Analisi dell'immagine e telefonia

Le tecnologie per l'ordine pubblico e la sicurezza (3).



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-11-2011]

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Le tecnologie per l'ordine pubblico e la sicurezza

Grazie alle moderne tecniche di image recognition (riconoscimento delle immagini) le telecamere di sorveglianza sono anche in grado di riconoscere e memorizzare le targhe dei veicoli e, in qualche caso, persino il tipo di veicolo. Di conseguenza, anche automobili e motorini sono ormai tracciabili con una certa facilità. Quasi tutti i sistemi di gestione delle Zone a Traffico Limitato ne fanno già uso da tempo.

Noi tutti ci portiamo sempre appresso almeno un telefono cellulare (più spesso due...). Mentre ci muoviamo per la città, questo telefono "aggancia" una dopo l'altra diverse celle radio ed ogni volta si "presenta" alla stazione radio/trasmittente della cella usando un apposito identificatore numerico (il numero IMSI).

Questo "evento" (l'IMSI e la data/ora della sua "apparizione") può essere registrato dalla cella e può essere memorizzato nei suoi file di registro ("log file"). Inoltre, ogni volta che il nostro telefono produce qualche tipo di "traffico" (chiamate voce fatte/ricevute, SMS/MMS inviati/ricevuti, etc.) questi eventi vengono registrati nei "tabulati" telefonici della centrale. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Cosa ne pensi della richiesta di Berlusconi e del Pdl di mettere un freno alle intercettazioni?
E' sacrosanta! Voglio poter parlare liberamente al telefono! - 8.7%
Si abusa di questo strumento di indagine. Bisognerebbe limitarne l'uso e limitare i costi che ne derivano. - 14.4%
Non faccio nulla di male, per cui non me ne può fregare di meno. - 7.4%
Stanno solo cercando di coprire le loro malefatte. Le intercettazioni devono restare disponibili nella "toolbox" degli investigatori. - 25.9%
Sono dei farabutti. Dovrebbe essere tolta loro ogni copertura e dovrebbero essere costretti ad agire alla luce del sole! Altro che bavaglio e privacy! - 43.6%
  Voti totali: 6901
 
Leggi i commenti (19)
Insomma: mentre ci muoviamo, ci lasciamo dietro una enorme quantità di "tracce radio" che permettono di capire dove ci troviamo in ogni istante della giornata e con chi abbiamo a che fare. Gran parte di queste tracce viene registrata e conservata per 24 mesi per effetto di un'apposita legge.

Le tecniche di analisi di questi "log" sono diventate molto più raffinate negli ultimi 10 anni, come hanno dimostrato molto bene vari casi di cronaca (le "signorine" a Villa San Martino, ospiti di Berlusconi, ad esempio). Al giorno d'oggi si può quindi dare per scontato che la Polizia sia in grado di ricostruire i nostri spostamenti ed i nostri contatti con una certa facilità se lo ritiene necessario.

La diffusione dei telefoni cellulari ha anche permesso ai cittadini di dare l'allarme in tempi brevissimi, dando vita ad un vero e proprio sistema capillare di "early warning" (vedi oltre). Il fatto che i telefoni siano spesso dotati di telecamera, poi, permette di documentare in modo molto più oggettivo e puntuale ogni "evento" su cui la Polizia dovrà indagare.

A questo proposito, sappiate anche che quando chiamate il 112 (numero di emergenza unico europeo, nonché numero di emergenza dei Carabinieri), la posizione del vostro telefono cellulare viene determinata "al volo" (con una precisione di qualche decina o qualche centinaio di metri) e viene memorizzata (insieme al contenuto della conversazione) per i 24 mesi successivi. Questo indipendentemente dal fatto che il vostro telefono abbia o meno il GPS.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Internet e marcatori

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Da prima! Ricordati di quando Gesù è stato messo in confronto con Barabba.. Avevano chiamato quella della fazione opposta per farlo condannare mischiati nella folla. La storia degli "infiltrati" è di vecchia data. Ciao
23-11-2011 16:35

ehm... lo usavano gia' i Borboni :-) e probabilmente non sono stati i primi, ma i miei ricordi di scuola sono arrugginiti ;-) Mauro Leggi tutto
23-11-2011 10:52

Mi pare un articolo molto propagandistico: - Non esiste ancora una macchinetta con capacita di individuarti in pochi metri (decine o centinaia si) tramite cellulare. - La soft-biometria non riesce tuttora le differenze tra una persona e l'altra nel riconoscimento dei volti. Basta un leggero camuffamento che è fregato. - Addirittura... Leggi tutto
9-11-2011 13:17

Questo è un altro problema ancora. Un problema serio ma che non ha nulla a che fare con le "favole" che questi "ragazzini" si "bevono" prima di andare alle manifestazioni. Il "trucchetto" di infiltrare "volontari" di vario tipo tra i manifestanti per scatenare la violenza e sputtanare... Leggi tutto
8-11-2011 11:18

Mi sembrava evidente. Leggendo l'articolo dovrebbe essere abbastanza chiaro che c'è una bella differenza tra il mondo reale e le le favole che i "ragazzini" in questione si raccontano tra loro (o che qualcuno racconta loro). Leggi tutto
8-11-2011 11:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Gli smartphone integrano fotocamere sempre più potenti e tecnologicamente avanzate. Pensi che le fotocamere compatte diverranno un prodotto di nicchia?
Sì, perché è più comodo avere un unico dispositivo che faccia tutto quanto e che porto sempre con me
No, perché le fotocamere compatte saranno sempre un passo avanti con l'ottica, lo zoom, il flash e via dicendo
Non voglio azzardare una previsione.

Mostra i risultati (1767 voti)
Aprile 2020
Violata Email.it: sottratti dati di 600.000 utenti, password comprese
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Tutti gli Arretrati


web metrics