Falla nel software preinstallato di Dell

30 milioni di dispositivi vulnerabili.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-06-2021]

falla supportassist dell

Molti utenti "avanzati", quando acquistano un nuovo Pc o portatile, per prima cosa provvedono a reinstallare da zero il sistema operativo: una mossa drastica finalizzata a eliminare tutto il bloatware di cui i produttori infarciscono i computer.

Qualcuno potrebbe considerarli paranoici che vogliono soltanto complicarsi la vita, ma in qualche caso la scelta di rimuovere i software preinstallati e non essenziali può essere un toccasana per la sicurezza, per esempio quando proprio essi introducono delle falle.

Il caso più recente riguarda il software SupportAssist - preinstallato su molti computer Dell dotati di Windows - e in particolare la sua funzionalità BIOSConnect, che serve per aggiornare da remoto il firmware dell'apparecchio e gestire le opzioni di ripristino.

Il guaio è che in SupportAssist è presente una serie di falle, scoperta dai ricercatori di Eclypsium, che consentono l'accesso da remoto e offrono la possibilità di ottenere il controllo sulle procedure di avvio, aggirando i controlli del sistema operativo.

«Il problema riguarda 129 modelli di portatili, desktop e tablet Dell di livello consumer e business, compresi dispositivi protetti da Secure Boot e Dell Secured-core PC»: si calcola che si tratti di circa 30 milioni di prodotti in tutto il mondo.

Sul sito di Dell già si trovano degli aggiornamenti che chiudono le falle: si tratta di update del BIOS/UEFI e di nuove versioni dei software da installare a livello di sistema operativo.

Il consiglio, naturalmente, è di procedere al più presto possibile all'installazione delle patch. Chi non potesse farlo dovrebbe per lo meno disabilitare la funzionalità BIOSConnect dalla pagina di setup del BIOS del proprio PC, oppure usando lo strumento Dell Command.

Non è peraltro la prima volta che gli utenti dei prodotti Dell si trovano in questa situazione: già nel 2019 e per ben due volte erano stati scoperti dei bug importanti in SupportAssist.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
100.000 dollari per un bug di Apple
Falla nel software Dell di supporto, milioni di PC a rischio
Dell, falla critica nel software preinstallato

Commenti all'articolo (3)

Delle due l'una: o sono proprio incapaci o lo fanno apposta, in ogni caso sono totalmente inaffidabili se continuano a reiterare gli stessi errori... :roll: Leggi tutto
29-6-2021 18:54

Dell è una delle rare che offrono anche Linus preinstallato.
28-6-2021 17:45

{padell}
Si, mi ricordo bene di questi bug, ormai diventati una tradizione. D'altra parte Dell è sempre stato legato a Microsoft, e chi va con lo zoppo...
26-6-2021 09:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5421 voti)
Febbraio 2023
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 febbraio


web metrics