Antitrust, Apple rischia dalle UE una multa da 27 miliardi

Una cifra enorme, che però per l'azienda della Mela è quasi trascurabile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-05-2021]

apple multa ue 27 miliardi

Chi pensa che Apple sia un'azienda di computer è rimasto davvero indietro. Non solo perché la parola Computer è sparita dal nome già nel 2007, ma perché il grosso dei suoi ricavi oggi viene dagli iPhone e dai servizi.

Nel 2019, Spotify si scagliò proprio uno di questi servizi, probabilmente il più popolare, ossia lo streaming musicale. Spotify sosteneva che Apple presentasse agli sviluppatori di app per lo streaming iscritti all'App Store delle condizioni lesive della concorrenza, e perciò chiamò in causa la Commissione Europea.

Questa avviò un'indagine antitrust, e tale indagine ha finalmente prodotto e pubblicato i risultati preliminari, dai quali si apprende che Apple potrebbe essere nei guai.

La Commissione ha infatti rilevato che Apple, sfruttando la propria posizione dominante, poiché da un alto gestisce l'App Store e dall'altro offre un proprio servizio di streaming, impone delle regole tanto drastiche da mettere in difficoltà i concorrenti e «privare gli utenti di scelte più economiche per lo streaming musicale, distorcendo la concorrenza».

Il mezzo con cui Apple ottiene questi risultati, secondo l'indagine, sta nelle alte commissioni richieste nell'App Store (pari al 30% di ogni acquisto) e nel divieto, rivolto dall'azienda agli sviluppatori, di informare gli utenti dell'esistenza di alternative.

Se tali affermazioni saranno confermate (dopotutto siamo ancora nella fase preliminare) allora Apple sarebbe accusata di violazione dell'articolo 102 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea (relativo all'abuso di posizione dominante sul mercato) e potrebbe essere condannata a pagare una sanzione pari a ben 27,5 miliardi di dollari.

È molto? Non per Apple: la cifra è stata infatti calcolata sul fatturato del 2020, e ammonta appena al 10% di quanto incassato dall'azienda della Mela in quell'anno.

Né, d'altra parte, è certo che Apple arrivi a dover pagare: potrebbe sempre riuscire a trovare una via d'uscita, o a concludere un accordo con la UE.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'Antitrust multa Google per 100 milioni di euro, anche se non c'è più motivo
Apple sta preparando l'iPhone pieghevole per il 2023
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Twitter, 450.000 euro di multa per violazione del Gdpr
L'Antitrust italiano multa Apple per dieci milioni di euro
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Antitrust, Facebook rischia una multa da 5 milioni
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Facebook multata per 500.000 sterline. In 17 minuti le avrà già riguadagnate
L'Antitrust italiana multa Samsung e Apple per 15 milioni di dollari
Google accusa la UE: Android rischia di non essere più libero
La UE infligge a Google una multa da record per abuso di posizione dominante
Multata perché usava l'Apple Watch in auto
In carcere l'uomo che cercava di allungare la vita ai vecchi Pc

Commenti all'articolo (3)

Se alla fine le faranno pagare 2,7 miliardi ridotti al 10 % se paga subito sarà tanto, più probabile che finisca tutto in una delle solite bolle di sapone... :roll:
8-5-2021 13:40

{al}
gli facessero pagare le tasse come le pago io piuttosto, che ne mantengo altri 2 col mio lavoro
4-5-2021 05:58

{spittify}
La cosa che mi sorprende è che in maniera sistematica le "autorità" cadano dal pero ogni volta che saltano fuori gabole che qualunque cittadino può immaginare senza tema di sbagliare. I casi sono due: o gli amministratori sono ottusi, oppure vedono solo quando qualcuno li mette in una posizione che non... Leggi tutto
3-5-2021 16:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il gadget del momento è lo smart watch. Si indossa al polso come un orologio tradizionale ma consente di telefonare, mandare Sms, accedere al web, leggere l'email, postare su Twitter o Facebook, ascoltare la musica. Ne acquisteresti uno?
Sì, per leggere l'email / gli Sms / Facebook / Twitter o per ascoltare la musica senza dover utilizzare il telefonino.
No. Ho già uno smart watch: è il mio telefonino. Non sono interessato a un altro accessorio.
No. Non mi interessa leggere l'email o accedere al web dall'orologio. Preferisco che orologio e telefono siano separati.
No. E' una cavolata.
Non saprei.

Mostra i risultati (2869 voti)
Giugno 2021
Windows 11, i primi screenshot sfuggono in Rete
Tutti gli indizi che puntano a Windows 11
Gli hard disk al grafene sono 10 volte più capienti
Microsoft nasconde la fotocamera sotto lo schermo che forma il logo di Windows
Il nuovo Windows 10 si svela a fine mese
Nuova tecnica contro il ransomware: ingannare il sistema di pagamento
Maggio 2021
Malvivente condannato grazie a una foto delle dita pubblicata online
Annunciata la prossima generazione di Windows
Guidi male? Forse è un primo segno di demenza
Scarsità di chip, televisori più cari del 30%
Arriva Android 12, più veloce, più personalizzabile e più attento alla privacy
Nella Tesla schiantatasi con “nessuno” al volante c’era qualcuno al volante
WhatsApp, funzionalità ridotte se non si vogliono regalare i dati a Facebook
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 giugno


web metrics