Schermi trasparenti al posto dei finestrini della metro

Succede a Pechino, grazie a Lg.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-08-2020]

schermi trasparenti metropolitana

Sarà la trasparenza il prossimo balzo in avanti per quanto riguarda gli schermi, dopo il passaggio dalla tecnologia a tubo catodico agli Lcd e agli Oled?

Gli annunci più recenti sembrano indicare che la risposta sia sì. Dopo il televisore trasparente di Xiaomi, ecco che LG ha pensato di usare schermi trasparenti per sostituire i finestrini della metropolitana.

Alcuni treni delle metropolitane di Pechino e Shenzen stanno infatti venendo attrezzati con schermi Oled trasparenti da 55 pollici in luogo dei finestrini.

Tale soluzione permette non soltanto di guardare fuori dal vagone, ma anche di vedere informazioni utili, come la mappa dell'intera rete metropolitana, l'avanzamento del treno lungo il percorso, il nome della stazione successiva e via discorrendo.

La sperimentazione prevede di equipaggiare in questo modo i convogli che percorrono la linea 6 di Pechino e la linea 10 di Shenzen, ma il piano prevede di allargarsi rapidamente alle altre linee.

«L'utilizzo degli schermi trasparenti diventerà sempre più vario» spiega Chang-ho Ho, vicepresidente di Lg, il quale tiene a sottolineare come essi non siano un semplice vezzo tecnologico ma possano avere importanti e utili applicazioni pratiche: l'integrazione con i finestrini è una di queste.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'aereo trasparente di Airbus
Il vestito che diventa trasparente con l'eccitazione

Commenti all'articolo (1)

{nan}
Questo altro non è che la realtà aumentata di cui si parla da anni. Tuttavia, quando finalmente si uscirà dalla fase sperimentazione + chiacchiere di marketing, gli occhiali saranno di gran lunga più flessibili, personalizzabili ed enormemente più economici di una miriade di schermi piazzati in ogni... Leggi tutto
31-8-2020 15:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2475 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 agosto


web metrics