La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2021]

container

Molta gente mi dice che esagero quando parlo di metodo redazionale scadente e disastroso ogni volta che un giornale pubblica una bufala.

"Dai, Paolo" mi dicono "è soltanto un errore, errare è umano, gli sbagli succedono a tutti". Certo, i refusi càpitano a tutti. Anche a me, e chi segue questo blog lo sa bene.

Ma io sto parlando di metodo di lavoro. Ossia di abitudini e di scelte precise quotidiane, che prima o poi portano inesorabilmente a disastri.

È un po' come l'elettricista che tutti i giorni taglia e giunta fili senza staccare la corrente: è proprio un modo di lavorare, un'abitudine cementata. Per un po' gli va liscia, ed è pure contento perché risparmia tempo e disagi al cliente. Poi rimane folgorato, e a quel punto tutti piangono.

Per esempio, pubblicare senza rileggere, o senza far rileggere, è ormai un metodo di lavoro consolidato in tutte le redazioni di cui vedo le pubblicazioni. E i risultati si vedono.

Un altro esempio è il titolo che dice una cosa mentre l'articolo ne dice un'altra, perché il titolista (ammesso che esista questa fantomatica figura) non parla col giornalista e non capisce una cippa di quello che sta titolando. Neanche lui rilegge. E i risultati si vedono.

Ma ci vuole un livello d'incoscienza speciale, un metodo di lavoro particolarmente scalcinato e incurante delle conseguenze, per fare quello che è successo oggi a Fabio Pozzo su La Stampa.

Cosa c'è che non va nel metodo di lavoro di Fabio Pozzo? Beh, oggi ha scritto (o perlomeno ha firmato) un pezzo sugli armatori e sull'aumento dei prezzi delle spedizioni via nave. Quello che vedete nell'immagine all'inizio dell'articolo e che trovate in copia permanente qui: archive.is/FWCKV.

In quell'articolo c'è un passaggio molto delicato, perché "entra in un campo, quello della concorrenza, che è un nervo scoperto x gli armatori, non vorrei si causasse qualche reazione", dice Pozzo o chi per lui. Testuali parole.

Come faccio io a conoscere queste testuali parole? Perché sono state scritte nel testo dell'articolo.

In altre parole, Fabio Pozzo (o chi per lui) ritiene che sia un metodo di lavoro accettabile scrivere i promemoria interni confidenziali nel testo dell'articolo. Agevolo screenshot. Notate niente?

lastampa 2021 02 01 20 55 35

La cosa tragicomica è che quel promemoria era chiaramente confidenziale: "L'argomento sotto è molto delicato, valuta tu se dare un'impronta un po' più sfumata in quanto si entra in un campo, quello della concorrenza, che è un nervo scoperto x gli armatori, non vorrei si causasse qualche reazione".

Beh, se si scrivono e si lasciano i commenti interni negli articoli pubblicati, sì, "qualche reazione" si causa eccome. Forse non quella degli armatori, ma quella dei lettori.

  1. il giornalista scrive gli appunti confidenziali nel testo dell'articolo (primo errore fondamentale)
  2. non rilegge quello che ha scritto prima di inviarlo per la pubblicazione (secondo errore fondamentale)
  3. e nessuno in redazione legge prima di pubblicare (terzo errore fondamentale)

Questo è un classico esempio di metodo di lavoro fallimentare e sbagliato: è l'elettricista che lavora sui cavi in tensione. Qui non è un refuso: è proprio un comportamento incosciente di una redazione. Di cui noi lettori paghiamo le conseguenze. Per un po' va tutto bene, si risparmiano tempo e soldi, fino a quando va male. Come oggi.

Questo comportamento non è occasionale e non è limitato a La Stampa. Ecco un esempio fresco fresco da l'Espresso. Edizione cartacea, quella che non si può correggere facendo finta che non sia mai successo nulla:

dieresi
dieresi2

Sì, qui è rimasta l'istruzione "mettere la dieresi sulla "u" per favore!". Perché nessuno rilegge.

E questo è un titolo di oggi del Corriere, che parla della nota città di News York a caratteri cubitali: nessuno rilegge.

corriere news york

Fabio Pozzo de La Stampa, dopo la mia segnalazione su Twitter, ha corretto l'articolo. Anche il Corriere ha cambiato il titolo (solo nella versione per desktop; la versione per smartphone lo riporta ancora). Per L'Espresso, invece, niente da fare: verba volant, scripta manent. Se le scripta sono su carta, s'intende.

Questo, sottolineo, è soltanto il bollettino dei disastri di oggi.

Speriamo che la lezione sia stata imparata, non soltanto da Pozzo, ma da tutta la filiera di produzione. E magari anche da chi si avvicina al giornalismo e vuole evitare queste brutte figure.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Il disastro tragicomico di Parler
Donald Trump e la Teoria del Green Screen
Word 365 ha imparato a fare il dettato
Facebook voleva uno spyware per spiare meglio gli utenti
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Microsoft Teams, arriva il filtro per sgranocchiare in pace durante le chiamate

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Notevole... :lol:
8-2-2021 19:08

Riassunto della trama di uno sceneggiato in TV (quello che si vede col tasto info): Un consigliere comunale aveva ucciso la moglie dopo avere occultato il cadavere in uno stabile in demolizione
8-2-2021 00:12

Siamo alla festa della mediocrità ma la parte peggiore di tutto ciò temo sia la scarsa o nulla sensibilità del grande pubblico che nemmeno si rende conto di questo degrado... :cry:
7-2-2021 14:47

M$ docet... Leggi tutto
7-2-2021 14:45

Beh, a dirla tutta, l'articolo di Pozzo mi sembra più completo e coerente con la parte finale che, in caso qualcuno avesse correttamente letto la nota dell'autore, sarebbe anche potuta essere eliminata o pesantemente edulcorata... In ogni caso, sì, la situazione è veramente sempre più deteriorata causa riduzione di costi e competenze.
7-2-2021 14:45

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è l'invenzione che aspetti di più?
L'auto che si guida da sola, senza conducente
Un chip per migliorare la memoria e incrementare le capacità cognitive dell'uomo
La carne fabbricata in laboratorio
L'auto (o la bicicletta) volante
Un robot personale per i lavori pesanti o noiosi
La macchina per viaggiare nel tempo
La pillola per aumentare la longevità
Nessuna di queste
Non lo so

Mostra i risultati (2156 voti)
Maggio 2021
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Windows 10, arriva l'Eco Mode per far tornare scattante il Pc
Microsoft pronta a lanciare Cloud PC, il desktop in streaming
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 8 maggio


web metrics