The Mask, il malware che ci spia da sette anni

Kaspersky ha identificato una minaccia estremamente sofisticata che accumula dati riservati sin dal 2007, colpendo bersagli di alto profilo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-02-2014]

careto the mask

Kaspersky Lab ha individuato quella che considera come la più sofisticata minaccia mai apparsa in Rete.

L'ha chiamata The Mask traducendo la parola spagnola Careto scovata all'interno del codice del malware.

A quanto pare, si tratta di una minaccia che è stata attiva in Internet sin dal 2007, contribuendo a operazioni di cyberspionaggio e alla cattuare di informazioni importanti sulle vittime.

Non si sa chi ci sia dietro The Mask anche perché la rete ha cessato ogni attività poco prima della pubblicazione della scoperta: segno che i suoi creatori hanno intenzione di proteggere il proprio anonimato.

Quel che invece si conosce è la notevole complessità del software, che comprende malware per Windows, Mac OS X, Linux e probabilmente Android e iOS.

Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la pi pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non ci che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finch questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2436 voti)
Leggi i commenti (7)

Il veicolo dell'infezione è una classica email di phishing, che porta l'utente incauto verso un sito ripieno di exploit progettato per infettare il computer che lo visiti; dopo aver portato a termine l'infezione con uno degli strumenti a disposizione, The Mask redirige l'utente verso il sito legittimo indicato nell'email, sviando così ogni sospetto, che può essere un portale di news o un filmato su YouTube.

careto

Kaspersky fa sapere di aver individuato nel "pacchetto" rootkit, bootkit, e trojan progettati per infettare Windows e Mac OS X; vi sono anche moduli progettati per attaccare Linux, ma la backdoor non è stata scoperta dai ricercatori. Dai log, emerge la possibilità che siano presi di mira anche i sistemi mobili, ma non ci sono indizi certi.

Le vittime sono di alto profilo: i bersagli principali comprendono infatti istituzioni governative, uffici diplomatici, ambasciate, aziende che si occupano di energia (petrolio, gas, elettricità), istituti di ricerca, società finanziarie e attivisti.

La modularità di The Mask e la sua complessità l'hanno reso in grado di adattarsi rapidamente ai vari scenari incontrati nel corso degli anni e di infettare un numero imprecisato di computer

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
In prova: Kaspersky Internet Security 2014
Da Kaspersky l'antimalware gratuito per Android
Kaspersky lancia Pure 3.0 per la protezione del Pc
I criminali informatici colpiscono i gamer
Gli spammer prendono di mira i coupon sconto
Malware multipiattaforma infetta Windows, Mac e smartphone
I quindici malware più pericolosi della storia
Eugene Kaspersky: il Mac è 10 anni indietro a Microsoft

Commenti all'articolo (4)

@Maary79 Pur sempre utonti sono... :wink:
15-2-2014 11:45

Gomez mi fai sempre ridere :lol: ma questo virus da quello che ho capito colpisce siti pubblici, di una certa importanza, non utonti qualsiasi... Tuttavia i dipendenti pubblici, magari quando non fanno assenteismo vanno a cliccare proprio quel video di Belen...quello vero! :twisted:
14-2-2014 14:02

Ma accendere il cervello prima di avviare il PC no? Come sempre chi fa danno colui o colei che siede davanti allo schermo. :pc:
13-2-2014 19:22

Complesso, sofisticato, nascosto, multipiattaforma... e tutta la magia si riduce all'eterno utOnto che clicca "Belen porno quello vero". :twisted: Mauro
13-2-2014 00:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il maggior problema tra questi?
La gente comune non capisce molto di scienza.
La stampa e i media non mettono in risalto le scoperte veramente importanti.
La stampa e i media semplificano troppo le scoperte scientifiche.
La gente comune si aspetta soluzioni semplici e veloci.

Mostra i risultati (1891 voti)
Ottobre 2021
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 ottobre


web metrics