Microsoft caccia da Windows Insider gli utenti con hardware obsoleto



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-09-2021]

Windows 11 insider non supportato

Quando Windows 11 venne annunciato, alla fine di giugno, gli iscritti al programma Windows Insider (all'interno del Dev Channel, in cui si possono provare in anteprima i software fino al giorno del rilascio ufficiale) ebbero subito la possibilità di aggiornare il proprio sistema Windows 10 alla versione successiva (non ancora definitiva), proprio allo scopo di scovare gli ultimi bug e fornire un po' di feedback.

I limiti hardware non erano un problema: nonostante le restrizioni ufficialmente imposte da Microsoft per quanto riguarda i PC compatibili, gli iscritti al Dev Channel potevano tranquillamente effettuare l'upgrade, poiché tale possibilità era garantita da Microsoft stessa.

Ora, però, le cose stanno per cambiare. Windows 11 si avvicina al rilascio della versione stabile e, a quel punto, non ci saranno più versioni «non ancora annunciate» di esso. Pertanto, dal Dev Channel non arriveranno più aggiornamenti.

Non solo: a quel punto, tutti coloro che hanno aggiornato il proprio Windows 10 a Windows 11 nonostante l'hardware non compatibile, dovranno forzatamente tornare indietro: poiché Windows 11 non sarà più un sistema operativo in sviluppo, ma ormai pienamente rilasciato, entreranno in vigori anche per gli iscritti al Dev Channel di Windows Insider i limiti all'hardware imposti ai comuni mortali.

Insomma, dopo aver contribuito a segnalare errori e problemi, i partecipanti saranno lasciati indietro: se la loro CPU non è nell'elenco di quelle compatibili, o se i loro PC sono privi del modulo TPM, saranno obbligati a tornare a Windows 10.

Microsoft giustifica questa decisione affermando che ciò consentirà di prevenire problemi di compatibilità: dopotutto, qualcosa del genere era stato fatto al momento del passaggio da Windows Phone a Windows 10 Mobile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Uno spot mette Windows 11 KO
Windows 11, svelata la data di lancio
Asus supporta Windows 11 anche sulle schede madri più vecchie
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Windows 10, bug in ChkDsk causa schermata blu
Windows 10, aggiornamenti delle funzionalità più piccoli ma più frequenti
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire

Commenti all'articolo (1)

Tipico di M$ prima li usa poi li getta! :twisted: Avrebbe fatto miglior figura impedendo subito l'installazione anche delle versioni di prova a chi non avesse un PC in ordine con i requisiti richiesti ma, come giustamente scritto nell'articolo, perché privarsi di tanti tester gratuiti...
4-9-2021 16:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni, tutte relative a siti che vendono coupon e buoni sconto online, concordi di più? (Se vuoi dare risposte multiple utilizza i commenti)
Sono un cliente abituale dei siti di coupon e in generale posso dichiararmi soddisfatto delle promozioni attivate tramite questo mezzo innovativo.
Apprezzo i coupon soprattutto per provare quelle strutture dove non sono mai stato, o servizi che non ho mai utilizzato prima.
Acquisto talvolta i coupon ma purtroppo molte volte non riesco a utilizzarli prima della loro scadenza, pertanto penso di diminuire questa attività o di continuare a farlo saltuariamente.
Acquisto i coupon soprattutto per usufruire dello sconto e raramente acquisto nuovamente un servizio o torno in una struttura a "prezzo pieno".
Solitamente acquisto un coupon soltanto se conosco già la struttura o il servizio offerto, non voglio fregature.
Mi è capitato spesso di prendere delle fregature o di non essere servito alla stregua degli altri clienti, pertanto penso che non acquisterò più coupon.
Non ho mai acquistato un coupon.

Mostra i risultati (1699 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 settembre


web metrics