Tenet, occhio ai fake che svuotano il conto in banca



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-09-2020]

tenet malware carta credito

Tenet, l'ultimo film di Christopher Nolan, è finalmente arrivato nelle sale cinematografiche e sta riscuotendo un notevole successo. È solo normale, quindi, che stia spopolando anche nei circuiti peer to peer.

Come spesso capita in questi casi, però, il pericolo è in agguato, come segnala TorrentFreak.

Sui motori di ricerca e siti BitTorrent si trovano infatti parecchi file torrent e collegamenti che, se utilizzati, portano sul computer file di dimensioni credibili: almeno 700 Mbyte, ossia quanto può pesare un film in bassissima qualità registrato al cinema.

I guai iniziano quando si cerca di aprire quel file. Nella maggior parte dei casi, all'interno ci sono malware che si installano sul Pc; e a volte si tratta di ransomware, che immediatamente iniziano il loro sporco lavoro di cifratura dei file personali.

In altri casi, l'inganno è più raffinato. Chi scarica uno di questi Tenet fake si ritrova per le mani un archivio zip, o una cartella con un file ReadMe.

Al suo interno c'è un messaggio con il quale si richiede di installare un codec specifico per poter riprodurre il video, e tale codec si trova - sostiene il file - ospitato presso un sito il cui indirizzo è comodamente fornito nel ReadMe stesso.

A chi ancora non ha sentito odor di truffa e prosegue nell'operazione verrà richiesto dal sito di inserire i dati della propria carta di credito «a scopo di verifica».

A questo punto dovrebbe essere chiaro l'intento truffaldino; ma se questo genere di condotte continua è perché c'è sempre qualcuno che ci casca e poi si trova con il conto in banca svuotato.

In sostanza quindi, scaricare un file dai circuiti pirata è sempre un azzardo. Nel caso dell'apparizione di contenuti popolari come il film di Nolan, si creano le condizioni per la "tempesta perfetta di scam": e i truffatori - come sta accadendo - se ne approfittano.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

Forse sì... :-k
8-5-2021 13:30

se uno si fa derubare così forse un poco poco se lo merita xD
4-5-2021 12:22

In effetti... :roll:
15-11-2020 17:54

{umby}
Certo che dare i dati della carta di credito per scaricare un codec, è da polli super-esperti!
5-9-2020 10:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3552 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 13 agosto


web metrics