20 anni di Windows XP, il sistema operativo che si rifiuta di morire

È una delle versioni più apprezzate del sistema di Microsoft, e ha ancora un dignitoso numero di utenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-10-2021]

putin windows xp 20 anni

È stato lanciato sul mercato il 25 ottobre 2001 e, all'inizio, dava l'impressione di essere soltanto una versione gommosa (per via dell'interfaccia) e instabile (per via dei bug) di Windows 2000, che invece era riuscito a conquistarsi la fama di sistema operativo affidabile, anche se poco adatto all'uso domestico.

Poi, Service Pack dopo Service Pack, i crash sono diminuiti drasticamente, la gommosità è diventata familiare, e Windows XP è diventato una delle versioni di Windows più apprezzate, tanto che al momento della cessazione del supporto, nel 2014, in molti si sono rifiutati di abbandonarlo.

In questi giorni Windows XP compie vent'anni e ha ormai una quota di mercato minuscola, almeno a livello mondiale: se diamo credito alle statistiche di StatCounter essa si aggira intorno allo 0,6% dei PC di tutto il mondo: una percentuale irrisoria, ma che - considerata l'ampiezza della base installata - comprende ancora milioni di macchine.

Insomma, Windows XP non è ancora morto: chi ha evitato come la peste Windows Vista non s'è fatto incantare nemmeno da Windows 7 (che col tempo ha finito con l'essere considerato una sorta di Windows XP 2, dal punto di vista dell'apprezzamento da parte degli utenti), da Windows 8, da Windows 10 e men che meno dal recentissimo Windows 11.

Ciò è dovuto probabilmente al fatto che con Windows XP, in linea di massima, si può ancora fare molto di tutto ciò che serve a un utente domestico che si destreggia tra documenti di testo, posta elettronica e la navigazione su qualche sito web.

L'avanzare dell'età dei PC attrezzati con Windows XP e la crescente incompatibilità dei servizi e dei software moderni con l'anziano sistema prima o poi ne decreteranno definitivamente la scomparsa, ma quel momento non pare ancora troppo vicino, anche se navigare in Internet con un sistema non più aggiornato da oltre 7 anni significa andare in cerca di guai.

D'altra parte, c'è chi usa Windows XP proprio per la sua vetustà. Risale ad appena un paio d'anni fa la foto di Vladimir Putin ritratto davanti a un computer con Windows XP, utilizzato - a quanto pare - perché appartenente a una generazione di sistemi operativi non infarciti di servizi come la telemetria, che invia a Microsoft quantità di dati fin troppo grandi.

Ancora, i dati di StatCounter mostrano che ci sono interi Paesi in cui Windows XP non ha percentuali di utenti da prefisso telefonico, anzi. In Armenia, infatti, addirittura il 53,5% dei PC che navigano nel web lo usa tuttora.

A tutto ciò, infine, bisogna aggiungere quelle organizzazioni che ancora adoperano Windows XP su sistemi che non vengono cambiati semplicemente perché funzionano o perché fanno affidamento su software proprietari a 32 bit che sui sistemi più recenti avrebbero problemi, e quei sistemi embedded, anche importanti (come certi Bancomat, per esempio), per i quali il tempo s'è fermato all'inizio degli anni '10.

Insomma, usare Windows XP nel 2021 è certamente un pericolo per la sicurezza, soprattutto se esso viene adoperato in sistemi critici aziendali, per i quali un attacco ransomware o mirato al furto di dati sarebbe particolarmente grave, eppure, pur sapendo tutto ciò, ci sono milioni di persone che non hanno intenzione di cambiare un ambiente che sentono a loro familiare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Intendi che andava con le precedenti release di Win10 e non con l'ultima o che andava solo con precedenti versioni di Win? Leggi tutto
6-11-2021 11:31

Considerazione giusta e condivisibile, in effetti credo ce ne siano ancora veramente tanti. Leggi tutto
6-11-2021 11:26

K-meleon l'ultima volta che ho provato funzionava. link Anche se, XP per internet, sarebbe meglio di no. Leggi tutto
4-11-2021 10:05

utente anonimo: quale browser usi?
2-11-2021 18:16

{utente anonimo}
Ultimamente ho problemi con i certificati dei vari enti certificatori scaduti. E non sembra esserci un modo per rimediare. Siti come quello della Rai vanno ottimamente anche in https e anche google. Ma gli altri no. Soluzioni?
2-11-2021 14:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2685 voti)
Giugno 2023
Pirati del web in lutto: Rarbg chiude per sempre
Venti di tecnocontrollo in Spagna
Maggio 2023
Stack Overflow è la prima vittima della IA
WhatsApp, ora i messaggi si possono modificare dopo l'invio
HP e l'aggiornamento che rende inutilizzabili le stampanti
Windows 10 21H2, aggiornamento forzato in vista
Google Chrome dirà addio al lucchetto da settembre
WhatsApp accede di nascosto al microfono. Solo un bug di Android?
Western Digital agli utenti: gli hacker hanno i vostri dati
Il “Padrino della IA” lascia Google per avvertire il mondo dei pericoli
Aprile 2023
WhatsApp introduce il supporto a più smartphone
La UE metterà il naso negli algoritmi dei giganti del web
Con la vendita della Rete TIM avremo le tariffe più alte
Windows 11 in versione live
Western Digital violata, sottratti 10 Tbyte di dati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 giugno


web metrics