Microsoft elimina Cortana da Android, da iOS e dagli smart speaker



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-08-2020]

cortana ios android smart speaker

Erano grandi le ambizioni di Microsoft per Cortana, l'assistente vocale che la maggior parte degli utenti conosce perché la trova integrata in Windows 10.

Avrebbe dovuto fare concorrenza ad Alexa e a Google Assistant, ma purtroppo non s'è dimostrata all'altezza. Così, il gigante di Redmond ha deciso innanzitutto di ridimensionarne il ruolo sui PC, e ora di disattivarla completamente su vari dispositivi.

Ciò non comporta che Cortana svanisca per sempre. Soltanto, anziché essere un'interfaccia universale per interagire con un'infinità di dispositivi, sarà un'interfaccia dallo scopo limitato, e per la precisione limitato alla suite Microsoft 365.

Il piano di pensionamento di Cortana sui dispositivi prevede che il supporto alle skill di terze parti cessi il prossimo 7 settembre, e che all'inizio del 2021 l'app per Android e iOS non sia più supportata.

Cortana sparirà inoltre anche dalla prima versione di Surface Headphones, e soprattutto dallo smart speaker Harman Kardon Invoke.

Gli utenti dell'Invoke saranno probabilmente i più colpiti dalla decisione di Microsoft. Infatti, mentre chi fino a oggi si affidava all'app per smartphone avrà comunque a disposizione delle alternative (usare Cortana sui dispositivi Windows 10, oppure tramite Teams o Outlook), lo smart speaker perderà proprio quella funzione che lo rendeva smart.

L'Invoke si trasformerà in un costoso altoparlante Bluetooth e nient'altro. Microsoft giustifica questa estrema riduzione di funzionalità sostenendo che, comunque, «la maggior parte degli utenti usava l'Invoke principalmente per ascoltare musica grazie all'elevatissima qualità del suono», e pertanto la menomazione non dovrebbe essere troppo sentita.

D'altra parte, è difficile pensare che chi nel 2017 ha acquistato lo smart speaker di Harman Kardon spendendo quasi 200 dollari ora accetti di buon grado l'amputazione.

Ecco quindi che Microsoft, nel tentativo di addolcire la pillola, ha deciso di offrire a costoro una gift card del valore di 50 dollari, da spendere sul Microsoft Store, come spiega l'azienda stessa nella pagina di supporto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Non credo proprio ne sentir˛ la mancanza: mai usata...
30-8-2020 17:16

La tolgono anche da WinPhone? Ah no scusate...quello era un altro flop...
5-8-2020 23:18

Ottimo. Ora spero che tolgano dall'OS anche le altre inutility: foto, film e tv, musica, posta, giochini vari, ecc. Chi proprio le vuole, se le installa dallo store.
4-8-2020 17:01

Tanto era perfettamente inutile, e se la tolgono Ŕ un pezzo di sw in meno che pu˛ essere soggetto a bug o exploit. Leggi tutto
4-8-2020 05:22

{Bitrot}
Da aggiungere alla lista degli esempi per cui sconsigliare l'uso di servizi cloud.
3-8-2020 16:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (2028 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics