Il pacco che ti dice se il corriere l'ha fatto cadere

DropTag permette di sapere se il pacco è stato maltrattato prima ancora di aprirlo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-02-2013]

droptag

Fare acquisti online è una vera comodità, eppure ci sono anche dei lati negativi: per esempio, può capitare che quell'oggetto tanto prezioso e delicato visto in Rete arrivi in tanti piccoli pezzettini perché è stato maltrattato durante il trasporto.

Sfortunatamente, capita di accorgersi che qualcosa non va soltanto quando il pacco è già stato ritirato e la ricevuta firmata, poiché esternamente magari non c'erano segni visibili che facessero presagire il peggio.

Una soluzione per evitare brutte sorprese arriva da Cambridge Consultants e si chiama DropTag.

Si tratta di una piccola etichetta da apporre sul pacco e che contiene una piccola batteria, un trasmettitore Bluetooth a basso consumo, un accelerometro e un chip di memoria.

Quando il pacco arriva, prima di firmare la ricevuta è sufficiente eseguire l'app DropTag per esaminare il contenuto del chip, il quale avrà registrato eventuali maltrattamenti subiti dal pacco stesso: l'intera "storia" dei suoi spostamenti sarà infatti mostrata sotto forma di grafico, completo di indicazioni temporali.

Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2358 voti)
Leggi i commenti (10)

DropTag costa 2 dollari, è riutilizzabile e può funzionare per diverse settimane con la stessa batteria. I suoi inventori stanno già pensando a ulteriori sensori che indichino se l'oggetto è stato tenuto in un ambiente troppo freddo o troppo caldo. L'articolo continua dopo il video.

Al momento, DropTag non è ancora in commercio; sebbene già brevettata nel Regno Unito, Cambridge Consultants sta cercando dei partner che ne appoggino e diffondano l'utilizzo, magari qualche grande azienda di spedizioni o che si occupa di e-commerce.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Quoto Gladiator: mi pare il cannone per sparare alle mosche. La classica fialetta adesiva (che segnala se il pacco e' caduto oppure anche se e' stato ruotato rispetto alla verticale) e' semplice, economica e non manomettibile! [img:57e3588d1b]http://www.packnetltd.com/products/shockwatch/tilt/TiltwatchPlus_HR.jpg[/img:57e3588d1b]
11-2-2013 15:47

Non mi sembra una grande innovazione rispetto a un normale sensore d'impatto già in uso da anni che non sarà riutilizzabile però non necessita di uno smartphone per rivelare eventuali urti dal momento che l'indicatore si colora di rosso ed ha un costo analogo a quello di questo dispositivo. Inoltre per essere riutilizzato questo DropTag... Leggi tutto
10-2-2013 20:10

Aggiungo un dubbio agli altri (che condivido). Se DropTag e' riutilizzabile (lo dice l'articolo) significa che la memoria puo' essere resettata. Questo apre pero' una porta a modifiche per "nascondere" le cadute accidentali.
10-2-2013 17:51

E per chi non ha uno smartphone? (o lo ha ma non e' compatibile con l'app?) Oppure, se il pacco lo ritira la nonna perche' l'unica persona in casa in quel momento?
10-2-2013 14:38

mmh... viste le condizioni di alcuni pacchi che mi sono stati consegnati... immagino già l'interno di un furgone di corriere col soffitto tappezzato di etichette accelerometriche staccate dai pacchi consegnati ad minchiam durante la giornata... :roll:
10-2-2013 11:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1320 voti)
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 luglio


web metrics