The Pirate Bay torna in vetta, i cyberlocker collassano

Dalla caduta i Megaupload i cyberlocker hanno perso popolarità, mentre BitTorrent ha continuato a crescere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-04-2013]

pirate bay cyberlocker

Soltanto pochi anni fa, i cyberlocker - siti che permettono di conservare nel cloud e di condividere i propri file - erano in grande ascesa.

Volendo stilare una classifica dei sistemi più popolari per il file sharing, si scopriva che superavano di diverse lunghezze alternative come BitTorrent e il più popolare sito a esso collegato, ossia The Pirate Bay.

Il futuro dello scambio di file pareva appartenere ai cyberlocker, e nomi come RapidShare, FileServer e Hotfile, senza poter ovviamente dimenticare MegaUpload, erano noti anche a chi di informatica non capiva moltissimo.

Ora, però, le cose sono cambiate: la stessa classifica stilata oggi mostra come i cyberlocker abbiano perso moltissimo terreno mentre The Pirate Bay abbia continuato tranquillamente a crescere, riconquistando la cima.

Volendo cercare una spiegazione per questo fenomeno viene subito alla mente la chiusura di Megaupload, in seguito alla quale molti siti emuli hanno rivisto pesantemente le proprie policy, in alcuni casi diventando più compiacenti verso le richieste delle major e in altri casi semplicemente eliminando i piani per gli affiliati, disabilitando la condivisione pubblica dei file o implementando altre misure antipirateria.

Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3468 voti)
Leggi i commenti (8)

Al giorno d'oggi, secondo la classifica stilata dal sito TorrentFreak (basandosi sul traffico generato dai siti), cinque su dieci dei più popolari sistemi di file sharing sono legati a BitTorrent, mentre appena nel 2011 il conto si fermava a due.

I cyberlocker certo non sono scomparsi, ma la loro crescita s'è decisamente arrestata e, anzi, pare iniziato il processo inverso.

classifica filesharing torrentfreak
La classifica dei siti di file sharing più popolari stilata da TorrentFreak

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita.

Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google rimuove otto link pirata al secondo
The Pirate Bay festeggia i 10 anni con un browser anticensura
Da BitTorrent a YouTube, i responsabili del traffico Internet mondiale
C'è la crisi, anche RapidShare licenzia
Quando i pirati si lamentano della pirateria
Partono i ricorsi per i siti di file sharing bloccati
Dieci anni di Pirate Bay, il torrent più vecchio è Revolution OS
RapidShare, epurazione di massa oltre i 5 Gbyte
Inizia la crociata contro il nuovo Mega
Come RapidShare ha conquistato la fiducia di RIAA e MPAA

Commenti all'articolo (3)


Oramai l'antipirateria serve solo per mangiare soldi essa stessa con la scusa che serva per combattere la pirateria. Pensa se si riformasse in ordine democratico il diritto di copyright quante persone dell'antipirateria sarebbero licenziati e i rimanenti pagati una miseria.. :wink: Ciao Leggi tutto
3-5-2013 23:13

Guardando la classifica, sembra proprio che tra i primi posti ci siano quei "servizi" che non costino nulla e funzionino bene anche da "free" e siano più comodi nell'uso. Del resto, più andiamo avanti più la gente ha meno denaro da spendere e quindi si orienta sul "tutto-gratis". A me fanno pena i cervelli... Leggi tutto
28-4-2013 19:38

qualcuno saprebbe spiegarmi perchè Dropbox, Google Driver e altri noti 'cloud', non sono considerati cyberlocker (o perlomeno non compaiono in classifica) ? probabilmente mi sfugge qualche particolare ma se volessi mettere in rete roba proibita non avrei problemi con questi strumenti
28-4-2013 08:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa manca nel tuo notebook attuale e vorresti che fosse presente? Aggiungi eventualmente la risposta nei commenti.
Una maggiore risoluzione del display
L'uscita VGA
Un processore più veloce
Più memoria Flash
La possibilità di utilizzare una batteria più capace
La porta LAN
Almeno una porta USB supplementare o una USB 3.0
Più memoria RAM
Il touchscreen

Mostra i risultati (1741 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics