Se Telecom Italia diventa una matrioska cinese

Nel 2014 si suddividerà in almeno sei società, trasformandosi in una holding finanziaria.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-05-2013]

telecom italia diventa una holding matrioska

C’era una volta Telecom Italia, nata nel 1994 dalla fusione delle aziende IRI che si occupavano di telecomuni-cazioni (SIP, Italcable, Telespazio con Iritel, l’ex Azienda di stato dei Servizi Telefonici) e proprietaria della rete telefonica e di immobili per un valore intorno ai 100.000 miliardi.

Telecom Italia viene venduta ai privati nel 1998 per 26.000 miliardi di lire, acquistata da Roberto Colaninno per 60.000 miliardi di lire prestati dalle banche, un prestito che tuttora pesa sulle casse dell’azienda.

Nel 1999 la rivista economica Forbes la inserisce al 50° posto fra le prime 50 aziende del mondo; oggi, nella stessa classifica, si trova al 585° posto.

Nel 2014 - fra un anno, più o meno di questi tempi - Telecom Italia, che dal 1999 ha venduto nel frattempo tutto il proprio patrimonio immobiliare (Telespazio, la Seat, Matrix, La7, le partecipazioni all’estero in Cile, Cuba e Bolivia, i servizi radio marittimi, l’Italtel e altro ancora) non esisterà più come, in pratica, ha deciso il CdA del 30 maggio 2013.

Se vogliamo essere più precisi, possiamo dire che Telecom Italia a quel punto sarà solo una holding finanziaria; o, in altri termini, qualcosa che potremmo definire una matrioska.

Sondaggio
Qual è secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3503 voti)
Leggi i commenti (15)

Sotto il cappello di Telecom Italia infatti ci saranno:

1) Una società commerciale che gestirà la telefonia fissa e quella mobile, probabilmente partecipata a maggioranza dai cinesi di H3G; avrà qualche migliaio di dipendenti.

2) Una società che gestirà la rete di vendita TIM;

3) Telecom Italia Information Technology (TIIT), nata nel 2011 e oggi controllata al 100% da Telecom Italia ma aperta alla partnership con altri giganti dell’informatica.

4) Telecom Italia Caring Services, oggi divisione di Telecom Italia, che gestisce i call center e ha circa 13.000 dipendenti; è controllata al 100% da Telecom Italia ma è aperta alla partnership con altri giganti del mondo dei call center.

5) Una società di servizi a supporto di tutta l’attività di Telecom: logistica, risorse umane, immobili e servizi.

6) OPAC: la società che gestisce la rete d’accesso, dalle centrali all’ultimo miglio; partecipata da Telecom Italia ma anche dalla Cassa Depositi e Prestiti ed eventualmente da altri gestori alternativi a Telecom.

In pratica tutto ciò comporterà una miracolosa moltiplicazione di azioni, consigli di amministrazione e incarichi manageriali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Telecom Italia accelera sullo scorporo della rete
Telecom Italia: vendi la rete e poi muori
La maximulta a Telecom è un voto a favore dello scorporo della Rete
Tre, Telecom Italia e il modello Hollande
Nasce Telecom Italia Caring

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)


No. Oggi sciopero. :P E domani pure, come ieri. :lol: Quanto a cani, mi basta e mi avanza quello dei vicini, che lo lasciano regolarmente solo in casa per andare fuori a fare le ore piccole ed il poveretto regolarmente piange di stare solo. :roll: Leggi tutto
4-6-2013 21:18

@Zievatron Vedo che oggi studi, bravo! :D Non dimentica la propensione al gruppo! Ovvero quanto noi modifichiamo la nostra realtà per adattarla al gruppo. Capo branco= Colui che nel gruppo fa la realtà del gruppo, si fida (se è bravo) solo dei cani sciolti se è stolto dei cani servienti. Cane sciolto= Colui che vede buona la realtà... Leggi tutto
3-6-2013 01:58

O religione o gruppo di appartenenza, il fenomeno resta lo stesso. Una religione, infatti, è un gruppo di appartenenza. Per noi, però, esistono due tipi di appartenenza. L'appartenenza reale, che consegue alla nostra verità propria, non modificata, la nostra autenticità. Per cui potremmo dire che la nostra verità fa il nostro gruppo... Leggi tutto
2-6-2013 23:52

@Zievatron D'accordo su tutto salvo che sociologicamente non siamo diversi dalle formiche: La Storia insegna, che i grandi imperi sono cresciuti (sviluppo) e poi crollati alla prima crisi-nera proprio come le tue formiche. Il fatto di essere in un gruppo vedi solo la verità di quel gruppo. Se sei Interista (ma anche di qualsiasi altra... Leggi tutto
2-6-2013 21:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è l'affidabilità dell'informazione su internet?
La rete è piena di giornalisti non professionisti che scrivono per lo più sulla base del sentito dire, senza una reale verifica dei dati.
Può andar bene per farsi un'idea velocemente, ma è carente se dall'informazione si vuole approfondimento e commento.
L'informazione reperibile in rete è del tutto paragonabile per contenuti e affidabilità a quella dei media tradizionali.
La qualità dell'informazione su internet è certamente più varia di quella offerta dai media tradizionali, ma sapendo scegliere siti e fonti giuste può essere superiore.
Internet è l'ultima frontiera dell'informazione libera e non irreggimentata.

Mostra i risultati (3029 voti)
Giugno 2019
Fusione TIM e Open Fiber, un'operazione senza alternative
Apple richiama i MacBook Pro: rischiano di prendere fuoco
Falla zero-day in Firefox, gli hacker la stanno già sfruttando
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Google cambia la ricerca: i siti non appariranno più di due volte
Google Maps, arriva il tachimetro in tempo reale
La visione di Microsoft per un sistema operativo davvero moderno
Microsoft implora gli utenti: installate la patch prima di un altro WannaCry
Il malware che sfugge a ogni individuazione
Maggio 2019
Windows 10, l'aggiornamento di maggio fa cadere la connessione Wi-Fi
Huawei, microSD addio: l'azienda è stata esclusa dalla SD Association
Tutti gli Arretrati


web metrics