste fibra

Mentre Tim sta ancora cercando di capire se voglia davvero la rete di Open Fiber, ponendo fine a quella che a molti sembra un'inutile duplicazione della rete italiana in fibra, le Poste hanno fatto la propria mossa.

La controllata PostePay ha infatti firmato accordi sia con Tim che con Open Fiber per diventare fornitore di connettività fissa su banda ultralarga, appoggiandosi dunque a entrambe le reti.

«Poste Italiane fornirà al Paese servizi in fibra ottica mediante tecnologie a banda ultralarga, coniugando la capillarità della rete degli uffici postali con la diffusione della rete su tutto il territorio nazionale» annuncia Poste Italiane, che punta a offrire servizi sia alla clientela domestica che a quella aziendale.

Non è d'altra parte chiarissimo quale vantaggio possa portare agli utenti la «capillarità» della presenza degli uffici postali.

Certamente a Poste Italiane tale presenza torna comoda, perché permetterà di offrire la sottoscrizione del servizio a chiunque si rechi in un ufficio per qualsiasi altra incombenza, come già avviene spesso per PosteMobile: si va in posta a pagare una bolletta e, mentre compie l'operazione, l'impiegato incidentalmente presenta l'offerta per i cellulari.

Dal punto di vista degli utenti, invece, il vantaggio ci sarebbe soltanto se gli uffici postali diventassero anche centri di assistenza cui rivolgersi per eventuali problemi di connettività: ciò consentirebbe di avere delle persone in carne e ossa a cui chiedere aiuto, un'opzione che probabilmente per molti sarebbe più gradita rispetto alla telefonata a un call center.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La chiocciola e la banda larga
Rete unica, il Recovery Plan mette i bastoni tra le ruote a Tim
TIM, parte da Trento l'addio al rame in favore della fibra
Tim, gli azionisti vogliono una rete unica per la fibra

Commenti all'articolo (5)

Esatto!!!! Un altro venditore di fumo.
25-8-2020 17:40

e quindi non portera' un bel niente, si limitera' a fatturare Leggi tutto
29-7-2020 22:47

come x energia elettrica e ferrovie la rete va scorporata dai gestori. voglio vedere se nei paesini arriverÓ prima la fibra o il 5g.. in ogni caso oarole parole ma in tantr piccile zone industriali si viaggia ancora a 7 o 20 mega... attenzione alla tariffe mobile di poste.. se sfori il il numwrondi giga previsti paghi 516 euro al... Leggi tutto
27-7-2020 20:09

{Bilbo}
Se porta la fibra come porta la posta, meglio stare lontani :)
27-7-2020 05:46

{aldolo}
tutto ma non la posta ahahahahahahhahah
26-7-2020 22:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerÓ realtÓ per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietÓ degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirÓ le password: conoscerÓ le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identitÓ.
Smart City: le cittÓ faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1265 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 settembre


web metrics