Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-10-2020]

uk excel virus casi sottostimati

Microsoft Excel, nato come foglio di calcolo, sarà anche comodo per disporre in tabella i dati e funzionare come un primitivo database, ma ha i suoi limiti.

Se ne sono accorti nello scorso mese di agosto gli scienziati della Human Genome Organization che, stanchi di vedere i nomi dei geni individuati trasformati in date, si sono rassegnati a dover cambiare la nomenclatura.

Se ne sono accorte ora anche le autorità sanitarie britanniche che proprio all'uso di Excel devono un errore di stima nei confronti delle persone contagiate dal Sars-CoV-2.

Negli ultimi giorni, Public Health England (Phe) ha segnalato un aumento improvviso e significativo dei positivi al virus della Covid-19.

Ciò però non è dovuto a un aumento della contagiosità del virus stesso ma alla correzione di un «errore tecnico» che aveva portato a non segnalare alcune migliaia di casi.

Sulle cause dell'errore le fonti ufficiali tacciono, ma le "fonti interne" - che possono sbilanciarsi pur restando anonime - hanno indicato un colpevole quantomeno verosimile in Excel.

A quanto pare, infatti, i dati dei contagiati vengono inizialmente inseriti dai vari laboratori che eseguono i test in file Csv, che vengono poi tutti importati dalla Phe con un procedimento automatico in un unico foglio di calcolo Excel.

Il problema è che Excel ha dei limiti quanto al numero di linee che è possibile aggiungere; tali limiti sono ampi - è vero - ma ciò nonostante reali. Il risultato è che l'aggiunta dei casi sempre al medesimo foglio ha portato a raggiungere detti limiti, e oltre 15.000 casi rilevati tra il 25 settembre e il 2 ottobre non sono stati debitamente registrati.

Si capisce quindi come i dati ufficiali diffusi, basati sulle informazioni incomplete registrate nel file Excel, non rispecchiassero la realtà, ma non solo: il sistema di tracciamento dei contagiati non ha potuto svolgere il proprio lavoro, poiché migliaia di persone risultate positive ai test non erano state inserite nel sistema.

A seguito della scoperta il sistema di registrazione dei casi è stato rivisto, anche se non radicalmente: in luogo di un unico file Excel ora ne vengono usati diversi, in numero sperabilmente sufficiente a non raggiungere nuovamente il limite di record.

Com'è comprensibile la Phe - sulla cui abolizione il governo già stava pensando da un po' - è finita nella bufera, e le autorità sanitarie stanno provvedendo ad avvisare tutti coloro che sono stati interessati dal problema.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Gli scienziati ribattezzano i geni umani per colpa di Excel

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

{Gianluca}
Incredibile... ma la colpa non e' di Excel, e' di quei mentecatti che usano Excel (senza neanche conoscerne i limiti) invece di usare un database! Ma quanto basso e' il livello di chi lavora in questi enti statali o parastatali?
12-10-2020 12:03

E' proprio la prova che questa attività non viene fatta in maniera coordinata e centralizzata. L'utilizzo di un prodotto di informatica personale per la gestione di quantità di dati grande ed eterogenea vuol dire che si è lasciata ad un "utente" a responsabilità di disegnare una applicazione con archivio e funzioni, senza che... Leggi tutto
9-10-2020 16:54

{Roger}
E pensare che nel 2020 usano ancora i file Excel e CSV quando basta un normale database MySql... assurdo
7-10-2020 10:50

Concordo pienamente. Leggi tutto
7-10-2020 09:33

Quindi ancora non hanno capito che per elaborare grosse quantita' di dati si devono utilizzare DATABASE e appositi software statistici (SAS, R, ecc.). . Leggi tutto
7-10-2020 09:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste professioni obsolete secondo te ha ancora un futuro?
Agente di viaggio. C'è ancora qualcuno che prenota le vacanze in agenzia? (Parrebbe di sì)
Cassiera di supermercato. Sostituita dalle casse automatiche e dalla spesa online. (Ma i clienti rimangono affezionati al vecchio sistema)
Centralinista. Sostituito dai centralini digitali. (Eppure resiste in molte aziende)
Data entry. Mai sentito parlare di scanner e OCR? (Invece c'è chi inserisce ancora tutto a mano)
Dattilografo. I dirigenti moderni gestiscono il proprio blog, non dettano più gli appunti a una segretaria; al massimo usano il riconoscimento vocale. (Ma esistono davvero dirigenti... moderni?)
Impiegato di banca allo sportello. Con i conti online è una figura sempre meno utile. (Però in banca tutti lo cercano)
Giornalista. Con Google News, Facebook, Twitter e i blog, c'è ancora bisogno di loro? (Almeno dei migliori, evidentemente sì)
Postino. Con la posta elettronica, la posta tradizionale va diminuendo sempre più. (Ma ci vuole sempre qualcuno che la consegni)

Mostra i risultati (2499 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics