Primavera bollente per i lavoratori italiani delle TLC

Dall'acquisizione di Vodafone da parte di Iliad alla crisi di Tim, si prospetta una primavera difficile per i lavoratori italiani delle telecomunicazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-02-2022]

Otto ore di sciopero per i lavoratori Tim, da effettuarsi nelle prossime settimane: è questa la prima risposta dei sindacati dei lavoratori delle Telco affiliati a Cgil-Cisl-UIL dopo la presentazione del progetto di massima del nuovo AD di Tim, Pietro Labriola.

Il piano - che sarebbe condiviso dai maggiori azionisti di Tim, i francesi di Vivendi e la CDP italiana - prevede la separazione delle attività di rete dai servizi commerciali con la creazione di due società distinte ed è la risposta all'Opa del fondo americano Kkr, che vorrebbe acquisire Tim e, ugualmente, scorporare rete e servizi.

Il problema è che il piano di Labriola, pur concedendo un respiro sul medio termine e avendo il vantaggio di non essere finalizzato a una mera speculazione, a breve termine preoccupa non poco i sindacati per l'impatto che avrebbe sui livelli occupazionali e sulle garanzie contrattuali per il personale.

La separazione in due società, d'altra parte, permetterebbe di utilizzare ancora ammortizzatori sociali come i contratti di solidarietà espansiva e difensiva, che Tim ha già esaurito.

I sindacati delle Telco hanno inoltre già aperto una vertenza, in cui vogliono coinvolgere il Governo, con Almaviva: i suoi 2.500 lavoratori, che hanno già perso l'appalto del servizio telefonico di prenotazioni della nuova Alitalia, stanno infatti per perdere gli appalti del 187 di Tim e del 155 di Wind e potrebbero perdere in futuro anche il 1500, il numero verde per l'Emergenza Covid.

A tutto ciò si aggiungono le forti preoccupazioni relative ad altri progetti in cantiere sempre nel mondo delle TLC italiane, ossia lo scorporo della rete Wind e l'acquisizione di Vodafone Italia da parte di Iliad: tramontata l'ipotesi di acquisizione di Iliad da parte di Vodafone, infatti, ora è l'azienda francese a sembrare interessata ad acquisire la filiale italiana dell'operatore britannico.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Effetto Iliad: Vodafone dichiara 1.130 esuberi
Tim, vietato criticare i dirigenti su Facebook
Telecom Italia ricomincia i contratti di solidarietà
Banda larga in Italia, la velocità media è 5,2 Mega

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

O forse a loro va bene così e/o hanno una percezione di livello minimo di sopravvivenza ancora più bassa della nostra. Leggi tutto
19-2-2022 15:08

Lo direi anch'io, strano che in Corea del Nord non lo sappiano... Leggi tutto
19-2-2022 08:43

Direi che serva anche una massa critica minima di soggetti il cui livello minimo di sopravvivenza è messo a rischio e parliamo di una massa critica che sia composta una percentuale molto consistente della popolazione. Leggi tutto
18-2-2022 18:46

{gent}
@SverX Per tutti gli stati europei l'euro è una valuta estera, non solo per l'italia...
17-2-2022 14:32

La storia insegna che le rivolte popolari scattano sempre quando è il livello minimo di sopravvivenza ad essere messo concretamente a rischio, non il detrimento della qualità della vita puro e semplice. Il fattore di innesco può essere banale, un incidente apparentemente scollegato: ma quando si buca il palloncino, scoppia e basta, non... Leggi tutto
13-2-2022 11:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (5420 voti)
Febbraio 2023
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 febbraio


web metrics